Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Autore Maria Rollero

Rimuovi tutti i filtri

Merica, Merica

anonimo
[fine 800?]
“Canzone composta di due parti: la prima (testo di anonimo e musica di Cantovivo) è la presentazione dell’America come paese ideale, la Mecca del proletariato. La seconda (raccolta a Seregno da Maria Adelaide Spreafico) è la forzata sopravvivenza degli emigranti in quella terra di sogni e di chimere. (Maria Rollero – forse costei? - come da commento citato su Il Deposito, da cui riprendo anche il testo.)
Il ritornello è lo stesso di Son maritata giovane, guarda caso raccolta dalla stessa Spreafico.
Sembra invece non aver a che fare, a parte il titolo, con Merica Merica di Angelo Giusti.
O cari fratelli ora state a sentire
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 22/12/2015 - 14:45

I NO TAV a la stasiun

Scritta a più mani, 2007, sull’aria di “Gli alpin a la stasiun”

Testo ripreso da “Canta che non passa”(il TAV)
I Fogli Musicali Volanti di:
Aje i NO TAV a la stasiun
(continua)
inviata da adriana 28/4/2007 - 10:41




hosted by inventati.org