Language   
Simple list
Show Filters
Language
Song Itinerary
Date

Before 2018-3-20

Remove all filters
Video!

Ama chi ti ama

Ama chi ti ama,
(Continues)
Contributed by Dq82 2018/3/20 - 23:37
Video!

Canzone per Giulio Regeni

2018

È costellata di silenzi, depistaggi e verità nascoste, la ricerca della verità sull’omicidio di Giulio Regeni, il ricercatore italiano sequestrato e ucciso in Egitto tra gennaio e febbraio 2016. La collaborazione giudiziaria tra la procura egiziana e i pm di Roma, è caratterizzata da un andamento incerto fin dal ritrovamento del corpo, il tardo pomeriggio del 3 febbraio, in un fosso che costeggia l’autostrada Cairo – Alessandria. Per l’Italia è un brusco risveglio. Il giovane ricercatore di Fiumicello, 28 anni appena compiuti, era scomparso la sera del 25 gennaio mentre si recava ad un appuntamento con un amico, il professore Gennaro Gervasio, dell’Università britannica del Cairo. Insieme avrebbero dovuto andare ad una festa a casa di amici. Ma Giulio non si presenterà mai all’appuntamento. Da quella sera del 25 gennaio, quinto anniversario della rivoluzione in Egitto, di lui si perde... (Continues)
Qua soffia un vento, come d'uragano,
(Continues)
Contributed by Dq82 2018/3/20 - 23:21
Video!

Land of the Living

Album: The Red Thread (2004)
Late afternoon back in New York town
(Continues)
2018/3/20 - 22:54
Video!

Madre

2009

Taraneh Mousavi era una ragazza iraniana di 28 anni con capelli neri e occhi verdi.

Le sue tracce si perdono il 28 giugno quando viene arrestata insieme ai manifestanti vicino alla moschea di Ghoba. Taraneh non stava partecipando alla vicina manifestazione di protesta, si stava recando al centro di formazione e bellezza (BTE) dove segue dei corsi. Probabilmente la sua avvenenza ha attirato i poliziotti in borghese che l’hanno caricata insieme ad altri studenti manifestanti su una camionetta e portata al centro di detenzione. Tutti i detenuti sono stati smistati per il carcere di Evin o per la centrale di polizia di Nobonyad, mentre Taraneh è rimasta la sola nel centro di detenzione. Qui è stata stuprata ripetutamente e brutalmente dai poliziotti per diverse settimane.

Alcuni giorni fa la madre di Taraneh riceve una telefonata anonima da un agente governativo che le comunica che la... (Continues)
Madre, di ogni bene madre
(Continues)
Contributed by Dq82 2018/3/20 - 22:50
Downloadable! Video!

The Bush Boys

Album - Rock That Babe. (2003)

Questa ironica canzone sulla dinastia Bush risale proprio a 15 anni fa, l'anno dell'invasione dell'Iraq, la guerra di cui ancora paghiamo le consguenze.
Listen up folks the votes are in
(Continues)
2018/3/20 - 22:41
Song Itineraries: George Walker Bush II
Video!

Black Velvet Band

[19° secolo]
Una ballata irlandese ottocentesca che Ewan MacColl imparò da Harry Cox negli anni 50
Poi nei suoi album "Bad Lads and Hard Cases - British Ballads of Crime and Criminals" (1957) e "Chorus From the Gallows" (1960), con Peggy Seeger

Una canzone tradizionale esistente in molteplici versioni, di cui la più famosa è forse quella dei Dubliners, risalente al 1967.

Il testo della versione di MacColl – insieme a molte altre – l'ho trovato sull'incommensurabile Mudcat Café

Una canzone che mi ha fatto venire subito in mente la scena dell'incontro tra Amsterdam (Leonardo DiCaprio) e la borseggiatrice Jenny (Cameron Diaz) in "Gangs of New York" di Martin Scorsese (2002), un film in cui, non a caso, la nascita di New York – e dell'America moderna - è descritta come una guerra feroce fra i Nativi, protestanti, e i Conigli Morti, cattolici, immigrati irlandesi.
In a neat little town they call Belfast
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2018/3/20 - 21:45
Video!

Il canto della marcia (Amore e libertà)

2018

Il canto nella marcia è l'omaggio che gli AK47 hanno voluto dedicare al Kurdistan attraverso le parole del poeta Sherko Bekas e quelle del cantautore armeno Aram Tigram. Dal Rojava alla Turchia, la libertà del popolo kurdo è la nostra libertà.

Abbiamo scritto, suonato e cantato il “Canto nella marcia (Amore e Libertà)”, una canzone sul Kurdistan, che catalizza i nostri cuori su una lotta giusta, senza se e senza ma. Il Kurdistan, è una regione vastissima abitata da circa 50 milioni di curdi, cui non viene riconosciuta la propria identità linguistica, culturale e di stato indipendente. L’Iraq, l’Iran, la Siria e la Turchia, occupano e si dividono la regione dei Curdi, esercitando un potere discriminatorio, che la Turchia in particolare – attualmente – sta imponendo con la forza della violenza cieca, bombardando le città che maggiormente alimentano la resistenza. E la Turchia, la dittatura... (Continues)
L'amore chiama l'amore
(Continues)
Contributed by Dq82 2018/3/20 - 21:11
Song Itineraries: From Kurdistan
Downloadable! Video!

Brother, Can You Spare A Dime?

George Michael, dopo averla incisa per la prima volta nell'album di cover jazzate Songs From The Last Century (1999), le rimase molto affezionato per tutta la vita (anche perchè questo, alla sua veneranda età, resta un brano perfettamente aderente alla poetica "di solidarietà sociale" disvelata dallo stesso cantautore britannico in forse poche ma assai significative canzoni come Praying For Time, Hand To Mouth e Crazyman Dance), cantandola ad esempio al concerto benefico Netaid (1999), al Pavarotti and Friends (2000) e da ultimo nel suo tour orchestrale Symphonica (2011-2012), oltre a scegliere la versione del Pavarotti and Friends come B-side del CD singolo An Easier Affair (2006).

- da Songs From The Last Century:



- da Netaid:



- da Pavarotti and Friends:



- da Symphonica:

Alberta Beccaro - Venezia 2018/3/20 - 18:09

A Flickering Light in the Darkness. 15 years of AWS website.

Antiwar Songs Blog
  Nothing self-referential, nothing triumphalistic, nothing at all. No “budgets”, no celebrations or self-celebrations: only one site, called “Antiwar Songs”, or “Canzoni Contro la Guerra”, or “Chansons Contre la Guerre” (the title is translated into a hundred languages on the site’s homepage) which, today, March 20, 2018, celebrates its fifteen years of activity. The site […]
Antiwar Songs Staff 2018-03-20 16:44:00

A Flickering Light in the Darkness. Le CCG/AWS compiono 15 anni.

Antiwar Songs Blog
  Niente di autoreferenziale, niente di trionfalistico, niente “numeri”, che pure sono oramai enormi. Niente “bilanci”, niente celebrazioni o autocelebrazioni: c’è solo un sito, chiamato “Canzoni Contro la Guerra”, o “Antiwar Songs”, o “Chansons Contre la Guerre” (come si dice in un centinaio di lingue c’è nella homepage) che, oggi, 20 marzo 2018, compie quindici […]
Antiwar Songs Staff 2018-03-20 16:07:00
Downloadable! Video!

A Mother's Pledge

War will end when we refuse to fight them. Wonderful song!
Greenbean950 2018/3/20 - 14:13
Video!

Che il Mediterraneo sia

Canzone che è di una bellezza tale da potersi considerare enciclopedica per il suo genere. Mi fa immaginare il vessato mediterraneo di adesso è il “mare che mormora per tutto il poema” a cui si riferiva Heine in merito all'ambientazione dell'Odissea... dove il mediterraneo viene descritto in un epico percorso di ritorno in patria, in cui il protagonista si trova in acque che non gli rispondono per volere di un dio e che lo portano in riva di terre straniere. Vi ricorda niente la situazione di Odisseo? Se sì, allora il poema è da considerarsi profetico per i giorni nostri, in cui fra l'altro utilizziamo l’espressione “odissea” per descrivere un viaggio difficile.

Grazie Eugenio Bennato (che poi eugenio e bennato sono due aggettivi che sono sinonimi fra loro) per questo capolavoro di brano e soprattutto di album che nel 2002 ci hai regalato!
Gabriele Maiellaro 2018/3/20 - 13:00

La complainte de Manda

[1964]
Scritta da Jean Arnulf e Alain Goraguer
Nel secondo album di Jean Arnulf
Ma mère me l'avait dit souvent
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2018/3/20 - 13:00
Video!

Chanson pour Yvan Colonna

Anonymous
Speremu chi stia nantu l'istessa prigiò' d'Yvan Colonna...! [cit.]



Razzumaglia! Delinquente! Racaille!
L'Anonimo Toscano del XXI secolo 2018/3/20 - 12:08
Video!

Le bonheur

[1948]
Parole e musica di Jean Villard, detto Gilles, e Albert Urfer.
Interpretata dal duo Gilles & Urfer in un loro récital realizzato probabilmente nel 1965
Testo trovato su J'ai la mémoire qui chante
Quand l’aurore aux accents
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2018/3/20 - 10:18
Song Itineraries: Anti War Love Songs

La mienne à moi

[1966]
Parole di Martine Merri, compagna di Arnulf
Musica di Jean Arnulf
La mienne à moi, tous mes amours
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2018/3/20 - 09:53
Song Itineraries: Anti War Love Songs, Deserters
The website “Antiwar Songs” has celebrated on March 20 its 15th ANNIVERSARY.
Riccardo Venturi 2018/3/20 - 09:40

Kłótnia druidów

Una poesiola a là Pasquino in attesa di musicare :)
Breslavia, 18 marzo 2018
Anonim polski z XXI w.
(Continues)
Contributed by Krzysiek 2018/3/20 - 02:29
Video!

Kate Bush: π

No hell below us, above us only sky

CCG Staff 2018/3/19 - 23:46
Downloadable! Video!

Perché Fausto e Iaio

Perché Fausto e Iaio? I Gang e Daniele Biacchessi, Milano 18 marzo 2018



Il video è di orribile qualità e ha solo valore di testimonianza. Auditorium "Cerri" di Via Valvassori Peroni, Milano Lambrate, pieno da scoppiare.
Riccardo Venturi 2018/3/19 - 11:44
Video!

Quella sera al Leoncavallo...

Cristina "piccola" e Salvino "LiberaMente" Sagone
[20 marzo 1978]
Scritta da Cristina "piccola", 16 anni
Amica di Fausto e Iaio
Musica di Salvino Sagone
Interpretazione di Salvino Sagone con il Coro del Dopolavoro Stadera

Milano, 18 marzo 2018, auditorium “Cerri” in via Valvassori Peroni 56, quartiere Lambrate. Una via lunghissima, coi suoi palazzoni di prammatica ma anche bizzarre palazzine in stile finto liberty. All'auditorium, stracolmo, è stata spostata la....no, non voglio chiamarla “commemorazione” o roba del genere; non c'è nulla da “commemorare”, se non l'assassinio di due ragazzi di 18 anni avvenuto quarant'anni fa. Si doveva tenere tutto in via Mancinelli, dietro il vecchio Leoncavallo; ma piove a dirotto e fa freddo. Proprio come quarant'anni prima, sembra. Pioveva e faceva freddo in una primavera lontana ancora da arrivare nonostante il calendario.

E così, tutti all'auditorium, infagottati e, in massima parte, invecchiati... (Continues)
Quella sera al Leoncavallo
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi e Daniela -k.d.- 2018/3/19 - 11:04
Video!

Immigrants (We Get the Job Done)

2016
The Hamilton Mixtape
(K'naan, Snow Tha Product, Riz MC & Residente) 
You know, and it gets into this whole issue of border security
(Continues)
Contributed by Dq82 2018/3/19 - 10:44
Video!

Citizen Ship

Ecco, tu mi scacci oggi dalla faccia di questo suolo, ed io sarò nascosto dal tuo cospetto, e sarò vagabondo e fuggiasco per la terra - Genesi 4:14

dedicata a ivan krale, nato a praga, cecoslovacchia
nazionalità: apolide
NAVE DELLA CITTADINANZA [1]
(Continues)
2018/3/18 - 15:21
Video!

Brescia

[1974]
Parole e musica del collettivo Canzoniere della Magliana di Roma
Nel disco intitolato "Dal quartiere cantiamo la lotta"
Il Canzoniere della Magliana era composto dal tedesco Volker Klein e da sua moglie, la lucana Mimma Santarsiero, e non so da chi altri... Oggi il loro percorso musicale continua nel gruppo Auriko.
Prima a Milano
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2018/3/18 - 14:50
Video!

Horea

Horea è uno dei tre brani scritti e musicati dai ragazzi dell'Istituto Penale Minorile di Bologna.
Horea, horea, wra le bhar
(Continues)
Contributed by adriana 2018/3/18 - 11:45
Song Itineraries: From World Jails
Video!

Andiamo Avanti

[2018]

Andiamo Avanti è uno dei tre brani scritti e musicati dai ragazzi dell'Istituto Penale Minorile di Bologna.
Sono poche le cose davvero importanti,
(Continues)
Contributed by adriana 2018/3/18 - 11:39
Song Itineraries: From World Jails
Video!

Diamanti

[2018]

Diamanti è uno dei tre brani scritti e musicati dai ragazzi dell'Istituto Penale Minorile di Bologna.
Non pensate che siamo differenti,
(Continues)
2018/3/18 - 11:28
Song Itineraries: From World Jails
Video!

Fermati e respira

[2018]

Album :Inequilibrio



Rinaldo ha 70 anni e da 60 trascorre le sue giornate in compagnia del suo gregge. Una vita scandita dalle esigenze dei suoi animali. Nonostante i molti km macinati di giorno in giorno nel suo sguardo non si avverte fatica, i suoi occhi trasmettono pace. Quella pace che solo la natura nella sua inarrivabile bellezza sa donare. Oggi Rinaldo è uno dei pochi a proseguire questo mestiere alla maniera di un tempo, lui stesso afferma che "la globalizzazione ci sta uccidendo, fra qualche anno i pastori non si troveranno più neanche nel presepe". Nonostante tutto continua imperterrito la sua avventura con dignitosa semplicità. Ad attenderlo a casa ogni sera c'è la sua famiglia, il focolare domestico ed un bicchiere di vino. In un mondo che corre sempre più veloce uomini come Rinaldo potrebbero insegnare molto, a partire dal concetto di attesa, di rispetto del tempo... (Continues)
La notizia si è già sparsa chi si attarda è fuori corsa
(Continues)
Contributed by adriana 2018/3/18 - 10:40
Video!

U - Soli

[2018]

Album :Inequilibrio



"U-Soli" tratta di un tema quanto mai attuale, e nasce da una riflessione semplice, istintiva, forse banale, fatta dai Punkreas "genitori" che portano a scuola i loro figli tutti i giorno. Vivono nella provincia milanese e i migliori amici dei loro bambini sono di tutte le nazionalità: bambini e ragazzi che frequentano le stesse scuole, fanno gli stessi sport, guardano gli stessi programmi, leggono gli stessi fumetti e fanno la stessa raccolta di figurine.

L'idea del video, è semplicemente quella di mostrare i volti di questi bambini a chi non ha la fortuna di poterli osservare da vicino, ogni giorno, tutti insieme. Alcuni dei protagonisti del video sono, infatti, proprio i figli dei membri della band, i loro amici, i loro compagni di classe. Gli altri sono ragazzi cresciuti all'interno di realtà splendide e meravigliose, dove le parole d'ordine sono accoglienza... (Continues)
Io sono pakistano ma son nato qui a Milano
(Continues)
Contributed by adriana 2018/3/18 - 10:06
40 years? These days, the 40th anniversaries are only for “statesmen”, it seems. On March 18, 1978, forty years ago, Fausto and Iaio were killed “by unknown hands”. Nothing has been known ever since. Forty years, and forever among and with us, forever 18. Forty years among the drums of power and of its slaves.
Riccardo Venturi 2018/3/18 - 09:19
Downloadable! Video!

A Song of Peace

UNA CANCION DE PAZ
(Continues)
Contributed by bibiana castro 2018/3/18 - 04:27
Video!

Down for Some Ignorance

Album: MartyrLoserKing (2016)

Una ninna nanna da incubo che elenca tutti i mali del mondo.
Yeah, I know we down for the ignorance
(Continues)
2018/3/17 - 23:29
Downloadable! Video!

It’s 12:01

2016

This song was written for the victims of the SFPD in particular, and for victims of police violence nationwide.
Those who hunger for justice are now starving at the station door
(Continues)
2018/3/17 - 23:21
Video!

Jacek Kaczmarski: Pompeja

[1978]
Parole e musica di Jacek Kaczmarski
Dalla cassetta "Mury" 1981
Il testo dal sito ufficiale


Odkopywaliśmy miasto Pompeję
(Continues)
Contributed by Krzysiek Wrona 2018/3/17 - 21:59
Downloadable! Video!

1260

[2017]
Parole e musica di Francesco Pelosi
Lyrics and music by Francesco Pelosi
Paroles et musique de Francesco Pelosi
Sanat ja musiikki: Francesco Pelosi
Album : Il rito della città


IL RITO DELLA CITTA'



- O Morte
- 1260
- Nordest
- Il rito della città

Il rito della città, album d’esordio di Francesco Pelosi uscito il 6 ottobre 2017 e anticipato dal singolo O Morte, ha come protagonista la città, luogo di partenza di un’indagine sentimentale e sonora che, più che suggerita, gli è stata costretta per diritto di nascita. Leonard Cohen cantava di non avere scelta, poiché nato con una “golden voice”. Più o meno allo stesso modo, nascere in una città di provincia, stretto fra due fabbriche e inondato di mitologie a basso prezzo (ma costosissime per l’anima), dall’osteria alla resistenza e dal cattolicesimo al mercato globale, non lascia scampo. Bisogna darsi da fare per raccogliere... (Continues)
Tra le fiamme che bruciarono Gherardo Segalello
(Continues)
Contributed by adriana 2018/3/17 - 17:14
Video!

Muerte de Emiliano Zapata

Versi comunemente attribuiti a tal Armando Liszt Arzubide, ma credo si tratti invece di Germán List Arzubide (1898-1998), poeta "estridentista" che prese parte come combattente alla Rivoluzione messicana.

Musica di Ignacio López Tarso (1925-), attore, una delle ultime figure ancora viventi dell'epoca d'oro del cinema messicano (1936-1959).

Negli anni 60 e 70 Ignacio López Tarso realizzò alcuni dischi dedicati alla Rivoluzione messicana, tra cui "Corridos de la Revolución" del 1964, da cui è tratta questa ballata dedicata al "Caudillo del Sur"

La versione più nota di questo corrido è quella (ridotta nel numero delle strofe) interpretata da Amparo Ochoa, con il titolo de "Bola suriana de la muerte de Emiliano Zapata", per esempio nel suo disco del 1975 "El cancionero popular".
Testo trovato su Bibliotecas Virtuales de México, dove sono raccolti non meno di 150 corridos dedicati al solo Zapata...
Escuchen señores,
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2018/3/17 - 16:47




hosted by inventati.org