Lingua   

Memorie di una testa tagliata

C.S.I.


Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Maslenica
(PiAccaSette)
הײלים - Chaialym (Soldati)
(Stefano Saletti & Piccola Banda Ikona)
Unità di Produzione
(C.S.I.)


Sulla guerra nei Balcani, dall'album "Ko de Mondo" (1994)
Testo di Giovanni Lindo Ferretti
Musica di Massimo Zamboni, Francesco Magnelli e Gianni Maroccolo.
Ko de Mondo

 Memorie di una testa tagliata


Una lunga riflessione di una testa tagliata, che riporta col pensiero alla ghigliottina, e che accarezza su una melodia meravigliosa tutti gli stati d'animo del replay di una testa mozzata, che si perde tutto sotto un cielo "slavo del sud non senza grazia", il tutto interrotto qui e là da interferenze cybernetiche che fanno ricordare il Battiato de "La Cura".
McSampyr, da DeBaser
Chi è che sa di che siamo capaci tutti
Vanificato il limite oramai
Vanificato il limite
Si avvicina l'inverno
Soffice crepitio sulla terra
Pomeriggio dolce assolato terso
Sotto un cielo slavo del Sud
Slavo cielo del Sud non senza grazia

(sistema evocativo in atto accesso obbligato zona rischio)

Salgo
Lento, leggero
Caldo
Sbuffo animale
Penetrante ma sale
Un
Ultimo
Pensiero
Odora di te
Mi
Distendo
Aprendomi
Tensione verticale

Rallenta il mio respiro
Scende in profondità
Si adatta al soffio del mondo
pomeriggio dolce assolato terso
Sotto un cielo slavo del Sud pieno di grazia

(sequenze disturbate eccesso sovraccarico pericolo pericolo)

In basso
In fondo
Giù
La
Mia
Testa
Tagliata
Porge
Uno sguardo
Fisso
Immutabile ormai
Sguardo
Compassionevole
Replay
La mia testa
Tagliata
Replay
Sguardo compassionevole
Sguardo fisso oramai
Replay
Replay
Vuoto
Replay
Vuoto
(sistema evocativo esaurito interruzione)

non "buffo animale", ma "sbuffo animale"

jones - 16/8/2013 - 12:28



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org