Lingua   

Day After Tomorrow

Tom Waits


Lingua: Inglese

Scarica / ascolta

Loading...

Guarda il video

Loading...

Ti può interessare anche...

Marriott, U.S.A.
(Joan Baez)
Cambodia
(Joan Baez)
I Don't Wanna Grow Up
(Tom Waits)


Dall'album "Real Gone" (2004)
Scritta da Tom Waits con la moglie Kathleen Brennan.
Realgone
interpretata anche da Joan Baez

La lettera di un soldato.

NOTA
Del testo di questa canzone circolano su internet versioni significativamente diverse e molte con degli errori evidenti. Il testo riportato qui è stato ricontrollato all'ascolto e dovrebbe essere giusto.

NOTICE
The lyrics of this song can be found on the web in very different versions and sometimes with a lot of evident mistakes. Lyrics as transcripted here were checked by listening to the original song and should be correct
I got your letter today
And I miss you all so much, here
I can't wait to see you all
And I'm counting the days, dear
I still believe that there's gold
At the end of the world
And I'll come home
To Illinois
On the day after tomorrow

It is so hard
And it's cold here
And I'm tired of taking orders
And I miss old Rockford town
Up by the Wisconsin border
But I miss you won't believe
Shoveling snow and raking leaves
And my plane will touch down
On the day after tomorrow

I close my eyes
Every night
And I dream that I can hold you
They fill us full of lies
Everyone buys
About what it means to be a soldier
I still don't know how I'm supposed to feel
About all the blood that's been spilled
Will God on his throne
Get me back home
On the day after tomorrow

You can't deny
The other side
Don't want to die
Any more than we do
What I'm trying to say,
Is don't they pray
To the same God that we do?
Tell me, how does God choose?
Whose prayers does he refuse?
Who turns the wheel?
And who throws the dice
On the day after tomorrow?

Mmmmmmm...

I'm not fighting
For justice
I am not fighting
For freedom
I am fighting
For my life
And another day
In the world here
I just do what I've been told
We’re just the gravel on the road
And only the lucky ones come home
on the day after tomorrow

And the summer it too
Will fade and with it
Brings the winter’s frost, dear
And I know we too are made
Of all the things that we have lost here
I'll be twenty-one today
I've been saving all my pay
And my plane will touch down
On the day after tomorrow
And my plane it will touch down
On the day after tomorrow

16/12/2004 - 14:28




Lingua: Italiano

Versione italiana di Lorenzo Masetti
DOPODOMANI

Ho ricevuto la tua lettera, oggi
E mi manchi tanto, quaggiù
Non posso aspettare per vederti
E conto i giorni, cara
Credo ancora che ci sia l'oro
Alla fine del mondo
E tornero a casa
nell'Illinois
dopodomani

È così dura
ed è così freddo qui
e sono stanco di prendere ordini
E mi manca la vecchia città di Rockfrod
Al confine con il Wisconsin
Ma mi manca, non ci crederai
Anche spalare la neve e rastrellare le foglie
E il mio aereo toccherà terra
dopodomani

Chiudo gli occhi
ogni notte
e sogno di poterti stringere
Ci riempono di bugie
a cui tutti credono
su cosa significa essere un soldato
Ancora non so cosa dovrei provare
per il sangue che è stato versato
E voglia Dio, sul suo trono
riportarmi a casa
dopodomani

Non puoi negare
che dall'altra parte
non vogliono morire
più di quanto lo vogliamo noi.
Quello che sto cercando di dire è
Loro non pregano
lo stesso Dio che pregiamo noi?
Dimmi, come fa Dio a scegliere?
Di chi rifiuta le preghiere?
Chi gira la ruota?
E chi lancia i dadi
dopodomani?

Mmmmmmm...

Non sto combattendo
per la giustizia
Non sto combattendo
per la libertà
Sto combattendo
per la mia vita
e per un altro giorno
qui al mondo
Faccio solo ciò che mi hanno detto
Siamo solo ghiaia sulla strada
E solo quelli fortunati tornano a casa
dopodomani

E l'estate
anch'essa svanirà
e lascerà il posto al gelo dell'inverno, cara
E so che anche noi siamo fatti
di tutte le cose che abbiamo perso qui
Avrò ventun anni oggi
Ho messo da parte tutta la mia paga
ed il mio aereo toccherà terra
dopodomani
ed il mio aereo toccherà terra
dopodomani

6/6/2005 - 23:17


Ne fa una bellissima versione anche Linda Thompson nell'album 'Versatile Heart' del 2007.

Luciano Atlantei - 11/7/2010 - 12:26




Lingua: Italiano

Traducanzone in italiano di Andrea Buriani



E' la prima canzone chiaramente politica di Tom Waits, portata al successo da Joan Baez, che denuncia l'assurdità della guerra, attraverso la presa di coscienza di un giovane soldato al fronte, che si sente fregato dalle promesse che gli avevano fatto.
Tra l'altro il testo contiene anche una interessante riflessione, ovvero : "Io sono in guerra e prego Dio che mi salvi la vita. Ma se chi sta dall'altra parte del fronte prega anche lui lo stesso Dio che salvi la vita a lui, come farà Dio, che è poi lo stesso Dio per entrambi, a scegliere tra me e lui?".
Tom Waits è un famoso cantautore americano, dalla voce roca, molto ruvida. E' un tipo particolare: grande pianista, gran fumatore, buon bevitore. Ha recitato anche in numerosi film. Forse lo ricorderete accanto a Benigni in "Daunbaylò", che significa "Fuori dalla legge" e già il titolo la dice lunga sul personaggio. Lui era uno dei due ergastolani che fuggono dalla prigione assieme a Benigni.
Il testo è una esternazione, fatta in prima persona, che fa pensare a una lettera inviata da un soldato dal fronte alla fidanzata lontana, due giorni prima del suo ritorno, perché in occasione del suo ventunesimo compleanno gli hanno concesso un viaggio premio. E così in molti hanno voluto interpretarla.
Ora, già un rientro dal fronte in occasione di un compleanno mi suona strano, poi perché una lettera scritta e spedita due giorni prima della partenza? C'è ovviamente il rischio che arrivi a casa prima lui della lettera. Per questo io preferisco dare alla canzone un'altra chiave di lettura, cioè questa :

Un soldato è gravemente ferito e nel delirio crede di parlare alla fidanzata, che invece è lontana, e a lei si confessa.
Gli hanno promesso di rimpatriarlo, per il suo stato di salute, dopo due giorni, e a questa speranza lui si aggrappa purtroppo forse inutilmente, ma questo il testo non ce lo dice, perchè probabilmente non ce la farà a vedere l'alba di dopodomani.
Noi crediamo che un giorno il mondo vivrà veramente in pace. Sappiamo che questo giorno non potrà essere „domani", cioè il futuro prossimo, per ovvi motivi, ma su „dopodomani" noi ci contiamo
DOPODOMANI

Ho le tue lettere, tutte qui, dice il mio cuore che mi manchi
ed io non so più aspettare, i giorni miei quaggiù son tanti.
Ma ora so che tornerò da questa fine del mondo,
e arriverò nell' Illinois e sarà dopo domani.

Fa così freddo, è così dura, ma non mi farò più comandare.
Mi manca sai, la mia città, la gente sua col suo vociare,
mi manca poi, non crederai, raccoglier foglie e neve poi,
ma il mio volo atterrerà, ora lo so dopodomani.

Io chiudo gli occhi, ogni notte, in sogno sai quanto ti ho amato.
Ci hanno fregato, e chi ci casca ancora, che senso ha fare il soldato?
Che cosa ho ancora da provare, qunto altro sangue è da versare?
Ma ritornerò a casa so e sarà dopodomani.

Non puoi negare, di là dal fronte, non c'è a chi piaccia poi soffrire.
Pregheranno pure con altri nomi lo stesso Dio per non morire.
Dimmi come farà lui poi a sceglier tra di noi?
A girar la ruota? E i dadi ancora chi lancerà dopodomani?

E la mia estate fuggità è già, vedi m'aspetta un freddo inverno.
Perché anche noi, siam fatti sai di tutto ciò che qui abbiam perso.
E i miei ventun anni poi è tutto ciò che ho in mano ormai,
ma il mio volo atterrerà, ora lo so dopodomani.

Qui non combatto per Libertà, né per Giustizia o chichessia..
Ora combatto per la mia vita, far che domani ancor ci sia.
C'è dell' oro, io lo so ai confini del mondo.
E lo troverò, con te lo so e sarà dopodomani

inviata da dq82 - 16/11/2015 - 12:27


I soldati che tornano in licenza, più o meno dicono tutti la frase:
"I'm not fighting
For justice
I am not fighting
For freedom
I am fighting
For my life"
che stà più o meno a significare: Torno al fronte non per il governo ma solo perchè là ci sono ancora i miei compagni.
Tom Waits afferma di aver scritto la canzone dopo aver letto la storia di un soldato di Rockford e della sua morte.
"Questi ragazzi sono considerati sassolini sulla strada. Credete che un qualsiasi senatore quando ha davanti un soldato ci veda qualcosa di più di un bossolo usato? Abbiamo bisogno di munizioni e le munizioni sono questi ragazzi" (Tom Waits)

Flavio Poltronieri - 16/11/2015 - 16:30


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org