Language   
Simple list
Show Filters
Language
Song Itinerary
Date

Before 2007-4-23

Remove all filters
Video!

Peace Pipe

[1993]

Da/From: Brother
In the heat of the morning
(Continues)
Contributed by daniela -k.d.- 2007/4/23 - 18:49
Video!

Elle est facho

La profezia di Renaud si è avverata e i fascisti hanno votato in massa per Sarkozy facendo toccare a Le Pen in questo primo turno delle elezioni presidenziali francesi il minimo storico. Il ridimensionamento del Fronte Nazionale è causato, secondo quanto scrive Le Monde, dal fatto che Sarkozy ha ripreso esattamente gli stessi temi e le stesse parole d'ordine di Le Pen.
Per concludere mi sembra molto appropriato il commento di un elettore francese, lasciato su un muro di Grenoble. La foto l'ho scattata proprio ieri.
Lorenzo Masetti 2007/4/23 - 17:09
Video!

99 Luftballons

io credo che questa canzone sia un forte invito contro la guerra quindi cantiamola insieme pensando all'ingiustizia del mondo,che insieme forse riusciremo a combattere!!!!
Stefania Gismondi!! 2007/4/23 - 16:55
Video!

Che il Mediterraneo sia

...finalmente ascoltiamo etnie che ti entrano dentro...sino a farti sentire ipnotizzato dalla sensazione cosi popolare e alternativa..di questa fantastica musica!
Feelo 2007/4/23 - 16:54
Video!

Lamento della sposa padovana

[sec. XII]
Conservato nel "Frammento Papafava"
Musica di Silvio Omizzolo [1941]

Conservato in un manoscritto del XII secolo, il cosiddetto Frammento Papafava, il Lamento della sposa padovana è uno dei più antichi testi giullareschi della letteratura italiana. I documenti più antichi dell'arte dei giullari sono abbastanza rari: il più antico è la cantilena toscana Salv'a lo vescovo senato, che fu composta poco dopo la metà del XII secolo in lasse monorime composte da ottonari in cui un giullare con enfatiche parole esalta Villano, arcivescovo di Pisa, per ottenere in cambio il dono di un cavallo.

Il Lamento della sposa padovana è un frammento del secolo XII proveniente da un poemetto di genere cortigiano, probabilmente imitato dal francese, che canta l'amore di una donna per il marito che combatte lontano, in Terrasanta. Musicato nel 1941 da Silvio Omizzolo, per il particolare anno di composizione e, ovviamente, anche per l'argomento, assunse significato di impegno civile e di opposizione alla guerra.

"Responder voi' a dona Frixa,
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2007/4/23 - 10:32
Video!

Elegia per gli impiccati di Bassano

[1963]
Musica di Silvio Omizzolo
su testo di Neri Pozza
testo proveniente da questa pagina

Silvio Omizzolo (1905-91), nato a Padova ma originario dell'Altopiano di Asiago, pianista e docente di pianoforte, direttore del Conservatorio di Musica C.Pollini di Padova, fu uno dei massimi compositori veneti del secolo. Allievo del compositore vicentino Almerigo Girotto, adotto` un linguaggio costruttivista contrappuntistico affine ad Hindemith e Bartok, sperimento` atonalita` e dodecafonia, ma ritenne anche una ricca espressivita` e raffinata liricita`.

In modi diversi, i compositori di questo festival sono testimoni alti del XX secolo in Europa. La musica di Mahler sembra presentire il disastro incombente sul popolo ebraico e sull'Europa. Dmitri Shostakovich, che visse e compose in Leningrado assediata, dovette anche per lunghi anni resistere allo stalinismo. Negli anni '60 e '70 Luigi Nono... (Continues)
Mare nero intorno al Grappa, mare-fuoco,
(Continues)
Contributed by Adriana e Riccardo 2007/4/23 - 10:12
Video!

Una storia da raccontare

dall'album "Una storia da raccontare" (1998)

Un'altra canzone per il percorso contro la pena di morte
Il vento passava le sbarre,
(Continues)
2007/4/23 - 09:31
Video!

Les singes

LA SCIMMIA
(Continues)
Contributed by adriana 2007/4/22 - 17:04

Sviashchennaia voina

A. V. Alexandrov
Questa canzone fu scritta da A. V. Alexandrov all’inizio della Seconda guerra mondiale e fu pubblicata nei giornali il 24 giugno 1941. Venne presentata al pubblico da una banda militare nella stazione ferroviaria di Mosca, il 26 giugno, alla partenza del primo contingente per il fronte. Successivamente il Partito Comunista utilizzò questa canzone come se fosse del partito, sebbene contro i costumi sovietici dell’epoca il testo non menzioni mai né il comunismo, né la rivoluzione bolscevica, né Stalin; comunque quest’inno divenne uno dei simboli della Grande Guerra Patriottica
Vstavai, strana ogromnaia, vstavai na smertnyi boi!
(Continues)
Contributed by Renato Stecca 2007/4/21 - 22:33
Video!

Macondo Express

Dall'album Terra e libertà (1997)

"fucili muti amigos"

contiene anche alcune battute di "Silver spear", tradizionale irlandese.


Macondo Express - Il ritorno di Paddy Garcia - Il ballo di Aureliano - Remedios la bella - Radio Tindouf - Marcia balcanica - Danza infernale - Qualche splendido giorno - Transamerika - Lettera dal fronte - L'ultima mano - Cuore blindato - Don Chisciotte - Cent'anni di solitudine - L'amore ai tempi del caos
Il treno corre forte si divora la foresta
(Continues)
Contributed by matteo88 2007/4/21 - 14:34
Downloadable! Video!

4 marzo 1943 [Gesù bambino]

Version française de Daniel Bellucci
4 MARS 1943
(Continues)
Contributed by Daniel Bellucci 21.04.2007 Nizza 2007/4/21 - 11:55
Downloadable!

Omicidio di stato

Si può ascoltare parzialmente da questo sito
La cella si aprì in un giorno di neve
(Continues)
Contributed by adriana 2007/4/21 - 10:08
Video!

La mauvaise herbe

Purtroppo pare che questo sia l'unico mp3 non scaricabile all'indirizzo http://laurentducos.free.fr/Chanson_Fr...
Proverò a cercarlo da qualche altra parte...
(Alessandro)

La pagina è purtroppo stata rimossa (probabilmente "segata" per questioni di copyright. Sono costretto a rimuovere tutti i link relativi. [RV]
2007/4/20 - 21:02
Video!

Peaceful World

[2001]

Da/From: "Cuttin' Heads"
Come on baby take a ride with me
(Continues)
Contributed by daniela -k.d.- 2007/4/20 - 19:08
Video!

Ni Dieu ni Maître

da "Sotto il pavé la spiaggia" (2006)
NÉ DIO NÉ STATO
(Continues)
Contributed by adriana 2007/4/20 - 15:44
Video!

Nobody Died

[2007]
Testo e musica di The Wilkinsons
Lyrics and Music by The Wilkinsons
Da/From "Home"

From TheStar.com

It is the kind of strange coincidence that sounds like a poor joke, but it isn't at all funny to Steve Wilkinson.

He and two of his children, Amanda and Tyler, make up the country music trio The Wilkinsons and today the group is hard at work at a local school on their latest music video "Nobody Died." Focusing on school bullying and violence, the song was inspired by the 1999 Columbine shootings, but it seems all the more ominous in light of Monday's massacre at Virginia Tech.

"The timing flipped me out and it kind of pulled the rug out from under my feet ... I was in my basement finishing off my rec room when my video director called me. He said, `have you seen the news? You're not going to believe it.'
"It's terrible, and it just made me sick," says Steve Wilkinson from his... (Continues)
Back when I went to school
(Continues)
Contributed by daniela -k.d.- 2007/4/20 - 13:44
Song Itineraries: Weapons: our daily home war
Video!

Merde à Vauban

[1961]
Paroles: Pierre Seghers
Testo: Pierre Seghers
Musique: Léo Ferré
Musica: Léo Ferré

L'isola di Ré (anticamente Ret) si trova nell'Oceano Atlantico, subito fuori dallo storico porto de La Rochelle (al quale, dal 1988, è unita da un ponte lungo circa tre chilometri). Fa parte del dipartimento della Charente Maritime (17); totalmente piatta (il suo punto più « alto » è di 20 metri...) e divisa in dieci comuni, ha una superficie di 85 km2. Considerata un paradiso naturalistico, presenta un clima assai mite per la sua latitudine e, per le sue particolari condizioni, è uno dei luoghi più soleggiati di tutta la Francia, che compete addirittura con la Costa Azzurra. Un paradiso? Non per i tanti e tanti bagnards che vi sono stati fatti forzatamente soggiornare prima di essere deportati alla Caienna. Perché il nome dell'isola di Ré, condividendo il triste destino di tante e tante altre isole... (Continues)
Bagnard, au bagne de Vauban
(Continues)
Contributed by Alessandro 2007/4/20 - 13:36
Video!

Τ’όνειρο καπνός

(Accoglie alcune correzioni e la correzione testuale segnalata da Gian Piero Testa)
20 aprile 2007 - 4 gennaio 2009


Una canzone con una storia assai accidentata all'interno di questo sito, in cui è presente da molti anni. È, con molti dubbi per la mancanza originaria di informazioni precise, “rimbalzata” tra l'attribuzione a Maria Farandouri e gli “Extra”, tra i quali si trovava dal 4.1.2009 dopo una precisazione di Gian Piero Testa e la sua corretta attribuzione (nonché con una necessaria correzione testuale che ne muta radicalmente il senso). Con oggi 19.7.2014 la canzone viene invece tolta dagli “Extra” e attribuita a Mikis Theodorakis all'interno dell'album “La ballata di Mauthausen – Ciclo Farandouri”, come sistemazione definitiva. [RV]
IL SOGNO È ANDATO IN FUMO
(Continues)
2007/4/20 - 11:43
Video!

Το εκκρεμές

20 aprile 2007



Una canzone con una storia assai accidentata all'interno di questo sito, in cui è presente da molti anni. È, con molti dubbi per la mancanza originaria di informazioni precise, “rimbalzata” tra l'attribuzione a Maria Farandouri e gli “Extra”, tra i quali si trovava dal 4.1.2009 dopo una precisazione di Gian Piero Testa e la sua corretta attribuzione . Con oggi 19.7.2014 la canzone viene invece tolta dagli “Extra” e attribuita a Mikis Theodorakis all'interno dell'album “La ballata di Mauthausen – Ciclo Farandouri”, come sistemazione definitiva. [RV]
IL PENDOLO
(Continues)
2007/4/20 - 11:31
Downloadable! Video!

Sul ponte di Perati bandiera nera

Anonymous
Buon giorno, volevo sappere se questa canzone, sul monte di perati, bandiera nera, è una canzone fascista o no.
Perché nello film di pasolini, Saló, i fascisti che hanno i giuvanni in quel castello, nella tavola inizioano a cantare questa canzone.
Grazie
il mio indirizio di e-mail: widerstandsgeister@web.de
elisa

(elisa , widerstandsgeister@web.de)

Carissima Elisa, "Sul ponte di Perati bandiera nera" non è in sé una "canzone fascista". E' una canzone di guerra, o meglio: di soldati in guerra. Oltre al fatto che fu proibita dal regime fascista come "disfattista", c'è anche da dire che fu praticamente ripresa in blocco per uno dei più famosi canti partigiani, Pietà l'è morta. Che poi sia stata cantata dei repubblichini di Salò (probabilmente per la "bandiera nera") e che sia stata inserita nel film di Pasolini, ha secondo me scarsa importanza. Da sempre i fascisti sono noti per cercare... (Continues)
2007/4/20 - 09:15
Video!

L'anno che verrà

La versione in greco moderno interpretata da Maria Farandouri, e che dà il titolo all'intero album antologico della più grande cantante greca. E' opera di Διονύσης Σαββόπουλος [Dionysis Savvopoulos]. Il testo è ripreso da Questa pagina. [RV, 2007]


Quando questa versione greca della storica canzone di Lucio Dalla era stata inserita nel sito, nel 2007, ancora l'Ελληνικό Τμήμα non esisteva e Dionysis Savvopoulos era, per il sottoscritto, un perfetto sconosciuto. Ne è passata di acqua sotto i ponti! Stasera, dopo anni, è ora di ristabilire un po' le cose come stanno: la versione è di Dionysis Savvopoulos che la ha interpretata per primo (nel 1997) nell'album di cover Το ξενοδοχείο (L'Albergo). E' stata solo in seguito interpretata anche da Maria Farandouri. [RV, 2013]
Ο ΧΡΌΝΟΣ ΠΟΥ ΜΕΤΡΆΕΙ
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2007/4/20 - 00:02
Video!

Freedom's Road

2007
Freedom's Road
Cain told Abel, "Brother, you'd better get busy
(Continues)
2007/4/19 - 22:40




hosted by inventati.org