Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2007-8-6

Rimuovi tutti i filtri
Video!

Yo soy Juan

[2005]
Letra y música de León Gieco
Testo e musica di León Gieco

Dedicata a tutti i bambini nati nei giorni di prigionia e tortura da giovani donne incinte durante la dittatura militare, questa canzone racconta la storia di Juan Cabandié, nipote "recuperato" dalle Abuelas de Plaza de Mayo.
Dopo la sua nascita, Juan, fu sotratto a sua madre per essere consegnato ad un poliziotto che lo allevò come figlio naturale.



Dal blog di Juan Cabandié:

Soy Juan, nací en la ESMA en marzo del 78, lugar donde mi mamá y yo compartimos sólo 20 días. Viví casi 26 años con un nombre que no era propio y creyendo que mis padres eran un policía y su mujer. Gracias a la ayuda de Abuelas, supe que era hijo de desaparecidos. Damián, mi papá, tenía 19 cuando fue secuestrado. Alicia, mi mamá, tenía 16 y estaba embarazada de cinco meses. Así es mi historia, la que despertó el deseo de involucrarme, porque no podemos dejar que se pierdan dos generaciones, la de nuestros viejos y la nuestra, donde el individualismo nos alejó de ser protagonistas.
Yo soy Juan, el último aparecido
(continua)
inviata da Marcia Rosati 6/8/2007 - 19:25
Downloadable! Video!

Dans la jungle

INGRID LIBERA?

La notizia, prima data quasi per certa, della liberazione di Ingrid Betancourt non ha purtroppo trovato conferma. Cercheremo di pubblicare gli aggiornamenti in questa pagina (gli articoli sono ordinati dal più recente al più vecchio) [CCG Staff]


8/8/2007

(AGI) - Miami, 7 ago. - Il ministro degli Esteri colombiano e' tornato sulla presunta liberazione di Ingrid Betancourt, rapita dalle Farc, per ribadire che si tratta solo di voci. "Crediamo che siano solo speculazioni", ha affermato Fernando Araujo, che è stato ostaggio dei guerriglieri delle Forze armate rivoluzionarie fino allo scorso gennaio quando riusci' a fuggire dopo sei anni di prigionia. "Siamo a conoscenza solo di voci, se vi fosse l'intenzione di liberarla, saremmo felici". Araujo ha aggiunto di non sapere nulla delle discussioni tra i ribelli delle Farc e i governi colombiano e venezuelano per ottenere la liberazione... (continua)
CCG Staff 6/8/2007 - 17:07
Downloadable! Video!

Os Senhores da Guerra

Hi,

I am looking for a translation of "Oxala" by Madredeus into English.

It will be great if you publish that as well.

Thanks,
Lee.
Lee 6/8/2007 - 14:38

Joao Menezes

NON È MAI COLPA DI NESSUNO

Per un aggiornamento su questa triste vicenda segnaliamo questo articolo su Luogo Comune.net
6/8/2007 - 14:22
Video!

El ángel de la bicicleta

Parole di León Gieco
Musica di Luis Gurevich

Questa canzone racconta la storia di Claudio "Pocho" Lepratti.

Pocho era un ragazzo di 35 anni che faceva parte della comunità salesiana, collaborava cucinando nella mensa publica di una scuola alla periferia di Rosario. Girava con la sua bicicletta e faceva, ogni giorno, 40 chilometri tra andata e ritorno.
Era d'animo nobile e aiutava sempre le persone meno agiate a volte mettendo a disposizione anche il suo stipendio. Aiutava sopratutto i bambini che vivevano per strada, cercando, con pochissimi mezzi, di rendere la loro vita un po' meno difficile.

Il 19 dicembre 2001, durante un tentativo da parte della polizia di soffocare la manifestazione di protesta contro il governo di Fernando De la Rua, Pocho fu colpito alla gola da due proiettili mentre chiedeva alle forze dell'ordine di non sparare poiché dentro la mensa c'erano soltanto dei bambini... (continua)
Cambiamos ojos por cielo
(continua)
inviata da Marcia Rosati 6/8/2007 - 13:23
Video!

Para la vida

Ancora una volta, León Gieco si schiera a favore della memoria storica.
Questa canzone fa parte della colonna sonora del film "Iluminados por el Fuego", tratto dai racconti di un ex-soldato che a diciotto anni fu chiamato a combattere contro uno degli eserciti più potenti al mondo durante la guerra delle isole Malvine.


ILUMINADOS POR EL FUEGO

(2005)
Un film di Tristán Bauer
Con Gastón Pauls, Virginia Innocenti, Arturo Bonín, Pablo Ribba, Cesar Albarracín, Víctor Hugo Carrizo e Juan Leyrado
Colonna sonora di León Gieco
In concorso ufficiale al 53° Festival del Cinema di San Sebastián/Donostia (2005)
Estoy aquí sentado debajo del pequeño sol
(continua)
inviata da Marcia Rosati 6/8/2007 - 13:22

Sbandati (Fuochi sulla montagna)

Testo ripreso da Nazione indiana

Lunedì 6, al Museo della Resistenza di Fosdinovo, entro il “festival” Fino al cuore della rivolta presenterò questa mia canzone nuova durante il concerto degli Yo Yo Mundi, che mi hanno fatto l’onore di arrangiarla e suonarla. In attesa di una nuova banda che suoni il mio mucchio di canzoni nuove…

Lascio le annotazioni musicali, perchè si capisca che un testo di una canzone non è la stessa cosa di una poesia, ché non può prescindere - forse prima ancora che da melodia e armonia - dal respiro, dal timbro, dal tono, dalla grana della voce, dallo stesso movimento del corpo - e, idem est, dell’anima.

(Le annotazioni musicali si trovano sulla pagina linkata)
(Marco Rovelli)
Fuochi sulla montagna e sotto il mare
(continua)
inviata da CCG staff 6/8/2007 - 07:48

I Just Wanna Go Home

VOGLIO SOLO ANDARE A CASA
(continua)
inviata da Kiocciolina 6/8/2007 - 04:34
Video!

Let Us Begin (What Are We Making Weapons For?)

COMINCIAMO (PER COSA STIAMO COSTRUENDO LE ARMI?)
(continua)
6/8/2007 - 04:28
Video!

L'Italia di Piero

bravio cristicchi 6 un genio perche così la uso come sveglia di mio padre!!!!!!!!
5/8/2007 - 19:54
Downloadable! Video!

La ninna nanna de la guerra

molto bella e propia del'epoca.
lilian 5/8/2007 - 03:47
Downloadable! Video!

Giardino incolto

Da "La musica nelle strade!" - 2006
Testo di Sabino Mongelli

"Siamo stati tre giorni dentro il carcere di Volterra - il famoso Maschio di Volterra - per registrare assieme agli attori detenuti della Compagnia della Fortezza di Armando Punzo le parti recitative e corali di Muss es sein? Es muss sein! - grido di libertà di Léo Ferré [...] Sabino Mongelli è uno di loro. Ha cantato con noi questa canzone che ha scritto quando un suo compagno stava facendo lo sciopero della fame per poter vedere suo figlio. E' un testo che racconta la deprivazione a cui il carcere sottopone."
(Marco Rovelli, dal libretto dell'album).
Adesso c'è un giardino incolto
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 4/8/2007 - 23:14
Video!

Kenze neke

[1990]
Da "Chin sas armas o chin sas rosas"

Nel primo album dei Kenze Neke, la canzone omonima racconta la storia di Michele Schirru, l'anarchico sardo fatto condannare innocente a morte dal regime fascista con la falsa accusa di aver voluto attentare alla vita di Benito Mussolini. Sapete, Mussolini, quel "grande statista italiano" che se ne scappava dal paese che aveva ridotto a una rovina, travestito da caporale tedesco.


MICHELE SCHIRRU
da Vivere Senigallia - Articolo di Paolo Battisti

“Chi attenta alla vita del Duce attenta alla grandezza dell’Italia, attenta all’umanità, perchè il Duce appartiene all’umanità”.
(stralcio della sentenza di morte del Tribunale Speciale Fascista emessa nei confronti dell’anarchico Michele Schirru).

Il regime fascista, nell’arco del ventennio che rimase al potere, condannò all’esilio circa 700.000 oppositori politici, mandò al confino 13.316 persone,... (continua)
Fusilatu t’ana 10 sardos isseperatos dae su regime
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 4/8/2007 - 17:43
Video!

Nella mia ora di libertà

Version française de Riccardo Venturi
4 agosto 2007 / 4 août 2007

I versi finali sono ripresi da quelli originali di Chacun de vous est concerné [incl. Canzone del maggio di Fabrizio De André]
Les vers finaux reproduisent ceux de l'original français de Chacun de vous est concerné [incl. Canzone del maggio di Fabrizio De André]
DANS MON HEURE DE LIBERTÉ
(continua)
4/8/2007 - 16:46
Downloadable! Video!

Su patriottu Sardu a sos feudatarios [Procurad' e moderare]

Vivissimi complimenti per il sito, sono stato molto contento di aver trovato L'inno del patriota sardo ai feudatari tradotto (esso ha per ogni sardo un forte valore patriottico-affettivo). Volevo però segnalarVi che l'unica traduzione in lingua italiana perfettamente fedele alla lingua sarda(sono madrelingua sardo), è quella dei Tenores di Neoneli; per esempio, nella 32° strofa: "nos arziaiat sa oghe finzas unu camareri, plebeu o cavalieri si deppiad umiliare" (Scrivo in sedilese) si traduce come nel testo dei Tenores, e cioè: " ci alzava la voce anche un cameriere, plebeo o cavaliere si doveva umiliare".
Nuovamente complimenti e grazie per far conoscere anche a chi non ha confidenza con la lingua sarda un poco della cultura e del folckore della "mia" splendida isola.
Mario Sedda.
Mario Sedda 4/8/2007 - 12:21
Video!

Hundert Mann und ein Befehl

3 agosto 2007
100 UOMINI E UN ORDINE
(continua)
3/8/2007 - 18:30

Στης Πίνδου τα βουνά (Ψηλά βουνά κι' απάτητα)

Αγαπητέ(ή) άγνωστε(η) της παρούσας καταχώρησης:

Εντελώς τυχαία βρέθηκα στην παρούσα σελίδα και είδα το κείμενο
αυτό στα ελληνικά. Το αναγνώρισα αμέσως αφού "κατά σύμπτωση" συμβαίνει να είναι ...δικό μου! 100 % ΔΙΚΟ ΜΟΥ !!! Χωρίς όμως το όνομά μου, χωρίς μια υποσημείωση για το όνομα της πηγής που προέρχεται !!! Κρίμα, γιατί ενέργειες του είδους αυτού είναι το λιγότερο αντιδεοντολογικές.

Λοιπόν, ονομάζομαι Σάκης Πάπιστας και είμαι ο συγγραφέας του βιβλίου "ΤΟ ΑΣΤΙΚΟ ΤΡΑΓΟΥΔΙ ΣΤΑ ΠΕΤΡΙΝΑ ΧΡΟΝΙΑ 1940-1949", εκδόσεων Κυριακίδη, όπου και υπάρχει ατόφιο το παρόν κείμενο, ως μέρος φυσικά του συνολικού περιεχομένου του εκ 1030 σελίδων βιβλίο μου.

Το κείμενο που αντιγράψατε (και παραλείψατε "ελαφρά τη καρδία" να αναφέρετε την πηγή και τον συγγραφέα) είναι δημοσιευμένο σε πρωτόλοια μορφή στο site www.rembetiko.gr από το φθινόπωρο του 2004.

Παρακαλώ πολύ, για λόγους δεοντολογίας,... (continua)
3/8/2007 - 17:53
Downloadable! Video!

Il maggio di Belgrado

Deutsche Fassung von Riccardo Venturi
3 agosto 2007 / 3. August 2007

I versi dal Patmos di Hölderlin sono stati riportati nell'originale.
BELGRADER MAI
(continua)
3/8/2007 - 17:25
Downloadable! Video!

Assedio

di Riccardo Tesi e Maurizio Geri
da "Lune" (2004)

Può capitare, arrivando il giorno prima a Firenze dalla Svizzera, di finire ad un concerto di Riccardo Tesi con la sua Banditaliana a Pontassieve. E di sentir dire "Ora vi cantiamo una canzone contro la guerra che apre il nostro ultimo album, Lune, L'abbiamo scritta all'inizio della guerra in Iraq ma mai come in questo momento c'è bisogno di cantare canzoni contro la guerra!". E di chiedersi come mai, se quel disco l'hai comprato appena uscito, non ti sia mai venuto in mente di inserire questa canzone...

Durante lo stesso concerto, un commosso omaggio a Caterina Bueno, scomparsa pochi giorni prima. Riccardo Tesi e Maurizio Geri che hanno esordito suonando assieme a lei, hanno interpretato un bel brano del suo repertorio, il Lamento del contadino.
Fra le rughe dell'Appennino
(continua)
inviata da Lorenzo Masetti 2/8/2007 - 09:24
Video!

Ballata per un eroe

Non riesco a trovare il testo della canzone di Gipo Farassino che faceva:
"quando lei arriverà
mi troverà seduto
sul trono dei miei sogni
con la mia pipa in bocca
la mano ancora forte
inchiodata alla chitarra.
Il fuoco del camino
rifletterà le note
dell'ultima canzone
negli occhi dei miei cani
assorti (?) nei ricordi
di lepri e di fagiani......."

E poi non ricordo più.
Sarò grato a chiunque voglia farmi tenere il resto.
Corrado
Corrado Tattoli 1/8/2007 - 20:13
Video!

There's a Wall in Washington

Album: The Way I Should (1996)

A song about the Vietnam commemorative wall,a memorial with 60,000 names on it and about the people that visit it to pay their respects.
There's a wall in Washington
(continua)
inviata da Marcia Rosati 1/8/2007 - 15:34
Video!

Yellow River

1970

This song shows that most soldiers were more than ready to do their time and go home and it's a good illustration of the "rotation" situation in Vietnam.Individual soldiers served for a year (or in the case os Marines,13 months) and then were rotated back to the states.Unlike other wars where you were stuck in combat for the duration of the conflict.
Yellow River is Not the Yellow River in China...that is one place americans were definately not welcome at that time.But it could habe been either of the Yellow River areas in either Georgia or Iowa.

Larry R. Matthews
The Vietnam War Song Page
So long boy,you can take my place,
(continua)
inviata da Marcia Rosati 1/8/2007 - 13:07
Downloadable! Video!

Brigante se more

Intanto grazie per l'attenzione dedicata ai cosiddetti "briganti", o meglio alla resistenza delle Due Sicilie all'annessione piemontese.
Quale che sia la "lettura" delle ragioni che spinsero decine di migliaia di guerriglieri a darsi alla macchia per combattere l'esercito sabaudo, e la stragrande maggioranza della popolazione ad appoggiarli o a tollerare le loro ruberie per autosostenersi, è comunque importante che se ne parli, per distruggere definitivamente la cortina fumogena risorgimentale, che per più di 5 generazioni ha ammorbato il Paese italiano.

Per come la vedo io, la lettura legittimista e quella gramsciana (con la debita puntualizzazione, però, che la condizione dei contadini meridionali prima dell'unificazione era relativamente buona, in genere migliore rispetto a quella degli agricoltori europei, e in particolare di quelli del nord Italia) si possono tranquillamente utilizzare... (continua)
wousfan 1/8/2007 - 11:04
Video!

Bim Bum Bush!

foddis foddis.... yeeeeeeeeeeeeeeeeah... che mito... unico!!! e scusate ma... non ha un bip a che vedere con alex britti!!! =s
eleeeeeeeeeeeee 31/7/2007 - 21:03
Downloadable! Video!

Free

[2005]

Da/From: "My Ummah"

Testi/Lyrics: Sami Yusuf & Bara Kherigi
Musica/Music: Sami Yusuf
What goes through your mind?
(continua)
inviata da daniela -k.d.- 31/7/2007 - 19:36
Video!

Supper's Ready

Ho conosciuto i Genesis solo nel 1976: too late!! Si, troppo tardi perchè - secondo me - il meglio lo hanno dato insieme con Gabriel e Hackett dal 1970 al 1975. Supper's Ready è stato, è e sarà sempre THE VERY BEST, imbattibile sotto ogni punto di vista, l'avrò ascoltata migliaia di volte (31 anni non sono pochi) e continua a darmi i brivdi.
Baci a tutti from Little Snake
31/7/2007 - 15:36
Video!

Insieme ce la faremo

Testo e Musica di Irene Cantisani e Luigi Sgamba
Dall'album "Cultura Popolare"
Tanta gente per strada
(continua)
inviata da Marcia Rosati 31/7/2007 - 11:56
Downloadable! Video!

Tammurriata nera

Siete veramente molto bravi, davvero. È da tempo che conosco questa canzone ( asilo nido ) e mai avevo afferrato con esattezza le parole, ed ora che mi sono deciso a cercare il testo, trovo tutte queste informazioni. Bravi davvero.
Un'altra cosa, c'è un pezzo della canzone che non viene cantato, e mi riferisco a
"tene ‘a zella ‘nnanze e arreto
uffa uffa e comme fete
e lle fete e cane muorto
uè pe ll’anema e chillemmuorto".
Come mai? Grazie
Alessandro 31/7/2007 - 10:55

U patrunnu du munnu

Testo di Paolo Farace
Dall'album "Calafrica"
Mo sung nu fiuru,
(continua)
inviata da Marcia Rosati 31/7/2007 - 10:37
Video!

Le Mantellate

eg.sig.
mi piacerebbe il testo della canzone ma mi, pero'
in ingua italiana, capisco un po' il romano....ma non tutto.
vi ringrazio
cordiali saluti.
fio fiorenzi.
(fio fiorenzi)

La canzone Ma mi non è in romanesco ma in milanese! Nella pagina linkata trova anche una traduzione italiana. Per quanto riguarda invece questa canzone, mi pare che in questo caso il dialetto sia di immediata comprensione e non abbia bisogno di una traduzione italiana.

Saluti
Lorenzo.
30/7/2007 - 18:02
Video!

Gallo Rojo

Canzone dedicata a Ernesto "Che" Guevara
Hubo un tiempo que eras fuerte
(continua)
inviata da Marcia Rosati 30/7/2007 - 17:18
Percorsi: Che Guevara
Video!

Che Guevara T-Shirt

2005
from the album VUELTA

A song that it is equal parts love song and denunciation of the murky boundaries of the Patriot Act.

Thomas Kintner
Unburdened of their passengers
(continua)
inviata da Marcia Rosati 30/7/2007 - 17:01

Para todos, todo (No morirá la flor de la palabra)

dov'è possibile trovare il testo integrale in formato audio?
alex 30/7/2007 - 12:15
Video!

Indulto

Interpretata da Mercedes Sosa nel disco "Al despertar" (1998)

Indignazione per l'indulto sancito in favore dei militari coinvolti nel genocidio di più di trentamila persone durante la dittatura in Argentina.
Aunque me quede ciego
(continua)
inviata da Marcia Rosati 30/7/2007 - 11:52
Video!

Canzone sesta (L'ultimo volo del DC9)

Maggiori informazioni sui blog di Andrea Papetti e di Sebastiano Gulisano

Con questa canzone si chiude Ultimo volo – Orazione civile per Ustica lo spettacolo di teatro musicale che Pippo Pollina ha composto per l’associazione dei familiari delle vittime della strage del 27 giugno 1980. Strage rimasta impunita, senza colpevoli. Le 81 vittime rimaste senza giustizia. Mentre il Tg1, 27 anni dopo, continua a seminare dubbi riesumando le strampalate ipotesi della bomba a bordo o del cedimento strutturale del DC9 dell’Itavia. La più importante testata giornalistica italiana – per di più pubblica – semina dubbi, depista malgrado l’inequivocabile ricostruzione del giudice Rosario Priore, che nel ’99 conclude così la sua ordinanza istruttoria:

“L’incidente al DC9 è occorso a seguito di azione militare di intercettamento, il DC9 è stato abbattuto, è stata spezzata la vita a 81 cittadini innocenti... (continua)
Oggi è uno di quei giorni in cui ascolto le parole del cielo
(continua)
inviata da CCG Staff 30/7/2007 - 11:11
Video!

Manifiesto

MANIFESTO
(continua)
inviata da Kiocciolina 30/7/2007 - 07:15
Video!

Era en Abril

Scritta da Jorge Fandermole meravigliosamente cantata da Juan Carlos Baglietto.
Questa canzone pur non avendo niente a che fare con la guerra è profondamente legata al conflitto bellico tra l'Argentina e l'Inghilterra.
Erano tempi duri per i cantautori argentini, la maggior parte delle canzoni venivano censurate ma all'improvviso successe qualcosa che cambiò il corso della storia del rock nazionale.
I testi in inglese vennero proibiti dai militari e cosi le radio si trovarono a corto di canzoni da trasmettere.
Questo diede la possibilità a molti cantautori dell'epoca di emergere con i loro testi.
Ma passato il setaccio della censura la scelta sulle canzoni rimaneva sempre e comunque "poca".
ERA EN ABRIL fu "promossa" e si guadagnò un posto in tutte le radio locali. Veniva trasmessa più di venti volte al giorno.
È stata la prima canzone ascoltata alla radio da Carlos Giordano, il primo... (continua)
Sabès hermano lo triste que estoy,
(continua)
inviata da Marcia Rosati 28/7/2007 - 18:10
Video!

El oso

[1970]
Parole e musica di Mauricio Birabent, in arte Moris
Nel suo album “Treinta minutos de vida” pubblicato nel 1970 dalla piccola etichetta indipendente Mandioca.

Un orso che vive libero nella foresta viene catturato dall'uomo e messo a lavorare in un circo ma non smette mai di sognare la libertà.
Yo vivía en el bosque muy contento
(continua)
inviata da Marcia Rosati + B.B. 28/7/2007 - 10:34
Downloadable! Video!

Ninna nanna delle dodici mamme

Io ho l'MP3 della "Ninna nanna delle dodici mamme" (come pure di altre canzoni) di Odoardo Spadaro.
Posso inviarlo ad un indirizzo eMail che mi fosse indicato.
Il mio è ti.ilacsit#iccoc.oigres (1)
(1) Ho scritto l'account a rovescio e sostituito il carattere "@" con "#" per impedire la sua rilevazione ai programmi di scansione automatica dei siti Internet; ricevo già troppi messaggi "spam" e "phishing".
Sergio Cocci 28/7/2007 - 00:08
Video!

Jaś koniki poił

anonimo
anonymous 19th century Polish folk song
most probably related with the 1863 uprise
Jaś koniki poił Kasia wodę brała
(continua)
inviata da Ryszard Ferchmin 27/7/2007 - 15:16
Video!

John Walker's Blues

ciao sono un ragazzo musulmano che vive in italia da 6 anni. ammiro molto le persone di origine non musulmana che abbracciano l'islam perchè l'islam è la religione della verità e della giustizia, ma purtroppo oggi la gente crede che questa è la religione dell'uccidere e della crudeltà, ma non è cosi chi crede nell'islam sa che non è cosi e invito le persone a non credere a tutto ciò che si dice, se vuole cercare la verità non deve far altro che andare a leggere il sacro corano e il libro del profeta 'assunna' e sono sicura che capirà la verità di allah
azzeddine 27/7/2007 - 14:40




hosted by inventati.org