Lingua   

Sapore di cacca

Riccardo Scocciante
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Les vrais racistes
(Ariel Boucher)
Chi fermerà la tonaca
(Riccardo Scocciante)
Zombie
(Cranberries)


cldE chi lo ferma più? Stavo quasi per andare a letto, dopo una dura giornata di CCG passata a inserire quintali di Ariel Boucher, di canzoni coreane, di traduzioni in cinese e d'altre simili cosette, quando, tàc, mi arriva l'immancabile meilìna notturna dal mio amico Scocciante (amico si fa per dire, eh). Stavolta, debbo dire, se l'è presa con un altro noto uomo politico (uomo si fa per dire, eh) italiano, anzi padano; non senza qualche ragione, probabilmente. Si tratta di quel tizio che fino a poco tempo fa faceva il ministro della repubblica, proponeva riforme costituzionali, si esibiva in TV sfoderando una maglietta con certe vignette danesi, per finire poi a tifare per l'Italia, nella finale dei mondiali, perché la Francia era formata da "negri e comunisti". Che dire? Mi sono assunto l'ingrato compito di fare da tramite a Riccardo Scocciante, è un impegno che mi sono preso e mi corre l'obbligo di.

NOTA. Lo Scocciante m'informa che la canzoncina ha da essere cantata sull'aria, nientepopodimeno, che di Sapore di sale di Gino Paoli. Insomma, persino quella. Ci salvi Manitù. Addirittura l'ha scritta mezza in livornese. Ach so. [RV]
Sapore di cacca
-anzi proprio di merda-
che ho sulla pelle
che ho sulle labbra
quando accendo la tele
e vedo quel maiale
davanti a me
davanti a me

Sapor di beota
-anzi proprio di idiota-
gusto di demenza,
fa veder la maglietta
con la bella vignetta
danese e maometta
scoppia la battaglia,
brucia ir consolà’

Sapor d’integralista
-anzi no di nazista-
in camicia verde,
il color delle merde
lo tufferei nell’acqua
fino a farlo affogare
‘ni venisse lo scolo
l’emorroidi o il vaiòl

A quel porco cretino
‘ni brucerei i’ seder,
‘ni venisse la scabbia
n’arronchiasse le braccia
‘ni direi mentre stiànta
sapore di cacca
sapore di merda
sapore di te

Sapor di Benito,
-anzi no d’Adorfo-
ciuàua idrofobo
babbuino islamofobo
e in quer culo merdoso
anzi l’ano patano
‘ni ci ficcherei
una supposta al tritòl

A quer porco razzista
che faceva ir dentista
ci vorèbbe ‘varcuno
a stiacciànni la faccia
se qualcun te la spacca
n’esce fòri cacca,
n’esce fòri merda,
n’esce fòri te!

20/8/2006 - 02:23



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org