Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Percorso Armi, la guerra in casa tutti i giorni

Rimuovi tutti i filtri

Gun

[1984]
Scritta da Graham McPherson
Singolo estratto dall'album dei Madness intitolato "Keep Moving"
Testo trovato su Genius
I read a brand new paper
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 11/5/2019 - 11:23

Set Da People Free

2005
The Thomas Sankara cd

Voce di Eugenio Finardi
Sankara: “Ogni volta che un paese africano acquista un’arma è contro un africano, non è contro un europeo, non è contro un asiatico, è contro un africano”.
(continua)
inviata da Dq82 12/10/2018 - 11:32
Video!

Strength Through Music

(2008)
dal primo album solista di Amanda, "Who Killed Amanda Palmer"

Il resoconto in prima persona di una delle tante stragi nelle scuole statunitensi, probabilmente ispirato ai fatti di Columbine. Anni dopo le stragi nelle scuole si sono moltiplicate e niente è cambiato nella legislazione sulle armi.
A peculiar thing happened to me this morning
(continua)
10/6/2018 - 11:48

Tanto per cambiare

[1975]
Parole e musica di Corrado Sannucci
Canzone dal primo album di Sannucci (1950-2009). Il titolo viene riportato qualche volta come "La luna e i falò" ma quello corretto dovrebbe essere "I falò di maggio" E' anche possibile che la Fonit Cetra avesse ripubblicato nel 1976 un disco Folkstudio dell'anno precedente, che originariamente aveva una diversa selezione ed ordine di canzoni.
Testo trovato qui

Una canzone di molti anni fa e che purtroppo è di grande attualità, tanto per cambiare...
E allora torna a casa e la famiglia è un fatto
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 13/3/2018 - 21:26
Video!

Come Out and Play (Keep 'Em Separated)

La canzone affronta il problema delle pistole e della violenza delle gang giovanili dentro i campus universitari.

« Getting weapons with the greatest of ease The gangs stake out campus locale. »
(Come Out and Play)


You gotta keep `em separated deriva da un fatto accaduto a Dexter Holland quando lavorava in un laboratorio di biotecnologia: doveva far sviluppare dei batteri per alcuni test ma questi si mischiavano e lui doveva tenerli separati. Da questo "I've gotta keep'm separated" è arrivata la frase nella canzone
You gotta keep'em separated
(continua)
23/6/2017 - 22:15
Video!

The Riverbank

[2016]
Parole e musica di Paul Simon
Dal suo ultimo album intitolato “Stranger to Stranger”

The Riverbank was inspired by a visit to wounded veterans at Walter Reed Hospital and the funeral of a teacher Simon knew that was murdered in the 2012 Sandy Hook Elementary School massacre.” (Rolling Stone)

Una canzone sulle persone segnate dalla violenza, ispirata all'incontro che Paul Simon fece con alcuni mutilati, veterani di guerra, e alla morte di una sua conoscente, un'insegnante della scuola elementare Sandy Hook che fu tra le vittime di Adam Peter Lanza.

Il 14 dicembre 2012 a Newtown, Connecticut, un giovane di nome Adam Peter Lanza uccise 27 persone, tra cui 20 bambini, dopo essersi introdotto in una scuola elementare a Sandy Hook. L’assassino, 20 anni, aveva gravi problemi mentali fin dall’infanzia, ma nessuno gli aveva impedito l’acquisto di armi letalissime, come un fucile mitragliatore Bushmaster e una pistola Glock.
Frightened by the tone of a phone
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 27/11/2016 - 17:33
Video!

The Shooting of His Dear (or Polly Vaughan)

[Fine 18° sec? O più antica?]
Una canzone popolare irlandese già ben conosciuta – ma disdegnata - da Robert Jamieson (1772 – 1844), antiquario scozzese che nel 1806 curò l'edizione della raccolta “Popular Ballads And Songs From Tradition, Manuscripts And Scarce Editions With Translations Of Similar Pieces From The Ancient Danish Language”.
Le versioni e gli interpreti del brano sono moltissimi, sicchè ho deciso di proporre qui il testo di una delle prime registrazioni, quella di A. L. Lloyd risalente al 1951, come trovata su English Folk Music
Dalla raccolta curata da Peter Kennedy ed Alan Lomax intitolata “The World Library of Folk and Primitive Music: England”, Columbia Masterworks, USA, 1955.


Il tema della donna magica che si trasforma in animale, una bianca cerva, come nella Complainte de la blanche biche, o, come in questo caso, un bianco cigno – e si noti però l'identico candore... (continua)
Come all you young fellows that carry a gun,
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 18/11/2016 - 22:22
Video!

Bang Bang

(2016)
Primo singolo estratto dall'album "Revolution Radio"

I Green Day tornano con un nuovo album che si preannuncia fortemente politico. Il primo singolo "Bang Bang" è dedicato alle periodiche stragi con arma da fuoco negli Stati Uniti ed è scritto dal punto di vista del killer.

Dall'intervista a Rolling Stone (qui in italiano)


Puoi parlarci di Bang Bang e di cosa l’ha ispirata? Non voglio metterti le parole in bocca, ma sembra scritta dalla prospettiva di un cecchino di massa.
Sì. Parla della cultura delle sparatorie di massa che sono successe in America, miscelata al narcisismo da social media. C’è questa specie di violenza che sta accadendo, ma ora viene anche filmata e tutti noi siamo sempre sorvegliati. Per me la situazione è così contorta. Entrare nel cervello di qualcun altro in questo modo è stato fuori di testa. Mi ha fatto impazzire. Dopo averla scritta, tutto quello che... (continua)
This is definitely not the first video to surface of an execution. ...of men, they claimed responsibility for the executions. Described as severely mentally disturbed. Videos show another hostage executed by the terrorist group. Deserve to be annihilated.
(continua)
23/8/2016 - 12:08
Video!

Von Maur Massacre

[2015]
Parole di Conor Oberst, membro fondatore della band e pure front man dei Bright Eyes
Musica dei Desaparecidos (Conor Oberst, Landon Hedges, Matt Baum, Denver Dalley e Ian McElroy)
Nel disco intitolato “Payola”

Robert A. Hawkins era nato nel 1988 da genitori americani in una base della RAF in Gran Bretagna. I suoi lo abbandonarono da piccolo e Robert crebbe in una famiglia di amici nei pressi di Omaha, Nebraska (la stessa città da cui provengono Conor Oberst e i suoi Desaparecidos). Come spesso accade ai bambini abbandonati anche Robert sviluppò subito una forte sofferenza e fin dall’età di 4 anni anni fu avviato a trattamenti psichiatrici, che non risolsero nulla. Robert trascorse 15 anni entrando e uscendo dagli ospedali. Nel 2006 Robert fu espulso dalla scuola che frequentava e l’anno seguente, nelle settimane precedenti il Natale, fu lasciato dalla sua fidanzata e licenziato... (continua)
Tearing all the posters off the wall
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 10/7/2016 - 15:04
Video!

Gunman

[1989-90]
Parole di David Bowie
Musica di Adrian Belew, multi-strumentista e songwriter membro dei King Crimson per quasi 30 anni
Nell’album di Belew intitolato “Young Lions” del 1990

Questa canzone mi ha ricordato subito Clint Eastwood, a buon diritto acclamatissimo attore e regista, ma che con i suoi film degli anni 70 e 80 (la saga dell’ispettore Callaghan, il revanscista “Firefox”, il maschio “Gunny”,…) ha impersonato l’america del “gunman” Ronald Reagan e ha fatto la fortuna della National Rifle Association…
Gunman
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 30/12/2015 - 14:22
Video!

Autobiography of a Pistol

1994
Stories
I'm a pistol, a forty-five,
(continua)
inviata da dq82 1/12/2015 - 15:29
Video!

The Long Way Around

[2014]
Parole e musica di Jackson Browne
Nell’album intitolato “Standing in the Breach”

La guerra, il mercato delle armi, il pensiero unico neoliberista (il Project for the New American Century), la distruzione progressiva del pianeta… Per il vecchio Browne tutto questo mortifero inquinamento rende l’amore - fondamentale risorsa ed estrema difesa degli essere umani - ancora più difficile ma ancora più necessario.
L’immagine in copertina si riferisce al devastante terremoto ad Haiti nel 2010.
I don't know what to say about these days
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 25/5/2015 - 11:34
Video!

Doo Doo Doo Doo Doo (Heartbreaker)

[1972-73]
Scritta da Mick Jagger e Keith Richards
Nell’album degli Stones intitolato “Goats Head Soup”, pubblicato nell’estate del 1973.
Testo ripreso da Keno's Rolling Stones Web Site




Heartbreaker è il poliziotto che spara a un ragazzo senza ragione, è lo spacciatore che vende la dose ad una ragazzina di 10 anni, è la madre della piccola tossica che non l’ha protetta, convinta che quello fosse il suo destino inelluttabile... Heartbreaker è la violenza e l’indifferenza...

Una piccola nota sul verso di apertura del brano: se “police” davvero fosse stato scritto originariamente “po-lice” - come suggerito dal sito Keno citato - allora dovrebbe tradursi come “po-pidocchi” o “po-vermi”, il che non è dettaglio di poco conto...
The po-lice in New York City
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 21/2/2015 - 15:32
Video!

Justicia

(Feat. Ariana Puello)
Vidas perdidas porque se les da la gana
(continua)
inviata da Giorgia 16/2/2015 - 11:49
Video!

Pray for Newtown

[2014]
Parole e musica di Mark Kozelek, responsabile del progetto musicale Sun Kil Moon
Nell’album intitolato “Benji”

Una canzone-preghiera che Sun Kil Moon ha scritto, su sollecitazione di un suo fan, per le vittime di molti episodi di violenza feroce e folle che hanno profondamente segnato anche recentemente la nostra epoca.

Si comincia dalla strage del 1984 al McDonald di San Ysidro, California, quando tal James Oliver Huberty, un pazzo “survivalista” ossessionato dalla crisi economica, dalla guerra nucleare e da un futuro che egli immaginava di caos generale, si armò fino ai denti ed aprì il fuoco all’interno di un affollato ristorante vicino a San Diego, uccidendo 21 persone prima di essere fermato da un cecchino della polizia.

Nella seconda strofa Sun Kil Moon racconta con tristezza dell’indifferenza di molti suoi amici statunitensi di fronte alle stragi di Oslo ed Utøya (77 morti),... (continua)
I was a Junior in high school when I turned the TV on
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 3/1/2015 - 15:07
Video!

Wildside

Marky Mark and the Funky Bunch
http://en.wikipedia.org/wiki/Wildside_(Marky_Mark_and_the_Funky_Bunch_song)
Ah yeah huh America the beautiful
(continua)
26/12/2014 - 04:48

Dakota Sunset

New York City, 8 P.M.
(continua)
inviata da Beavis 17/12/2014 - 03:53
Video!

Il giocattolo

[2008]
Parole e musica di Frankie hi-nrg MC.
Nel disco intitolato “DePrimoMaggio”
Sveglia ore cinque e trenta, immerso in un buio che mi spaventa, muovendo lenta una mano attenta cercando ciò che più mi rappresenta: la trovo già pronta, anatomica edura, prolunga il mio corpo ben oltre natura
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 21/5/2014 - 10:54
Downloadable!

Aurora Massacre

2013
Everything Can Change

Il 20 luglio 2012 James Holmes, ex dottorando di neuroscienze ventiquattrenne, ha aperto il fuoco durante la proiezione della prima del film Il cavaliere oscuro - Il ritorno in un cinema di Aurora, in Colorado negli Stati Uniti d'America. L'attacco ha ucciso 12 persone e ne ha ferite 58
The survivors will hug and tell their stories
(continua)
inviata da donquijote82 27/1/2014 - 12:25

Moses With a Gun

[2000]
WYSIWYG (What You Give Is what You Get)

Nel 2002 Heston ha preso parte al film-documentario di Michael Moore Bowling a Columbine (Bowling for Columbine) nel quale viene intervistato dal regista/autore nelle vesti di presidente della National Rifle Association sull'uso delle armi negli Stati Uniti. L'attore reagì abbandonando il regista e chiedendogli di allontanarsi da casa sua.
Oh, Charleston Heston
(continua)
inviata da DoNQuijote82 11/1/2014 - 23:38
Video!

Come un battito di ciglia

Testo: Franco Volpato
Sulle note della "Come sei veramente" di Giovanni Allevi

Una poesia dedicata a Marta Russo
Un solo istante
(continua)
inviata da Krzysiek Wrona 6/9/2013 - 23:13
Video!

Sobota

[2003]
Testo e musica: Andrzej Garczarek
Dall'album: "Drelichowa"

Una canzone molto tenera ma parecchio ironica, per il percorso: "Armi, la guerra in casa tutti i giorni".

Racconta in prima persona vicenda di uno che, aspettando il suo turno per farsi la barba da un barbiere di provincia munito di rasoio, legge sul giornale la notizia sulla strage causata a colpi di pistola da un tassista trentenne a Pittsburgh. L'uomo viene diagnosticato da primario dell'ospedale locale come "un caso di psicosi molto interessante". È dolce, perchè il narratore vuole solamente farsi bello per la sua amata, ma comincia a temere di non vederla mai più.
Trzydziestoletni taksówkarz z Pittsburgh'a
(continua)
inviata da Krzysiek Wrona 5/9/2013 - 19:33
Video!

Friend of Mine

Two brothers Jonathan and Stephen Cohen of Columbine High School, sang this song during Sunday's memorial service in Littleton, Colo.

Il massacro della Columbine High School fu una strage in ambito scolastico avvenuta il 20 aprile 1999 negli Stati Uniti, che coinvolse alunni e insegnanti di una scuola superiore del distretto amministrativo di Columbine, non lontano da Denver (Colorado): due studenti della Columbine High School, Eric Harris e Dylan Klebold, si introdussero nell’edificio armati e aprirono il fuoco su numerosi compagni di scuola e insegnanti. Al termine della sparatoria rimasero uccisi 12 studenti e un insegnante, mentre 24 furono i feriti, compresi 3 che erano riusciti a fuggire all’esterno dell’edificio. I due autori della strage morirono suicidi a loro volta, asserragliati all’interno della scuola dopo che le squadre SWAT della polizia erano intervenute a circondare la... (continua)
Columbine, flower bloom, tenderly I sing to you.
(continua)
inviata da DonQuijote82 16/5/2013 - 14:18
Downloadable!

As Usual

[1986]
Lyrics and Music by Robert Lincoln

Anti-handgun song done in a very unusual way. It's a true story – hundreds of times over and over.

Here is another socially conscious/topical song. However, this one is approached in a rather unorthodox way: the incredibly sad narrative is juxtaposed with calm soothing jazzy chords and a happy melody. When I performed this live it would always get a strong reaction. Some people told me it was one of my best-full of irony as well as subdued anger, others said the song made them sick to their stomach and a few found it offensive and/or insensitive and immature. Some truly despise this song. I haven't played it in more than a decade. This is an old recording from 1986.
Saturday morning cartoons, it's super hero time
(continua)
inviata da giorgio 25/4/2013 - 08:35
Downloadable!

First Thing I Learned About a Gun

[2011]
Lyrics & Music by Tom Neilson
Album: Between The Rivers

A reflection on childhood on the farm
and a response to senseless gun violence.
Playin' army in the barn,
(continua)
inviata da giorgio 18/3/2013 - 15:25
Video!

Son of a Gun

[2001]
Album: Ten

:-((
Dying men keep rifles in cello cases,
(continua)
inviata da DoNQuijote82 22/2/2013 - 15:05
Video!

Northwest Passage

[2010]
Lyrics & Music by Roger J. Contardi

Guns proliferate through the world. Kids with guns. ..Not a good thing. Guns don't kill people?
In the dark green forest
(continua)
inviata da giorgio 20/4/2012 - 08:20
Downloadable! Video!

River of Rage‎

‎[2001]‎
Album “Music From Big Red”‎



Una canzone sugli effetti che ha sugli individui la violenza eletta a sistema sociale…‎
He walked into the cafeteria
(continua)
inviata da Bartleby 29/2/2012 - 11:52
Video!

Fuego y miedo

[2008]
Album: Lágrimas Y Gozos
¿Quién educó, su mente enajenada?
(continua)
inviata da DoNQuijote82 20/11/2011 - 11:10
Video!

Choice of Weapons

[1995]
Album “Guru's Jazzmatazz, Vol. 2: The New Reality”

Una canzone contro il proliferare delle armi negli USA e l’impatto devastante che ciò ha sulla società americana e sulla comunità nera in particolare.

“Qual è la domanda? Perché sei nervoso, contratto?
Ecco la risposta: la scelta delle armi”


Scritta dall’autore di uno dei dischi più significativi degli anni 90 (ed uno dei miei preferiti di sempre), “Guru’s Jazzmatazz, Vol. 1”.
Purtroppo il buon Guru, colpito da un cancro, ci ha lasciati nell’aprile del 2010, a soli 48 anni.
What's the question? Why are you flexin'?
(continua)
inviata da Bartleby 19/1/2011 - 15:30
Video!

Johnny Got a Gun

[1994]
Album "Wearing the Time"
Words and music by Tom Paxton
Johnny's mum and dad both worked long hours,
(continua)
inviata da Alessandro 25/5/2009 - 09:30
Video!

Gun Control

[1981]

Album "Short Back 'n' Sides", prodotto da Mick Jones dei Clash.

Una canzone dedicata al deleterio strapotere della National Rifle Association, la lobby statunitense delle armi.
Per capire quanta responsabilità abbia la NRA in relazione alla violenza che permea la società americana (e la politica estera degli USA!), si veda il film di Michael Moore "Bowling For Columbine".
All right
(continua)
inviata da Alessandro 5/1/2009 - 13:54
Video!

Kids With Guns

[2006]
da "Demon Days"

Un brano sul proliferare delle armi e, quindi, della violenza e, quindi, delle guerre.
Kids with guns
(continua)
inviata da Alessandro 9/7/2008 - 13:37
Video!

I Don't Like Mondays

Bob Geldof wrote this song when he heard about the San Diego elementary school massacre.
In January 1979, Brenda Spencer , a troubled 16-year-old who lived across the street from a schoolyard in San Diego, took the semi-automatic rifle her father had given her for Christmas and began firing. Four people died and eight children were injured. When asked why she did it, she answered "I just don't like Mondays".

Nel gennaio del 1979 Bob Geldof sente la notizia di una sedicenne di San Diego, Brenda Ann Spencer, che si è resa protagonista di una sparatoria nella scuola di fronte a casa sua uccidendo due persone e ferendone altre nove. Alla domanda perché avesse fatto questo gesto lei risponde "I don't like Mondays" (ovvero "Non mi piacciono i lunedì"); questa frase ispira il cantante dei Boomtown Rats a scrivere una canzone.
The silicon chip inside her head
(continua)
inviata da Marcia 26/6/2008 - 18:41
Video!

Nobody Died

[2007]
Testo e musica di The Wilkinsons
Lyrics and Music by The Wilkinsons
Da/From "Home"

From TheStar.com

It is the kind of strange coincidence that sounds like a poor joke, but it isn't at all funny to Steve Wilkinson.

He and two of his children, Amanda and Tyler, make up the country music trio The Wilkinsons and today the group is hard at work at a local school on their latest music video "Nobody Died." Focusing on school bullying and violence, the song was inspired by the 1999 Columbine shootings, but it seems all the more ominous in light of Monday's massacre at Virginia Tech.

"The timing flipped me out and it kind of pulled the rug out from under my feet ... I was in my basement finishing off my rec room when my video director called me. He said, `have you seen the news? You're not going to believe it.'
"It's terrible, and it just made me sick," says Steve Wilkinson from his... (continua)
Back when I went to school
(continua)
inviata da daniela -k.d.- 20/4/2007 - 13:44
Video!

God Bless Your Family

NanaKojo Adu
[April 16, 2007]
Lyrics and Music by NanaKojo Adu

Una "Instant song" comparsa in questi giorni su YouTube dedicata alle 32 vittime del massacro del Virginia Tech Campus di Blacksburg e alle loro famiglie, scritta da un ragazzo americano di chiara origine africana. Il testo è stato trascritto all'ascolto.

A recently YouTubed instant song dedicated to the 32 victims of Virginia Tech Campus massacre and to their families, written by an American boy of African origin. Lyrics have been transcribed by listening.

"I wrote this song today whilst watching coverage of the devastating events that took place on Virginia Tech Campus.

God Bless the families of those lost on April 16th 2007 at Virginia Tech.

Matthew 5:4 Blessed are those who mourn, for they shall be comforted.

(See also Isaiah 61:1 - 4)

A brighter day is coming."
Blessed are those who mourn, for they shall be comforted.
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 19/4/2007 - 00:54
Video!

Love is a Good Thing

(1996)
(Sheryl Crow/Tad Wadhams)

All'indomani del terribile massacro del Virginia Tech, proponiamo questa canzone di più di dieci anni fa in cui Sheryl Crow denuncia il problema delle armi vendute sempre più facilmente nei supermercati statunitensi.

L'album Sheryl Crow debutta nei negozi nel settembre del 1996. Si tratta ancora una volta di classic rock, ma dal suono più elettrico, che in molti punti rimanda alle atmosfere degli anni settanta, scandite dal Funky. Il successo ancora una volta arride alla cantautrice del Mid-West, che fa breccia nella top ten di molti paesi, non però senza intoppi. La catena di ipermercati Wal-Mart (che controlla buona parte del mercato discografico americano) infatti ritira dai propri scaffali l'ultimo album a causa di un brano in esso contenuto. Si tratta di 'Love is a Good Thing', in cui in un verso ("Watch out sister, watch out brother, Watch our... (continua)
Watch out sister, watch out brother,
(continua)
inviata da Lorenzo Masetti 17/4/2007 - 15:24




hosted by inventati.org