Lingua   

Que le sang retombe sur vous

Gaston Couté
Lingua: Francese


Ti può interessare anche...

Les loups
(Gaston Couté)
Celui qui a mal tourné
(Georges Brassens)
Тишина (Song about Zoya)‎
(А. Neško / А. Нешко)


‎[1910]‎
Versi di gaston Couté pubblicati sul settimanale socialista e antimilitarista “La Guerre Sociale”, ‎fondato nel 1906 e diretta da Gustave Hervé (1871-1944, personaggio contradditorio che fu prima ‎socialista rivoluzionario, poi nazionalista interventista e infine simpatizzante nazifascista).‎
Sull’aria di “Le Midi bouge”, canzone militare rislaente alla guerra franco-prussiana del 1870.‎
Nella raccolta “La chanson d'un gâs qu'a mal tourné”, le opere complete di Gaston Couté pubblicate ‎in cinque volumi dalle edizioni “Le vent du ch'min” tra il 1976 ed il 1977 e riedite nel 2013 dalle ‎edizioni “La Matière Noire” (“Que le sang retombe sur vous” si trova nel quarto volume).‎

6144H57WW9L. SY445

Canzone dedicata a Jean-Jacques Liabeuf (1886-1910), calzolaio con alcuni piccoli precedenti per ‎furto contro il quale la polizia di Parigi si accanì con particolare attenzione. Dopo diversi brevi ‎soggiorni in galera e dopo il servizio militare in Africa, Liabeuf si innamorò di una prostituta il cui ‎magnaccia era però un informatore di polizia. Sicchè, ancora una volta, il povero Liabeuf fu ‎arrestato e sbattuto in galera, questa volta con l’accusa per lui infamante di essere il protettore della ‎sua amata.‎



Uscito di prigione nel gennaio del 1910, incazzato come una iena, il calzolaio decise di vendicarsi ‎dei poliziotti, tali Maugras e Vors, che avevano voluto incastrarlo. Armato di tutto punto si mise ‎alla loro caccia ma fu intercettato da un’altra pattuglia. Nello scontro che ne seguì Liabeuf uccise un ‎poliziotto e ne ferì un altro, prima di essere a sua volta ferito e quindi arrestato.‎




Il direttore de “La Guerre Sociale”, Gustave Hervé, sulle colonne del suo giornale celebrò Liabeuf ‎come un eroe, guadagnandosi una condanna a 4 anni ed un’ammenda di 1000 franchi e diventando ‎così il “Dreyfus degli operai” per gli ambienti anarchici e socialisti (lui che anni dopo sarebbe ‎diventato un fascistone).‎




Jean-Jacques Liabeuf fu ghigliottinato il 2 luglio 1910 ma la sua esecuzione si trasformò in una ‎grande manifestazione in suo sostegno, con durissimi scontri tra polizia e circa 10.000 persone che ‎erano intervenute per impedirla.‎

Gli altri personaggi citati nella canzone, oltre al poliziotto Maugras, sono: Louis Lépine, l’allora ‎prefetti di Parigi (responsabile in seguito della morte dell’anarchico Henri Cler e della forte ‎repressione degli scioperi operai in quel periodo); Aristide Briand, allora presidente del consiglio ‎dei ministri; Armand Fallieres, allora presidente della Repubblica; Albert Soleilland, stupratore ed ‎omicida che Fallieres graziò inviandolo al bagno penale a vita; Sadi Carnot, presidente francese ‎assassinato nel 1894 dall’anarchico italiano ‎‎Sante Caserio.‎
Voilà que Liabeuf dit
Sous le coup'ret maudit,‎
‎— Effort suprême
Pour clamer son honneur
‎« Non ! Non ! Quand même,‎
Je n'suis pas un sout'neur ! »‎
‎ ‎
‎— Hou, hou !‎
La Veuve bouge Tout est rouge !...‎
Hou, hou !‎
Que l'sang retomb' sur vous.‎
‎ ‎
Maugras, n'es-tu point là?‎
C'est pour toi tout cela
‎— Ohé, Beau-Gosse !‎
Pour que tu puiss's mentir,‎
Menteur atroce ‎
Davantage à l'av'nir !...‎

‎— Hou, hou !‎
La Veuve bouge Tout est rouge !...‎
Hou, hou !‎
Que l'sang retomb' sur vous.‎
‎ ‎
Lepine, en cet instant,‎
Tu dois être content,‎
Pèr' des bourriques,‎
Vois les airs triomphants
Et sympathiques
De tes petits enfants !...‎

‎— Hou, hou !‎
La Veuve bouge Tout est rouge !...‎
Hou, hou !‎
Que l'sang retomb' sur vous.‎

Briand, lav' toi les mains
Dedans ce sang humain;‎
La belle affaire!‎
Qu'on mette un homme à mort
Ton ministère
Aujourd'hui vit encor' !‎
‎ ‎
‎— Hou, hou !‎
La Veuve bouge Tout est rouge !...‎
Hou, hou !‎
Que l'sang retomb' sur vous.‎

Fallieres, pôvre Armand, ‎
Dors bien tranquillement
‎— Les personn's grasses
Ont l'sommeil bienveillant. —‎
Rêv' de la grâce
D'un prochain Soleilland !‎
‎ ‎
‎— Hou, hou !‎
La Veuve bouge Tout est rouge !...‎
Hou, hou !‎
Que l'sang retomb' sur vous.‎

A moins, mon doux agneau,‎
Que l'ombre de Carnot
Sur toi ne passe,‎
Transformant sans égard
Ton rêv' bonasse
En un affreux cauch'mar !...‎

‎— Hou, hou !‎
La Veuve bouge Tout est rouge !...‎
Hou, hou !‎
Que l'sang retomb' sur vous.‎

inviata da Bernart - 26/8/2013 - 16:55


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org