Language   
Simple list
Show Filters
Language
Song Itinerary
Date

Before 2014-9-21

Remove all filters
Video!

Oro Negro

ORO NERO
(Continues)
2014/9/21 - 23:33
Downloadable! Video!

Only Our Rivers Run Free

NÍL ACH ÁR ABHAINEACHA SAOR
(Continues)
2014/9/21 - 22:16
Video!

Fotos do fogo

[1993]
Letra e música: Sérgio Godinho
Lyrics and music: Sérgio Godinho
Testo e musica: Sérgio Godinho
Album: Tinta Permanente

Pochi giorni fa ho ricevuto la seguente mail da Guido Baldoni:

"Ti scrivo perché per il Club Tenco 2014 sto preparando con Alessio Lega, Rocco [Marchi], Francesca (Baccolini] e altri due musicisti, una carrellata di cantautori stranieri dissidenti, concentrandosi su paesi dell'est (Vysotskij, Okudžava, Kryl, Kaczmarski) e Portogallo (Zeca Afonso, Fausto, Branco, che sarà ospite e canterà con noi, e Godinho). Proprio di quest'ultimo, Godinho, suoneremo Fotos de Fogo, un brano che sarebbe bello entrasse fra le tue Canzoni contro la guerra per il suo contenuto anticolonialista."

Guido Baldoni, oltre ad essere il figlio di Enzo Baldoni (che noi continuiamo, imperterriti, a non dimenticare), è oramai da tempo tra gli accompagnatori (alla fisarmonica) di Alessio Lega;... (Continues)
Chega-te a mim
(Continues)
Contributed by Guido Baldoni (per tramite di RV) 2014/9/21 - 20:40
Video!

La Varsovienne (de 1831) [Warszawianka 1831 roku]

Cantata da una bambina:

Krzysiek Wrona 2014/9/21 - 17:17
Video!

Na barykady

[1899]
Testo di Ignacy Rzońca
Lyrics by Ignacy Rzońca
Musica di Józef Pławiński
Music by Józef Pławiński

Alla fine, si arriva a sapere (grazie al nostro indefesso Krzysiek Wrona) che pure il titolo “Alle barricate” (o meglio, A las barricadas) è nato originariamente in Polonia, come la Warszawianka 1905 roku che è pure alla base della famosa canzone rivoluzionaria spagnola. In realtà, come messo in luce da KW, la Na barykady originaria polacca è un canto del tutto autonomo, scritto nel 1899 da Ignacy Rzońca (1879-1909) ma pubblicato ufficialmente nel 1904 e musicato dal compositore Józef Pławiński (che riprese le note della "Marsz żuawów" (Marcia degli zuavi), una canzone patriotica risalente ai tempi della Rivolta di Gennaio del 1863). Tale canto, fin dal 2007, era stato erroneamente inserito come “versione polacca” di A las barricadas! nel “paginone” collettivo sulla Warszawianka 1905 roku; è stato quindi opportunamente scorporato da quella pagina ed è andato a costituire una pagina autonoma. [RV]
Na barykady, ludu roboczy,
(Continues)
Contributed by Krzysztof Wrona und Riccardo Venturi 2014/9/21 - 15:00

'A Sicilia dici no!

LA SICILIA DICE NO
(Continues)
2014/9/21 - 01:52
Downloadable! Video!

Stalingrado

STALINGRADO
(Continues)
Contributed by ZugNachPankow 2014/9/20 - 23:33
Video!

Will Ye Go To Flanders

Anonymous
Non essendo indicata alcuna esecuzione, vorrei segnalare:

"We Ye Go To Flanders" del cd "Continental Reel" (Robi Droli, 1996) del gruppo "Italo-Irlandese" dei Birkin'Tree
(il titolo e' leggermente diverso ma il testo pressoche' identico)

esiste pure una versione degli Ossian (dal disco "Dove Across the Water", precedente a quella del gruppo ligure, dalla quale hanno tratto ispirazione).
Gianfranco Robiglio 2014/9/20 - 19:13
Downloadable! Video!

Lili Marleen [Lied eines jungen Wachtpostens]

esiste una versione Giamaicana in stile Ska e Rocksteady eseguita dagli Skatalites nei primi anni sessanta...imperdibile!!!
Parva Securis 2014/9/20 - 18:38
Downloadable! Video!

(R)Esistenza

Ciao Carlo,
ti ringrazio e ti rivolgo un caro abbraccio.
Fu proprio la tua conoscenza e la lettura dei libri di Solismo che in quei giorni ispirò la composizione di (R)esistenza in casa delle sorelle Tiberi, sue e tue discendenti.
Purtroppo tra le spire del tempo quei libri sono andati perduti. Sarebbe molto bello che tu li rendessi pubblici magari in rete perchè, in specie le poesie di Solismo e la sua esperienza, sono certo possono ancora essere da guida alle nuove generazioni come lo furono per me.
Tristano Gargano
Tristano 2014/9/20 - 15:12
Video!

Avanti ragazzi di Budapest

Anonymous
Ancora le barriere di destra e sinistra!! le divisioni fanno bene al potere non a noi cittadini!!!
(Martino)

Ma guarda, Martino, che ora come ora è proprio il potere cui garba tanto la "coësione"; vedasi ad esempio Giorgio Napolitano, o sbaglio?... Saluti. [RV]
2014/9/20 - 06:34
Video!

Todo lo solido se desvanece en el aire

dall'album "Vengo" (2014)

Come sarebbe il mondo senza il Capitale? si chiede Anita Tijoux in questa canzone che riprende il titolo di un celebre saggio di Marshall Berman (All That is Solid Melts in the Air), che cita a sua volta il "Manifesto del Partito Comunista" di Marx ed Engels.
Cómo sería este mundo sin capital?
(Continues)
2014/9/19 - 23:57
Video!

Angeli

2014
Riuscire a volare

Canzone ispirata da un viaggio nei campi di concentramento di Auschwitz e Birkenau 
Inverno gelido
(Continues)
Contributed by Donquijote82 2014/9/19 - 14:14
Song Itineraries: Extermination camps

Il disertore

d'après la version italienne d'une
Chanson piémontaise – Il disertore – Cantovivo – 1979


La création populaire, dans ses moments les plus représentatifs tels les rites, les traditions liées aux cycles annuels, les danses, les ballades, exprime une inégalable capacité d'unir au sens de l'histoire une très riche dimension poétique, magique, imagine.
En présentant ce disque de chants, danses et ballades principalement piémontaises et occitanes, nous voulons reproposer l’esprit et les structures originaux de chaque musique, en intervenant dans une certaine mesure, dans le respect de la tradition populaire avec nos élaborations et nos arrangements.
« Le Déserteur » est une vieille ballade dont on connaît beaucoup de variantes surtout en Piémont et en France. Nous avons marié un texte piémontais à une musique de provenance française.

Comme pour la Ballade du volontaire (reproposée en italien... (Continues)
LE DÉSERTEUR
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2014/9/19 - 12:29
Video!

Το μεγάλο μας τσίρκο

15 giugno 2013. L’ultimo concerto dell’Orchestra Sinfonica della Radiotelevisione greca... immagini che stringono il cuore.

Riprendo da it.wikipedia:

“A causa della crisi economica che attanaglia il Paese, l'11 giugno 2013, alle ore 23.11, la ERT venne chiusa dal governo: le trasmissioni radiotelevisive cessarono sull'intero territorio greco e tutti i 2.800 dipendenti vennero licenziati.
Tale iniziativa era stata intrapresa ufficialmente nel quadro del piano di contenimento della spesa pubblica attuato dal governo, che addusse a motivazione i costi elevati dell'emittente stessa, rendendo nota altresì l'intenzione di rifondare l'ente, con meno dipendenti e un nuovo nome: NERIT (Νέα Ελληνική Ραδιοφωνία, Ίντερνετ και Τηλεόραση - Nuova Radio, Televisione e Internet ellenica). Tale nuovo ente cominciò effettivamente a trasmettere ad interim con un canale televisivo e due reti radiofoniche da... (Continues)
Bernart Bartleby 2014/9/18 - 22:05

Popular Problems

Antiwar Songs Blog
Un nuovo album di Leonard Cohen è sempre un evento. Se poi arriva per festeggiare gli 80 anni, a soli due anni di distanza dal precedente fortunato capitolo (Old Ideas) è veramente una piacevole sorpresa… Il disco si intitola Popular Problems. “L’atmosfera in cui siamo immersi passa anche sotto le porte tanto è sottile e […]
Antiwar Songs Staff 2014-09-18 21:23:00
Downloadable! Video!

Story Of Isaac

Ho già scritto questo tempo fa in Moria di Jacek Kleyff.
Del sacrificio di Isacco ha parlato anche il filosofo (o scrittore fuori ruolo, come lui stesso si definiva) danese Soren Kierkergaard in "Timore e Tremore" pubblicato nel 1843 sotto lo pseudonimo di Johannes de Silentio, offrendo ipotesi senza dubbio originali: suggerisce infatti l'idea che Isacco in verità fu ucciso e che Dio, rendendosi poi conto del proprio errore nel chiedere questo ad Abramo, gliene avesse dato un altro, un altro Isacco che sarebbe rimasto per l'eternità perchè non era lo stesso nato da Sara. La storia di Isacco è l'occasione di discussione sulla natura stessa di Dio e della fede smisurata di Abramo ("... non dubitò, non si mise a sbirciare a destra e a sinistra con angoscia, non importunò il cielo con le sue preghiere. Sapeva che era Dio Onnipotente che lo metteva alla prova, sapeva che si poteva esigere da... (Continues)
Flavio Poltronieri 2014/9/18 - 17:37
Video!

原発さえなければ / Genpatsu sae nakereba

[2011]
Autore: Mika Hashimoto & Seifuku Kojo Iinkai (SKI, School Uniform Improvement Committee)
Lato B (se così si può dire oggigiorno) del singolo ダッ!ダッ!脱・原発の歌 (Da! Da! Datsu Genpatsu no Uta)
Testo trovato su (Japanese) Protest Songs (in japanese)

Ancora una canzone dal Giappone “post-post-atomico”, intendo dire quello del dopo Hiroshima-dopo Fukushima…
Non ho ancora trovato una traduzione ma credo che il titolo sia abbastanza esplicito significando, almeno approssimatamente, “Se solo non ci fossero le centrali nucleari”… E credo per giunta che si riferisca al contenuto di un breve messaggio lasciato scritto su una lavagna da un contadino di Fukushima prima di suicidarsi…
Uhoo Uhoo Uhoo Uho Uhoo Uho Uhoo Uhoo
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2014/9/18 - 15:06
Song Itineraries: No Nukes
Downloadable!

No Christmas In Kentucky

ケンタッキーにはクリスマスが来ない
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2014/9/18 - 11:49
Downloadable! Video!

Il giorno di San Patrizio

giacomo quello che mi auguro io non è un'alleanza "rosso-bruna" per combattere insieme determinate battaglie, bensì un superamento degli steccati ideologici da parte delle persone. e intendo proprio dei singoli individui. il concetto stesso di alleanza presuppone un compromesso limitato nel tempo o nel campo d'azione che non mette in discussione le convinzioni di base.
con questo non voglio dire che chi crede in qualcosa debba rinnegare le proprie convinzioni, ma quantomeno è opportuno un confronto interiore per valutare la priorità e l'importanza delle proprie idee cardine rispetto alle esigenze che ci sono oggi.
sarebbe bello che le differenze fra le varie soluzioni proposte fossero una risultanza della cultura e dell'animo delle persone, non che fossero indotti dai binari in cui, anche inconsciamente, le ideologie ci incanalano.
francesco 2014/9/18 - 11:08
Video!

なに言ってんだー (Love Me Tender)

[1988]
Parole di 忌野 清志郎 / Kiyoshiro Imawano (1951-2009), figura di primo piano del rock giapponese.
Sulla melodia di “Love Me Tender”, scritta nel 1956 da Elvis Presley e Ken Darby (sotto lo pseudonimo di Vera Matson)
Nell’album intitolato “Covers”
Testo trovato su Japanese Protest Songs

A due anni dal disastro di Černobyl', la mitica “Love Me Tender” di Elvis venne trasformata da Kiyoshiro Imawano in un’invettiva anti-nucleare: “I don't need radiation / I just wanna drink milk.”
La Toshiba, che produceva gli RC Succession del rocker giapponese, si rifiutò di pubblicare il disco e Imawano se lo produsse da solo con una casa discografica fittizia, la Kitty Records.
何言ってんだー、ふざけんじゃねー
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2014/9/18 - 10:32
Song Itineraries: No Nukes




hosted by inventati.org