Language   

Colombo che sul poggio sei volato

Anonymous
Language: Italian (Toscano)

List of versions


Related Songs

Días y flores
(Silvio Rodríguez)
Mamma, non mi mandà fori la sera
(Caterina Bueno)
Maremma amara
(Anonymous)


Canzone popolare toscana ("Rispetto")
A Tuscan folksong ("Rispetto")


Il rispetto originale nell'interpretazione del gruppo Vincanto. Castelfranco di Sotto (Pisa), 22 marzo 2014.


Colombo che sul poggio sei volato è il primo dei “rispetti” che Caterina Bueno andò raccogliendo in varie zone della Toscana, e dei quali fa parte anche Maremma amara. Il materiale storico è evidentemente lo stesso, nonostante la Maremma non vi sia nominata espressamente; ma si tratta di un componimento che può avere valore più generale. L'innamorata che, disperata, chiede notizie a un colombo o a qualsiasi altro uccello (un uccello vola, e quindi vede tutto) è un τόπος popolare assai diffuso in ogni cultura. Per che cosa si allontana, un innamorato, dalla sua bella? Per lavorare, per emigrare, per andare a fare la guerra. Il mondo rurale questo ha visto per millenni. Il rispetto, nel testo fornito e cantato da Caterina Bueno, si avvale di una melodia molto bella, anche se assai cupa e tragica; anche in questo caso notevolmente più antica del testo, dato che musicalmente obbedisce in modo evidente a canoni rinascimentali, se non addirittura medievali; il testo è particolarmente interessante come esempio di toscano veramente rustico. Nel suo famoso Chi cerca trova (Edizioni Birba, Firenze, 1977, con stereocassetta allegata), Riccardo Marasco ne diede un'interpretazione con un testo maggiormente accessibile e armonizzata; il brano è, con tutta probabilità, anche testualmente assai più antico di “Maremma amara”, anche considerando gli analoghi. [RV]
Colombo che sul poggio sei volato,
d'in sulla quercie ce l'hai fatto il nido;
portemi le notizie 'l mio fidanzato
e fammelo sapè se l'è morto o vivo.

E se egli è vivo 'na bella grillanda,
e se gli è morto una bella ghirlanda;
e se gli è vivo una bella canzona
e se gli è morto una bella corona.

Contributed by Riccardo Venturi - 2015/2/12 - 12:11



Language: Italian

Il brano nell'interpretazione di Riccardo Marasco
Da "Chi cerca trova", Edizioni Birba, Firenze 1977.

Accompagnandosi con la sua celebre "Chitarra lyra", Riccardo Marasco cantò il testo con un'armonizzazione un po' differente, come differente è anche il testo. Non avendo sottomano il volume (l'allegata stereocassetta è andata purtroppo distrutta da anni), lo riporto a memoria. Si tratta evidentemente di una versione più tarda; interessante l'ultimo verso, che riporta evidentemente al matrimonio (si veda ad esempio l'uso del verbo "impalmare" per "sposare"). [RV]
COLOMBO CHE SUL POGGIO

Colombo che sul poggio sei volato,
colombo che sul poggio hai fatto il nido
dammi le nòve dell'innamorato,
dammi le nòve se l'è morto o vivo.

E se l'è vivo una bella canzona,
e se l'è morto una bella corona.
E se l'è morto una bella ghirlanda,
e se l'è vivo una fiorita palma.

Contributed by Riccardo Venturi - 2015/2/12 - 12:21



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org