Language   

La canzon del Navili

Ivan Della Mea
Language: Italian (Lombardo Milanese)

List of versions


Related Songs

La set
(Barabàn)
La machine
(Jean-Baptiste Clément)
L’era mai success
(El Pinza)


‎[1974]‎
Dall’album “Ringhera”‎
Testo trovato su La canzon milanesa


ringhera

Naviglio ‎milanese (Darsena di Porta Ticinese?)‎
Naviglio ‎milanese (Darsena di Porta Ticinese?)‎


Quand s’eri giovin lavoravi chì
sora al Navili, des or al dì, ‎
me son sposaa e’l viagg de nozz ‎
m'è toccaa fall sora sto foss

Gh'è chi dis che l'è bella quest'acqua marscia, ‎
sto scarich publich de cess, de roera, ‎
ma mi quand ‘riva giò la sira ‎
me senti el stomech bell e saraa

E adess che son vecc, pian de malann, ‎
g'ho an'mò de falla sta vita de can, ‎
cont el barcon e pien de rabbia ‎
a caregà sabbia sora’l Tisin

Gh'è chi dis che l'è bella quest'aqua marscia, ‎
sto scarich publich de cess, de roera, ‎
ma mi quand ‘riva giò la sira ‎
me senti el stomech bell e saraa

Però la storia l'è minga finida ‎
sora’l Navili gh'è n'altra vita, ‎
dal bel Tisìn a Porta Cines, ‎
dì sora dì e mes su mes.‎

Gh'è Giovann el me fioeu, la mia speranza ‎
giamò finida, giamò brusada, ‎
gh'è chi dis che l'è bella st'acqua marscia impestada, ‎
gh'è chi dis che l'è bella, ma a mi me pias no

Contributed by Dead End - 2013/3/6 - 10:54



Language: Italian

Traduzione italiana da La canzon ‎milanesa
LA CANZONE DEL NAVIGLIO

Quando ero giovane lavoravo qui
sopra il Naviglio, dieci ore al giorno,‎
mi sono sposato e il viaggio di nozze
ho dovuto farlo sopra questo fosso

C'è chi dice che è bella quest'acqua marcia,‎
questo scarico pubblico di cessi, di spazzatura,‎
ma io quando scende la sera
mi sento lo stomaco già chiuso‎

E adesso che sono vecchio, pieno di malanni,‎
devo ancora fare questa vita da cane,‎
con il barcone e pieno di rabbia‎
a caricare sabbia sopra il Ticino

C'è chi dice che è bella quest'acqua marcia,‎
questo scarico pubblico di cessi, di spazzatura,‎
ma io quando scende la sera
mi sento lo stomaco già chiuso‎

Però la storia non è finita,‎
sopra il Naviglio c'è un'altra vita,‎
dal bel Ticino a Porta Ticinese,‎
giorno su giorno e mese su mese

C'è Giovanni, il mio figlio, la mia speranza,‎
già finita, già bruciata,‎
c'è chi dice che è bella quest'acqua marcia impestata,‎
c'è chi dice che è bella, ma a me non piace.‎

Contributed by Dead End - 2013/3/6 - 10:55



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org