Language   

Luna di rame e d'ottone

I Luf
Language: Italian

List of versions


Related Songs

Vento
(I Luf)
Turna mia ‘ndré
(I Luf)
Pra não dizer que não falei das flores
(Geraldo Vandré)


Dicembre 2008

Tre etti di musica made in Italy, fatti a mano

luna di rame e d'ottone

Tornano i Luf, folk-rock band lombarda e lo fanno con un nuovo disco che è già considerato un’opera d’arte: Luna di rame e d’ottone.

I Luf (lupi in bresciano) che dal 2000 a oggi hanno realizzato 8 tra dischi, raccolte e libri musicali, capitanati da Dario Canossi si sono ritrovati nella loro “tana” di Monticello Brianza, in provincia di Lecco e armati di martelli e punzoni, hanno dato vita a un prodotto di puro artigianato musicale italiano. La confezione di questo nuovo disco infatti, è composta da trecento grammi di rame, ottone e ribattini per una preziosa copertina, interamente assemblata a mano da tutto il “branco” di musicisti e stampato in prima edizione limitata, con una tiratura di 500 copie numerate.

Non solo arte, ma anche tradizione: nell’era degli mp3, iLuf riabbracciano le origini della musica e sfornano un singolo in vinile, un 45 giri con tanto di lato A e B, due canzoni che rievocano il fascino del suono in bianco e nero.

Disco nuovo, ma sentimenti vecchi per iLuf: con questo lavoro (che contiene anche il cd con i due singoli), il gruppo continua a credere nell’importanza della solidarietà. Parte del ricavato del disco, sarà infatti devoluto alle associazioni Vida a Pititinga, creata dal comico Enrico Bertolino, A forca da Partilha, di don Marco Tenderini e all’associazione missionaria Dom Helder Camara.

Luna di rame e d’ottone e Il treno delle sei, sono le due canzoni contenute nel disco (distribuito dalla IRD) disponibile a richiesta in tutti i negozi. Il 45 giri rappresenta, proprio come accadeva fino a qualche decennio fa, l’anteprima del nuovo album che iLuf hanno in cantiere per il prossimo anno.

SPECIAL GUEST
Anche questa volta, i Luf hanno avuto l’onore di ospitare un grande musicista: si tratta di Fabio Rinaudo, uno dei migliori suonatori di uilleann pipes, la tipica cornamusa irlandese, che ha regalato al brano Il treno delle sei, un’atmosfera davvero suggestiva.

L’ultimo lavoro de i Luf, oltre a collaborazioni artistiche, vanta anche quella tecnica di uno dei più richiesti fonici d’Italia: Lorenzo Cazzaniga. Grande professionista, nonostante la giovane età (ha solo 38 anni), ha alle spalle collaborazioni importanti con artisti del calibro di Vasco Rossi, Claudio Baglioni, Ray Charles e moltissimi altri. È suo il mixaggio del disco, mentre per la presa diretta in studio, la band si è affidata alle mani di Guido Fioravanti.

I Luf sono: Dario Canossi: chitarra e voce - Sergio ”Jeio” Pontoriero: basso, percussioni, chitarra e voce - Sammy Radaelli: batteria - Cesare Comito: chitarra, banjo, armonica e voce - Stefano Civetta: fisarmonica e voce - Pier Zuin: cornamuse e flauti - Fabio Biale: violino, mandolino e voce - Marco “Mitic” Maggi: idee elettroniche - Matteo Luraghi: basso e voce - Ranieri “Ragno” Fumagalli: cornamuse e flauti

I testi e le musiche sono di Dario Canossi, gli arrangiamenti sono di Sergio Pontoriero e de iLuf, la produzione artistica è di Sergio Pontoriero e la produzione esecutiva di Perspartitopreso.


Da Flel 2010

fiel
Luna di rame e d’ottone
che vegli sul mondo che va
luna di lana e cartone
questa notte non finirà
luna che incarti la terra
fino alla prossima guerra
spegni la palla di fuoco
gioca con me questo gioco

Luna di rame e d’ottone
se cresci dai l’onda al mare
luna di lana e cartone
senza mai farti bagnare
lava le lacrime a Dio
per un peccato anche mio
leva i chiodi alla croce
di chi non ha più una voce

Luna ridente
luna tagliente
lun lunatica
luna serafica
luna di mirra e d'incenso
luna dal profumo denso
lun silente
luna crescente
luna di casa
luna di strada
luna soffitto dei poveri stanchi
luna strumento dei naviganti
luna che oro ha i rubato ai briganti
luna moneta dei santi
luna ridente
luna tagliente
lun lunatica
luna serafica
luna di mirra e d'incenso
luna dal profumo denso
lun silente
luna crescente
luna di casa
luna di strada


Luna che porti fortuna
fammi trovare un tesoro
dietro alla prossima duna
non voglio né sabbia né oro
dacci due etti di pace
dacci due chili d’amore
dacci due litri di brividi
riempi il mio cuore di lividi

luna di rame e d’ottone
luna col cane e il bastone
dacci le cose che vuoi
ma resta per sempre con noi

Contributed by DonQuijote82 - 2012/8/21 - 17:50



Language: Italian

Versione in Flel 2010
Luna di rame e d’ottone
che vegli sul mondo che va
luna di lana e cartone
questa notte non finirà
luna che incarti la terra
fino alla prossima guerra
spegni la palla di fuoco
gioca con me questo gioco

Luna di rame e d’ottone
se cresci dai l’onda al mare
luna di lana e cartone
senza mai farti bagnare
lava le lacrime a Dio
per un peccato anche mio
leva i chiodi alla croce
di chi non ha più una voce

Di rame sarà la mia spada
d’ottone il mio porta fortuna
La luna sarà il mio tesoro
dietro la prossima duna

Luna che porti fortuna
fammi trovare un tesoro
dietro alla prossima duna
non voglio né sabbia né oro
dacci due etti di pace
dacci due chili d’amore
dacci due litri di brividi
riempi il mio cuore di lividi

luna di rame e d’ottone
luna col cane e il bastone
dacci le cose che vuoi
ma resta per sempre con noi

Contributed by DonQuijote82 - 2012/8/22 - 09:21


Bella! Ma nel testo manca un pezzo (quello parlato / rappato).

Lorenzo - 2012/8/21 - 23:43


svelato il "mistero" della parte scomparsa, il rappato era presente nella prima versione ed è stato poi sostituito da una quartina nella versione sul disco Flel di due anni successivo. Messe tutt'e due le versioni in ordine cronologico.

DonQuijote82 - 2012/8/22 - 09:26



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org