Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2020-10-29

Rimuovi tutti i filtri
Downloadable!

Peace Agreement

I CAN Children are South Sudan unaccompanied Refugee children in Bidibidi Refugee camp in Uganda who would like to raise up their voice through their music as victims of South Sudan war. I CAN South Sudan an organization formed by South Sudan singer Stephen Wandu (Ambassadeur Koko), Seme Ludanga and Kyobutungi Angela a Ugandan born have come forward to engage these children in social activities such as music to heal their trauma and allow them express themselves to the world

Peace Agreement • Peace Songbook • Songs for Children
Oh oh oh oh oh oh
(continua)
29/10/2020 - 22:10
Video!

E volerà la pace

2002
dal disco "Il giro della pace"
Sopra, sopra un palloncino rosso
(continua)
29/10/2020 - 21:53
Downloadable! Video!

Hangman

A tutti i boia di oggi

Kris Bran 29/10/2020 - 20:31
Video!

Tripoli

Tripoli

Chanson française – Tripoli – Marco Valdo M.I. – 2020


Dialogue Maïeutique

Tripoli, Lucien l’âne mon ami, est le nom d’une ville au Liban et aussi, le nom d’une ville en Libye. Ces deux villes sont des ports des bords de la Méditerranée et de ces ports partent – sur des barques de fortune – des gens désespérés qui cherchent à gagner un monde moins absurdement destructeur, qui cherchent à gagner un territoire où la vie peut reprendre d’autres couleurs.

Ah, dit Lucien l’âne, ça, je le savais qu’il y a deux Tripoli, moi qui ai depuis tant de temps fait sur mes petits pieds d’âne le tour de la grande mer. J’ai même rencontré deux Alexandrie. Ce n’est quand même pas toute la chanson. Que raconte-t-elle d’autre ?

Cette chanson, Lucien l’âne mon ami, est une complainte et comme toutes les complaintes, c’est une chanson triste. Elle parle de mort, elle baigne dans une atmosphère morbide,... (continua)
Il y a deux Tripoli
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 29/10/2020 - 20:09
È nato un nuovo percorso: Filastrocche, girotondi, ninne nanne e altre canzoncine contro la guerra, vuole essere una sorta di guida alla navigazione per i più piccoli, o un piccolo percorso "didattico" se qualche insegnante passasse di qui. Questo percorso non autorizza ovviamente a inserire qualsivoglia ninnananna o filastrocca, dovranno comunque essere contro la guerra, che sia quella classica, che sia quella "dei 100.000 anni", che sia alla Terra o agli animali; così come non inseriremo nel percorso tutte le nanne nanne e filastrocche presenti già nel sito, se non per bambini.
DonQuijote82 29/10/2020 - 10:22
Downloadable! Video!

Il panorama di Betlemme

L'albero del pane, cosa simboleggia? Il soldato è un palestinese?
Cleomaco 29/10/2020 - 03:02
Downloadable! Video!

Valsesia

anonimo
Originating from a fascist anthem, the song was reworked and became the anthem of the partisan "Valsesia Division" and the Republic of Valsesia.
VALSESIA
(continua)
inviata da ZugNachPankow 28/10/2020 - 22:04
Video!

Lontano

1991
Partirono nell’incubo di una notte scura
(continua)
inviata da Alberto Scotti 28/10/2020 - 21:26
Video!

Αθήνα 1943

Athína 1943
[ 1943 ]

Ποίημα / Poesia / A Poem by / Poème / Runo :
Níkos Kavvadías

Μουσική / Musica / Music / Musique / Sävel:
Vangélis Magnísalis [ Βαγγέλης Μαγνήσαλης ] [ 2019 ]

* Válias Semertzídis (1911-1983) fu un pittore e scultore greco, militante nell’EAM durante l’occupazione della Grecia. Trasse spunto dall’esperienza in tale periodo per la sua arte volta a raffigurare operai, contadini, pescatori.

Il testo fu pubblicato nella rivista clandestina Πρωτοποροι [ Protoporoi ] / Pionieri nel Dicembre 1943 con lo pseudonimo di A. Tapinos.
Dopo avere combattuto sul fronte albanese ed essersi sottratto alla cattura da parte delle truppe italiane di occupazione, militò nel KKE. Fu assegnato all’ELAN [ Εθνικών Λαϊκών Απελευθερωτικών Ναυτικών ] / Marina di Liberazione Nazionale Popolare per la sua esperienza marinara. Poi fu segretario degli scrittori dell’ EAM [ Εθνικό Απελευθερωτικό... (continua)
Οι δρόμοι κόκκινες γιομάτοι επιγραφές
(continua)
inviata da Riccardo Gullotta 28/10/2020 - 19:58
Downloadable! Video!

La Rivoluzione

2019
"Musica e Poesia" è il nuovo progetto musicale di Joe Natta dedicato alla riscoperta dei Poeti, di ieri e di oggi, che più lo hanno emozionato.
Dq82 28/10/2020 - 15:10
Downloadable! Video!

Canto degli ultimi partigiani

2019
"Musica e Poesia" è il nuovo progetto musicale di Joe Natta dedicato alla riscoperta dei Poeti, di ieri e di oggi, che più lo hanno emozionato.

Dq82 28/10/2020 - 15:08
Video!

La valigia dell’emigrante

2019
"Musica e Poesia" è il nuovo progetto musicale di Joe Natta dedicato alla riscoperta dei Poeti, di ieri e di oggi, che più lo hanno emozionato.

Dq82 28/10/2020 - 15:06
Video!

Anche gli alberi un tempo erano croci

2020
"Musica e Poesia" è il nuovo progetto musicale di Joe Natta dedicato alla riscoperta dei Poeti, di ieri e di oggi, che più lo hanno emozionato.
Anche gli alberi un tempo erano croci.
(continua)
inviata da Dq82 28/10/2020 - 15:05
Video!

Vicenza 1915

2019
"Musica e Poesia" è il nuovo progetto musicale di Joe Natta dedicato alla riscoperta dei Poeti, di ieri e di oggi, che più lo hanno emozionato.
Grigiori d'alba. Nella muta via
(continua)
inviata da Dq82 28/10/2020 - 14:56

Soldato

Vita d’un uomo – Tutte le poesie, I Meridiani Mondadori, 1969

Questa poco nota poesia di Giuseppe Ungaretti (1888-1970) fa parte delle poesie ritrovate: l’Autore - che, come è noto, durante la Prima Guerra Mondiale scriveva i suoi versi su foglietti di fortuna, cartoline in franchigia, margini di giornali, vecchie lettere e li infilava nel suo tascapane - la inviò come ricordo dal San Michele a Giuseppe Prezzolini “per gratitudine a te e alla tua famiglia” con un biglietto datato 14 agosto 1916. Testimonia ancora una volta l’orrore della guerra, riproducendo l’atmosfera di tante pagine del Porto sepolto e confermando la durezza di quella vita transitoria e sempre in bilico sull’abisso nella quale, per dirla con le parole stesse di Ungaretti “Egli si è maturato uomo in mezzo ad avvenimenti straordinari ai quali non è mai stato estraneo. Senza mai negare la necessità universale della poesia,... (continua)
Sono impoverito
(continua)
inviata da Dq82 28/10/2020 - 14:40
Video!

Anche la tua morte (a un morto per la libertà)

2020
"Musica e Poesia" è il nuovo progetto musicale di Joe Natta dedicato alla riscoperta dei Poeti, di ieri e di oggi, che più lo hanno emozionato.
Anche la tua morte rimarrà soltanto un triste anniversario.
(continua)
inviata da Dq82 28/10/2020 - 14:36
Downloadable! Video!

Canzone del partigiano Giovanni (Uomini contro, pt. 1)

2017
Una valle che brucia

Mi capita spesso di chiedermi se potendo vedere il futuro i giovani che tra il '43 e il '45 diedero la vita per liberare l'Italia dal fascismo rifarebbero le stesse scelte.
E mi rispondo che sì, nonostante tutto non potrebbero che rifarle: e non per cieca abnegazione alla causa, ché quei giovani non erano intimamente differenti da quelli degli anni seguenti, né mediamente più intelligenti o più buoni o tantomeno più colti - per quanto certamente vent'anni di regime e tre di guerra li avessero resi molto più consapevoli rispetto alle generazioni venute dopo di loro; ma semplicemente perché in certe situazioni non si ha che una scelta, che è quella di ribellarsi e lottare, indipendentemente dalle conseguenze e dalle reali possibilità di successo, per morire con la dignità di chi si oppone a ciò che è ingiusto, per il fatto stesso di farlo. E penso che per certi... (continua)
Non andare Giovanni, non salire in montagna
(continua)
inviata da Dq82 28/10/2020 - 13:31
Downloadable! Video!

Canzone del partigiano

Giovanni Menozzi
La Canzone del partigiano è una di quelle eseguite in pubblico al concorso musicale indetto dall’ANPI nell’immediato dopoguerra a Reggio Emilia nel 1947.
Autore del testo: Giovanni Menozzi,
tema musicale di Livio Gambetti.
[Cfr. Savona A. V., Straniero M. L., anti della Resistenza italiana, Milano, Rizzoli, 1985, p. 105]:
Ricordi mamma quando ti lasciai,
(continua)
inviata da Dq82 28/10/2020 - 13:19
Downloadable! Video!

Il bersagliere ha cento penne

anonimo
Medley di Brigante se more e Il bersagliere ha cento penne de Banda POPolare dell'Emilia Rossa
Briganti e partigiani
dall'album Rivoluzione permanente (2013)

28/10/2020 - 13:10
Downloadable! Video!

Brigante se more

Medley di Brigante se more e Il bersagliere ha cento penne de Banda POPolare dell'Emilia Rossa
Briganti e partigiani
dall'album Rivoluzione permanente (2013)

Dq82 28/10/2020 - 13:08
Downloadable! Video!

Marola

2017
Nuovo Canzoniere Partigiano
Il 26 di agosto, nessuno se l’aspettava
(continua)
inviata da Dq82 28/10/2020 - 12:52
Downloadable! Video!

No Man Is an Island

2020
"Musica e Poesia" è il nuovo progetto musicale di Joe Natta dedicato alla riscoperta dei Poeti, di ieri e di oggi, che più lo hanno emozionato

Nessun uomo è un'isola, completo in se stesso;
(continua)
inviata da Dq82 28/10/2020 - 12:34
Downloadable!

Ballata del Partigiano

1945
Testo poetico musicato da Giada Salerno detta "Ciatuzza, che precisa: "Questa canzone è stata scritta dal partigiano e poeta marchigiano Franco Matacotta, nome di battaglia Francesco Monterosso. Il brano è uscito in due successive raccolte: Fisarmonica rossa (1945) e Canzoniere di libertà (1953) con significative varianti. Mi sono rifatta alla seconda stesura recuperando però una strofa (l'ultima da me cantata) della prima redazione"
ildeposito.org
Non riconosco mio padre e mia madre
(continua)
inviata da Dq82 28/10/2020 - 12:30
Video!

Coro di Partigiani sotto la Luna

2020
"Musica e Poesia" è il nuovo progetto musicale di Joe Natta dedicato alla riscoperta dei Poeti, di ieri e di oggi, che più lo hanno emozionato.
Dorme il cipresso, dorme il sasso bianco,
(continua)
inviata da Dq82 28/10/2020 - 12:25
Video!

Servo

2020
"Musica e Poesia" è il nuovo progetto musicale di Joe Natta dedicato alla riscoperta dei Poeti, di ieri e di oggi, che più lo hanno emozionato.
Da solo non sai più esistere,
(continua)
inviata da Dq82 28/10/2020 - 12:02
Downloadable! Video!

Amico comandante

2020
Parole e musica in divenire
Parole Zairo Ferrante
Musica Joe Natta
parole

”Parole e musica in divenire": un progetto... anzi una sfida che mi entusiasma. Costruire "versi" sapendo che incontreranno una musica che sta nascendo da tutt'altra parte - in un'altra terra e tra pareti a me sconosciute - mi riempie l'anima. Un incontro tra due sconosciuti. Io e Joe Natta, uniti dal divertimento e dalla curiosità nel creare. Una passeggiata fatta per il puro piacere del camminare, senza una meta o un fine ultimo. Un'avventura che non deve per forza finire e che potrebbe anche non finire mai. (Zairo Ferrante)

Sono contentissimo di iniziare questa collaborazione col Poeta Zairo Ferrante che stimo tantissimo e che reputo uno dei migliori fra i contemporanei.
Con Zairo, dopo aver musicato una sua poesia all’interno del mio progetto “Musica e Poesia”, abbiamo deciso di scrivere delle canzoni... (continua)
E soffia ancora un vento folle
(continua)
inviata da Dq82 28/10/2020 - 11:55
Downloadable! Video!

Re Federico

Interpretata da I Camillas
Rifilastrocche in Cielo e in Terra (2020)

I Camillas - Re Federico
Dq82 28/10/2020 - 11:29
Video!

L’uomo di neve

Interpretata da Francesca Amati (Comaneci)
Rifilastrocche in Cielo e in Terra (2020)

Francesca Amati (Comaneci) - L'uomo di neve
Dq82 28/10/2020 - 11:27
Video!

L'accento sulla A

Interpretata da Alessandro Grazian
Rifilastrocche in Cielo e in Terra (2020)

Alessandro Grazian - L'accento sulla A
Dq82 28/10/2020 - 11:24
Downloadable! Video!

Saggio breve di straordinaria sagacia sul rapporto tra la "sinistra" italiana e i suoi elettori tra il 1994 e il 2013

2018
Maledette Rockstar
SE NON CI VOTATE TORNA SILVIO!
(continua)
inviata da Dq82 28/10/2020 - 10:58
Video!

Il cielo è di tutti

La poesia è stata interpretata recentemente (su una musica diversa) anche da Bungaro e Fiorella Mannoia
Testo di Gianni Rodari
Musica di Bungaro e Cesare Chiodo

comunque preferisco la versione di Bobo!

Lorenzo 27/10/2020 - 23:30
Video!

Lo scriverò nel vento

2006
49° zecchino d'oro

Interprete / Deniz Ünel
Testo / Ömer Zülfü Livaneli
Traduzione / Giovanni Gotti
Musica / Ömer Zülfü Livaneli

Ma, a sorpresa, c'è un'altra manifestazione canora italiana che lo ha considerato e si tratta de…….lo Zecchino d'Oro! Infatti nella 49° edizione, nel 2006, lo zecchino d'Argento è stato vinto dalla canzone “Lo scriverò nel vento” che è una versione italiana di “Ey Özgürlük” di Zülfü Livaneli. Bisogna precisare che il testo non è la traduzione dell'originale turco, che a sua volta è un adattamento di “Liberté” di Paul Éluard. Livaneli ha selezionato 12 delle 21 quartine della poesia originale (la prima, la seconda, la terza, la quinta, la settima, la undicesima, la dodicesima, la diciassettesima, la diciottesima, la diciannovesima, la ventesima e la ventunesima). E' inoltre intervenuto sul testo, aggiustando le frasi nella traduzione dal francese al turco,... (continua)
Lo scriverò nel vento
(continua)
inviata da Dq82 27/10/2020 - 22:51
Downloadable! Video!

Piccola storia ignobile

Riccardo Venturi, 27-10-2020 21:20

A Disgusting Little Story
(continua)
27/10/2020 - 21:21
Downloadable!

Giuseppe Verdi: Aida, Atto I, Scena I

A mio avviso Verdi criticava la guerra e rappresenta la sciagura non tanto dei vinti ma anche dei vincitori. Insomma un'opera decisamente antibellica per me e con tante maledizioni contro la casta sacerdotale. Certola regia punta tutto sul Gloria all'Egitto per la monumentalità, ma Aida (il titolo dell'opera la dice lunga) è opera d'amore e gelosia e ragion di stato e tanta religione con potere giudiziario, deprecatissima da Verdi in quest'opera. Curiosa la Overture (ppi sostituita dal preludio): addirittura si scopre che il comandante supremo Radames non ha nemmeno uno straccio di Leitmotiv, al contrario di Aida, Amneris, Ramfis! Radames personaggio del tutto secondario (non confondiamo romanza con Leitmotiv): zero assoluto. Verdi non aveva ma minima intenzione di musicare il libretto, ma fu spaventato dalla minaccia degli organizzatori avevano espresso intenzione di coinvolgere il nemico... (continua)
andrea 27/10/2020 - 17:22
Downloadable! Video!

Gegen den Wind

Chanson allemande – Gegen den Wind – Reinhard Mey – 2010
Paroles et musique : Reinhard Mey
Album : « Mairegen »


Dialogue Maïeutique

Voici, Lucien l’âne mon ami, une chanson qui s’intitule Contre le Vent.

Oh, dit Lucien l’âne, ne vient-on pas tout récemment encore de publier une chanson Contrevent ? N’est-ce pas la même chanson ? Ne dit-elle pas les mêmes choses ?

Sur ces deux points, répond Marco Valdo M.I., la réponse est nettement négative. Non, ce n’est pas la même chanson. Non, elle ne raconte pas du tout les mêmes choses. D’ailleurs, elles ne portent pas le même titre et la différence est encore plus nette en allemand – dans leurs versions d’origine, puisque toutes deux sont des versions françaises de chansons allemandes à peu près contemporaines. Souviens-toi, la précédente, que j’avais nommée Contrevent s’intitulait en allemand Gegenwind der Zeit, ce qui donnerait littéralement... (continua)
CONTRE LE VENT
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 27/10/2020 - 17:19
Video!

L'angelo postino

Pupo ‎– 1996
Questa, caro papà, è una lettera a Gesù bambino
(continua)
inviata da Alberto Scotti 27/10/2020 - 12:49




hosted by inventati.org