Lingua   

War

Bob Marley


Lingua: Inglese

Scarica / ascolta

Loading...

Guarda il video

Loading...

Ti può interessare anche...

Zimbabwe
(Bob Marley)
I Shot the Sheriff
(Bob Marley)
Independence Day
(Warrick Sony)


[1976]‎
Scritta da Rita Marley
Album “Rastaman Vibration”‎

BobMarley-RastamanVibration


War è una canzone cantata da Bob Marley pubblicata sul disco Rastaman Vibration del 1976 e scritta da Allen Cole e Carlton Barrett, tratta da un discorso fatto dall’imperatore di Etiopia, Hailé Selassié.

Il popolo Rasta prega Selassié come la seconda incarnazione di Dio, e si riferisce a lui come il Leone di Giuda, cosa che Marley ha fatto in molte delle sue canzoni. Hailé Selassié diede questo discorso all'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, il 4 ottobre 1963. Marley utilizza una parte del discorso di Sua Maestà, in particolare quella che richiama all’uguaglianza tra gli uomini affinché non ci siano differenze di razza, classe o nazionalità. Nella sua canzone, Marley asserisce che ci sarà guerra fino al giorno in cui si arriverà ad una società egualitaria.

Haile Selassie


Ecco la parte del discorso di Hailé Selassié che Marley usa in “War”:

« Riguardo alla questione della discriminazione razziale, la Conferenza di Addis Abeba ha insegnato questa ulteriore lezione, a coloro che la vogliono imparare: finché la filosofia che considera una razza superiore e un’altra inferiore non sarà finalmente screditata e riprovata; finché in nessuna nazione vi saranno più cittadini di prima e di seconda classe; finché il colore della pelle di un uomo non avrà più valore del colore dei suoi occhi; finché i diritti umani fondamentali non saranno ugualmente garantiti a tutti, senza distinzione di razza; fino a quel giorno, il sogno di una pace duratura, la cittadinanza del mondo e le regole della morale internazionale resteranno solo una fuggevole illusione, perseguita e mai conseguita; e finché l’ignobile e drammatico regime che oggi opprime i nostri fratelli in Angola, in Mozambico, in Sudafrica, con le sue disumane catene, non sarà rovesciato e totalmente spazzato via; finché il bigottismo, il pregiudizio e l’interesse personale inumano e malizioso, non saranno sostituiti dalla tolleranza, la comprensione e i buoni propositi; finché gli africani non si alzeranno e parleranno come esseri liberi, uguali agli occhi di tutti gli uomini, come sono uguali davanti agli occhi del Cielo; fino a quel giorno il Continente africano non conoscerà pace. Noi africani, combatteremo, se necessario, e sappiamo che vinceremo, poiché confidiamo nella vittoria del Bene sul Male. »


Wikipedia
Until the philosophy which holds one race
Superior and another inferior
Is finally and permanently discredited and abandoned
Everywhere is war, me say war

That until there are no longer first class
And second class citizens of any nation
Until the colour of a man's skin
Is of no more significance than the colour of his eyes
Me say war

That until the basic human rights are equally
Guaranteed to all, without regard to race
Dis a war

That until that day
The dream of lasting peace, world citizenship
Rule of international morality
Will remain in but a fleeting illusion
To be pursued, but never attained
Now everywhere is war, war

And until the ignoble and unhappy regimes
That hold our brothers in Angola, in Mozambique,
South Africa sub-human bondage
Have been toppled, utterly destroyed
Well, everywehre is war, me say war

War in the east, war in the west
War up north, war down south
War, war, rumours of war

And until that day, the African continent
Will not know peace, we Africans will fight

We find it necessary and we know we shall win
As we are confident in the victory

Of good over evil, good over evil, good over evil
Good over evil, good over evil, good over evil



Lingua: Italiano

Versione italiana di Riccardo Venturi
GUERRA

Finché la filosofia che considera una razza
superiore ed un'altra inferiore
non sarà definitivamente screditata e abbandonata
dovunque sarà guerra, dico, guerra

Finché non ci saranno più cittadini
di serie A e di serie B in ogni nazione
finché il colore della pelle di un uomo
non vorrà dire niente di più che il colore degli occhi
sarà guerra, dico

Finché i diritti umani fondamentali non saranno
ugualmente garantiti a tutti, senza riguardo per la razza
sarà guerra

E dico che fino a quel giorno
il sogno di una pace durevole, di essere cittadini del mondo
e il predominio della moralità internazionale
non resteranno che una pia illusione
da perseguire, ma che non sarà mai raggiunta
e ora ovunque è guerra, è guerra

E finché i regimi ignobili e infelici
che tengono i nostri fratelli in Angola, in Mozambico
ed in Sud Africa in una schiavitù disumana
non saranno abbattuti e distrutti senza remissione
beh, ovunque sarà guerra, dico, sarà guerra.

Guerra all'est, guerra all'ovest
guerra al nord, guerra al sud
guerra, guerra, rumori di guerra

E fino al giorno in cui il continente africano
non conoscerà la pace, noi africani combatteremo

Lo riteniamo necessario e sappiamo che vinceremo
poiché crediamo nella vittoria

del bene sul male, del bene sul male, del bene sul male
del bene sul male, del bene sul male, del bene sul male.



Lingua: Francese

Traduzione francese da l'histgeobox
GUERRE

En attendant que la philosophie qui tient une race pour Supérieure et une autre comme inférieure
Ne soit, enfin et définitivement, discréditée et abandonnée
Partout c'est la guerre, Je dis : guerre

En attendant qu'il n'y ait plus de citoyens
De première et de deuxième classe, dans chaque nation,
En attendant que la couleur de peau d'un homme
N'ait pas plus de signification que la couleur de ses yeux
Je dis : guerre

En attendant que les droits fondamentaux de l'homme soient justement Garantis pour tous, sans considération de race
C'est la guerre

Tant que ce jour n'est pas advenu,
Le rêve d'une paix durable, d'une citoyenneté mondiale,
D'un règne de moralité internationale
Ne restera qu'une illusion éphémère
Poursuivie, mais jamais réalisée
Maintenant partout c'est la guerre, la guerre

Et en attendant que les régimes ignobles et malheureux
Qui tiennent nos frères, en Angola, au Mozambique, en Afrique du Sud, dans un esclavage moins qu'humain aient été renversés, complètement détruits
Et bien, partout c'est la guerre, je dis : guerre

Guerre à l'est, guerre à l'ouest
Guerre au nord, guerre au sud
Guerre, guerre, rumeurs de guerre

Et en attendant ce jour, le continent africain
Ne connaitra pas la paix, nous, les Africains, combattrons

Nous pensons que c'est nécessaire et nous savons que nous gagnerons
Puisque nous sommes sûrs de la victoire

Du bien sur le mal, du bien sur le mal, du bien sur le mal Du bien sur le mal, du bien sur le mal, du bien sur le mal

inviata da Alessandro - 2/12/2009 - 22:53




Lingua: Catalano

Versione catalana del gruppo rock Sopa de Cabra
GUERRA

Fins que la filosofia
deixi de ser una raça superior a les altres
hi haura guerra!
Fins que no hi hagi per mes temps
ciutadans de primera i de segona classe
hi haura guerra!
Fins que el color de la pell d'un home
sigui tan important com el color dels seus ulls
hi haura guerra!
Fins que els drets humans basics
siguin garantits per tothom sense discriminacions
hi haura guerra!
I fins aquest dia
el somni de la pau final
i el mon i la humanitat
estarem atrapats per la moralitat
continuarem vivint d'il.lusions que perseguirem
pero no aconseguirem
i arreu hi haura guerra!
Fins que l'innoble i infeliç regim
que destrossa als germans d'Angola
de Sudafrica, dels paisos oprimits
sigui destruit, totalment aniquilat
arreu hi haura guerra!
Guerra a l'est!
Guerra a l'oest!
Guerra al nord!
Guerra al sud!
Arreu hi haura guerra!
Alguns guanyen!
Alguns perden!
Molts moren!
No val la pena!
Pero arreu hi haura guerra!
Arreu hi haura guerra!...

5/5/2013 - 22:59


la prima volta k ascoltai bob marley avevo soltanto 12 anni.....ora ne ho 15..... da allora la mia vita è totalmente cambiata.... la prima volta k ascoltai la voce d bob mi vibrò il cuore e lo stomaco provai 1 sensazione bellissima.... cn la canzone exodus...... vorrei dr solo 1 cs a tt qll xsone k associano bob=canna...... loro nn capiscono nnt e d nn giudicare le cose così cm le vedono ma d ascoltare qlk volta delle canzoni d bob marley....... così poi tt penserebbero cm noi......... consiglio d ascoltare la canzone: africa unite, war xkè è 1 canzone stupenda, babylon sistem xkè parla del sistema, isdrael vibration, redemption song................... FINCHE' TT I DIRITTI UMANI NN SARANNO UGUALMENTE GARANTITI A TT......... IO DICO GUERRA.... NN IMPORTA IL COLORE DELLA TUA PELLE.....................BOB 6 UNICO, T RIMARRAI SMP NELLA STORIA DEL MONDO..........................................

PeAcE - 13/10/2007 - 16:46


vabbè inutile dire ke bob marley ha fatto la storia del reggae...anzi fa parte della storia della musica in generale (storia vera,nn quella di quelli ke si imprvvisano cantanti x 1 giorno e ke fanno un singolo e scompaiono)...comunque volevo solo dire ke la prima volta ke ho ascoltato bob è stato nella mia stanzetta cn mio padre...è stata una delle cose più belle della mia vita e ora a 18 anni devo solo a lui tutta la mia "cultura musicale"...vabbè ascoltate sempre bob...anzi ascoltate sempre MUSICA CN UN SENSO...nn solo musica e basta!!

M4rt1N4 - 2/6/2008 - 20:55


Ho 16 anni e gia da un anno ke ascolto la favolosa musica del grande e mitico bob marley...ultimamente lessi una frase ke disse e mi è rimasta nel cuore « Io non ho pregiudizi contro me stesso. Mio padre era bianco e mia madre era nera. Mi chiamano mezza-casta, o qualcosa del genere. Ma io non parteggio per nessuno, né per l'uomo bianco né per l'uomo nero. Io sto dalla parte di Dio, colui che mi ha creato e che ha fatto in modo che io venissi generato sia dal nero che dal bianco. »e vi dico una cosa se la sera nn mi addormento sentendo bob nn riesco a prendere sonno...la cosa bella della sua musica ke e tt vero e sincera e REALE...cmq e uno dei piu grandi nella storia della musica.........GRANDE BOB...

bobba - 14/8/2008 - 23:34


Bob,anche se sei morto sei sempre vivo nel mio cuore.grazie alla tua musica ho superato momenti difficili della mia adolescenza e grazie a te ho capito che nel mondo c'he ancora gente che sfrutta i propri talenti x portare pace.C'è 1 tua frase bellissima che dice"Chi ha paura di sognare è destinato a morire",con questa ho capito che bisogna sempre rincorrere i propri sogni,anche irrangiugibili.Ciao,Bob,stammi bene lassù

BigBOB 95 - 26/1/2009 - 23:11


Bob Marley è un grande della musica, le sue lettere sono un'inpirazione per tutti. Solo i piu grandi o buddha
possono o parlare cosi sulle razze e sul fatto di essere uguali.

buddha - 26/3/2014 - 16:22


Questo sito comincia decisamente a essere conosciuto parecchio in alto, se persino Gautama Siddharta in persona ha ritenuto di doverci lasciare un (graditissimo) commento... Possa la luce della Sua saggezza illuminarci!

Riccardo Venturi - 26/3/2014 - 20:10


Yeeeeeeh...gooda afghan stuff : D

caustico krzyś - 26/3/2014 - 20:32


"Fuma bene,
fuma sano,
fuma solo pakistano!" (cit.)

Riccardo Venturi - 27/3/2014 - 00:24


chi crede che la musica di marley riguardi solo le canne e i fattoni in genere non ha capito nulla...il vero messaggio riguarda la liberta' e l' amore. jah live children!!!!

Parva Securis - 22/9/2014 - 12:39


Una curiosità:
le strofe iniziali di questa canzone sono state urlate a cappella da una completamente rasata Sinead O'Connor addosso alla folla che la fischiava senza pausa impedendole di cantare la sua canzone al Concerto Tributo per il 30° Anniversario di Bob Dylan, tenutosi a New York il 16 ottobre del 1992. Lei avrebbe dovuto interpretare I Believe in You (da Slow Train Coming), i musicisti accennavano in continuazione le prime note ma il pubblico del Madison Square Garden non perdonava alla cantante di aver poco tempo prima stracciato pubblicamente, durante la sua apparizione al Saturday Night Live, l'immagine del Papa. Vorrei sottolineare che I Believe in You era una delle prime canzoni del cosidetto "periodo cristiano" di Dylan....che altro dire?

Flavio Poltronieri - 22/9/2014 - 16:56


Che Sinead O'Connor strappò la foto del papa dopo aver cantato questa stessa canzone cambiando alcune strofe e riferendosi agli abusi sessuali subiti dai bambini nei collegi irlandesi da parte dei preti cattolici. Una lotta che non ha mai abbandonato. Al Madison Square garden é stata fischiata e lei la ricantò, ma il pubblico, forse troppo bigotto, non colse il gesto di protesta contro lo stato vaticano che ha sempre cercato di proteggere i preti.

Fidel - 12/8/2017 - 23:45




Lingua: Inglese

Ecco le parole nella versione di Sinead O'Connor con la strofa dedicata agli abusi sessuali subiti dai bambini irlandesi.
WAR

Until the philosophy,
Which holds one race superior
And another inferior,
Is finally and permanently
Discredited and abandoned,
Everywhere is war.

Until there is no longer first class
Or second class citizens of any nation.
Until the color of a man's skin,
Is of no more significance than
The color of his eyes,
I've got to say "war".

That until the basic human rights,
Are equally guaranteed to all,
Without regard to race,
I'll say "war"

Until that day the dream of lasting peace,
World-citizenship and the rule of
International morality will remain
Just a fleeting illusion to be pursued,
But never obtained.
And everywhere is war.

Until the ignoble and unhappy regime
Which holds all of us through,
Child-abuse, yeah, child-abuse yeah,
Sub-human bondage has been toppled,
Utterly destroyed,
Everywhere is war.

War in the east,
War in the west,
War up north,
War down south,
There is war,
And the rumors of war.

Until that day,
There is no continent,
Which will know peace.

Children, children.

Fight!

We find it necessary.
We know we will win.
We have confidence in the victory
Of good over evil

Fight the real enemy!

13/8/2017 - 00:12


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org