Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Autore Paul Simon

Rimuovi tutti i filtri
Video!

Pigs, Sheep and Wolves

[2000]
Parole e musica di Paul Simon
Nell'album "You're the One", recentemente ripresa in "In the Blue Light" (2018), featuring Winton Marsalis




Una fattoria degli animali di orwelliana memoria, dove i grassi porcelli dominano sugli altri animali, primi fra tutti le miti pecore... In lontananza, sulla collina, i lupi, i reietti della società... Una pecora, allontanatasi dal gregge, viene trovata barbaramente uccisa, scuoiata... Al lupo! Al lupo!... Ma siamo proprio certi che siano loro i predatori? O forse anch'essi sono solo dei capri espiatori?

I maiali, per restare al potere, per restare grossi e grassi, hanno bisogno che le pecore abbiano paura dei lupi, ma soni i porci stessi a macellarle senza che loro nemmeno se ne avvedano...
Big and fat
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 10/11/2018 - 21:00
Video!

Soft Parachutes

[1979-80]
Parole e musica di Paul Simon.
Nel suo album “One-Trick Pony” del 1980, che è anche il titolo di un film da lui scritto e interpretato, diretto da Robert M. Young.
Soft parachutes, Fourth of July
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 29/6/2018 - 10:50
Video!

Keep the Customer Satisfied

[1969]
Parole e musica di Paul Simon
Nell’album “Bridge over Troubled Water”

Il racconto di cosa accadeva quando l’autore di He Was My Brother e 7 O'Clock News/Silent Night ed il suo sodale Art Garfunkel tenevano concerti in alcuni Stati, dove venivano insultati ed oltraggiati da “patrioti” e “veri americani” e persino intimiditi dalla polizia, tutta gente di “sani principi” e “timorata di Dio” che però sapeva usare solo parole d’odio… E dire che Simon & Garfunkel non facevano altro cercare di soddisfare i loro tanti fans...
Gee, but it’s great to be back home
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 28/6/2018 - 15:14
Video!

The Riverbank

[2016]
Parole e musica di Paul Simon
Dal suo ultimo album intitolato “Stranger to Stranger”

The Riverbank was inspired by a visit to wounded veterans at Walter Reed Hospital and the funeral of a teacher Simon knew that was murdered in the 2012 Sandy Hook Elementary School massacre.” (Rolling Stone)

Una canzone sulle persone segnate dalla violenza, ispirata all'incontro che Paul Simon fece con alcuni mutilati, veterani di guerra, e alla morte di una sua conoscente, un'insegnante della scuola elementare Sandy Hook che fu tra le vittime di Adam Peter Lanza.

Il 14 dicembre 2012 a Newtown, Connecticut, un giovane di nome Adam Peter Lanza uccise 27 persone, tra cui 20 bambini, dopo essersi introdotto in una scuola elementare a Sandy Hook. L’assassino, 20 anni, aveva gravi problemi mentali fin dall’infanzia, ma nessuno gli aveva impedito l’acquisto di armi letalissime, come un fucile mitragliatore Bushmaster e una pistola Glock.
Frightened by the tone of a phone
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 27/11/2016 - 17:33
Video!

A Simple Desultory Philippic

(or How I Was Robert McNamara'd into Submission)
(1965/1966)

Pubblicata originariamente nell'album di debutto solista di Paul Simon "The Paul Simon Songbook" pubblicato solo nel Regno Unito
La versione che presentiamo per prima, perché più in tema con il nostro sito, è quella incisa (con parole aggiornate) nell'album di Simon & Garfunkel "Parsley, Sage, Rosemary and Thyme"(1966).

La canzone nasce come mezza parodia mezzo omaggio allo stile del primo Bob Dylan, citato per nome ("c'era un tizio così all'antica che se gli dici Dylan pensa che stai parlando di Dylan Thomas...") e con i titoli delle sue canzoni tra cui It's Alright, Ma (I'm Only Bleeding).

Nella prima strofa Simon cita la filosofa pro-capitalista Ayn Rand, il segretario alla difesa Robert McNamara, l'ambasciatore statunitense in Vietnam del Sud Maxwell Taylor e altri personaggi che sostenevano l'escalation in Vietnam ridicolizzandoli opportunamente.

fonte: Songs of the Vietnam Conflict di James E. Perone
I been Norman Mailered, Maxwell Taylored.
(continua)
inviata da Lorenzo Masetti 8/3/2016 - 22:51
Downloadable! Video!

Chanson d'innocence

(1981)
Musica di Paul Simon
Testo francese di Didier Barbelivien

Sulla musica di "The Sound of Silence" di Simon & Garfunkel.
Elle disait faut pas toucher
(continua)
4/4/2014 - 22:48

Il vento dell’Apartheid

Antiwar Songs Blog
Nel 1984, cercando ispirazione in seguito al fallimento di critica e commerciale dell’album Hearts and Bones, Paul Simon rimase affascinato da una cassetta che suonava regolarmente in macchina, una compilation di gruppi sudafricani chiamata Accordion Jive Hits, II.Nel 1985, presi dei contatti grazie all’etichetta discografica con alcuni gruppi locali, Simon volò in Sudafrica. Era un […]
Antiwar Songs Staff 2013-12-13 12:01:00
Video!

Citizen of the Planet

Scritta per "Hearts and Bones" nel 1982 ma poi scartata, registrata con Garfunkel per un album di reunion mai realizzato, è stata pubblicata in una raccolta di Simon & Garfunkel del 2003.

“It was a direct statement about nuclear disarmament. Too direct for me. It goes : "I am a citizen of the planet. I was born here. I'm going to die here. I am entitled by my birth to the treasures of the earth. No one should be denied these. No one should be denied." I'd like to give it to some disarmament groups for others to sing, because it's quite a good song, but it's just not my voice”.
(Paul Simon)
I am a citizen of the planet
(continua)
26/4/2009 - 00:47
The Capeman: un musical di Paul Simon del 1997. All'epoca un clamoroso flop, ma una storia di immigrazione, razzismo e galera da non dimenticare. Per la prima volta tradotto in italiano.
Lorenzo Masetti 6/4/2007 - 14:49
Downloadable! Video!

Wartime Prayers

dall'album "Surprise" (2006)
Prayers offered in times of peace are silent conversations,
(continua)
3/5/2006 - 15:03
Downloadable! Video!

Biko

[1979]
Lyrics and music / Testo e musica / Paroles et musique / Sanat ja sävel: Peter Gabriel
Single release: 1980
Album release: Peter Gabriel III [1980]
Also performed and recorded by / Altri interpreti / Autres interprètes / Laulun muut tulkit:
Robert Wyatt (1984) in "Work in Progress"
Joan Baez (1987) in "Recently".
BAP (1988)
Cudù (1988) in "Vivo"
Simple Minds (1989) "Street Fighting Years".
Manu Dibango (1994) in "Wakafrika".
Playing for Change in "Songs Around the World".
Paul Simon (2010) in "And I'll Scratch Yours".
Nomadi e poi Danilo Sacco dal vivo
(dq82)

Steve Biko era il leader pacifista e antirazzista del partito comunista sudafricano (all'epoca fuorilegge), ucciso dalla polizia del regime dell'Apartheid nel 1977.
Probabilmente una delle più famose e belle canzoni di Peter Gabriel. [RV-2005]



English
Italiano

"Biko" is an anti-apartheid protest song by... (continua)
Ngomhla sibuyayo
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 8/4/2005 - 18:36
Video!

He Was My Brother

[1964]
Written by Paul Simon
Scritta da Paul Simon

"E' morto perche' odiava le ingiustizie"... non credo ci sia bisogno di altri commenti.
[Commento originale alla primitiva raccolta delle CCG]

Si crede generalmente che Paul Simon abbia scritto questa canzone in memoria di Andrew Goodman. Non è esattamente così. In realtà Simon Scrisse la canzone prima dei fatti, mentre si trovava in Inghilterra. Fu soltanto dopo la morte di Goodman che gliela dedicò, modificando forse qualche verso in modo da alludere alla sua morte.

Andrew Goodman era l'attivista per i diritti civili assassinato assieme a Mickey Schwerner e James Chaney a Meridian, nel Mississippi, il 21 giugno 1964. Goodman e Schwerner si erano recati là nell'ambito della "Freedom Summer", la campagna per estendere il dititto di voto alle persone di colore in quello stato. Tutti e tre furono prima arrestati, poi assassinati dal... (continua)
He was my brother
(continua)
inviata da Alessandra




hosted by inventati.org