Language   

Il peso del coraggio

Fiorella Mannoia
Language: Italian

List of versions


Related Songs

Luce
(Fiorella Mannoia)
Ho imparato a sognare
(Negrita)
Non è un film
(Fiorella Mannoia)


[2018]
Scritta da Fiorella Mannoia e Maria Luisa De Prisco
Singolo che anticipa l'uscita dell'album "Personale" (2019)

Il peso del coraggio

Trovo forse un po' didascalico il testo e monotona la musica (nel senso di già sentita, come in Che sia benedetta), ma sicuramente una grande canzone per questi tempi non certo luminosi, di grandi vigliacchi forti coi deboli e deboli coi forti e di gente con la schiena curva e senza coraggio...

scritta da Amara e Maria Luisa de Prisco
(Virginia)
Sono questi vuoti d’aria
questi vuoti di felicità
queste assurde convinzioni
tutte queste distrazioni
a farci perdere

Sono come buchi neri
questi buchi nei pensieri
si fa finta di niente
lo facciamo da sempre
ci si dimentica

Che ognuno ha la sua parte in questa grande scena
ognuno ha i suoi diritti
ognuno ha la sua schiena
per sopportare il peso di ogni scelta
il peso di ogni passo, il peso del coraggio

E ho capito che non sempre il tempo cura le ferite
che sono sempre meno le persone amiche
che non esiste resa senza pentimento
che quello che mi aspetto è solo quello che pretendo

E ho imparato ad accettare che gli affetti tradiscono
che gli amori, anche i più grandi poi finiscono
che non c’è niente di sbagliato in un perdono
che se non sbaglio non capisco io chi sono

Sono queste devozioni
queste manie di superiorità
c’è chi fa ancora la guerra
chi non conosce vergogna
chi si dimentica

Che ognuno ha la sua parte in questa grande scena
che ognuno ha i suoi diritti
e ognuno ha la sua schiena
per sopportare il peso di ogni scelta
il peso di ogni passo, il peso del coraggio

E ho capito che non serve il tempo alle ferite
che sono sempre meno le persone unite
che non esiste azione senza conseguenza
chi ha torto e chi ha ragione quando un bambino muore?

E allora stiamo ancora zitti che così ci preferiscono
tutti zitti come cani che obbediscono
ci vorrebbe più rispetto, ci vorrebbe più attenzione
se si parla della vita, se parliamo di persone

Siamo il silenzio che resta dopo le parole
siamo la voce che può arrivare dove vuole
siamo il confine della nostra libertà
siamo noi l’umanità
siamo in diritto di cambiare tutto e di ricominciare
ricominciare

Ognuno ha in gioco la sua parte in questa grande scena
ognuno ha i suoi diritti
ognuno ha la sua schiena
per sopportare il peso di ogni scelta
il peso di ogni passo, il peso del coraggio
il peso del coraggio

Contributed by Bernart Bartleby - 2019/2/1 - 13:32


..bellissima canzone.
Tutt'altro che monotona,contrariamente a quanto leggo nella vostra recensione.
E nemmeno paragonabile a "che sia benedetta"

raffaelezorzi@hotmail.com - 2019/3/4 - 20:11


Caro raffaelezorzi@hotmail.com, de gustibus non disputandum est... Ho scritto che la trovo una grande canzone, dopo di che la trovo molto simile ad altre della Mannoia, sarà il suo modo di renderla, un po'... monotono.
E poi - io non lo sapevo - anche qui, come in "Che sia benedetta", pare ci sia il credito di Erika Mineo, in arte Amara...

Comunque quelle che si esprimono liberamente qui sono opinioni, non recensioni.

B.B. - 2019/3/4 - 21:51



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org