Language   
Simple list
Show Filters
Language
Song Itinerary
Date

Before 2005-12-1

Remove all filters

Laulan lastani levolle

[2004]
Parole e musica di Kaisa Saari
Sanat ja musiikki: Kaisa Saari
Lyrics and music: Kaisa Saari
Dall'album "Sota kirottu!" ("Maledetta guerra!")
From the album "Sota kirottu!" ("Cursed be the war!")
Minä laulan lastani levolle
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2005/12/1 - 19:05
Video!

Kunnon Mies

[1998]
Traduzione di Tapio Mattlar di "Gironfla, gare à gare", canzone settecentesca francese nota anche come Le petit roi de Sardaigne [Gironfla].
Dall'album "Helmiä Ja Kuparikolikoita" ("Perle e monetine di rame").

Verrà appena possibile inserita una traduzione italiana o inglese.
Meidän hyvä herttuamme, hallitsija paikallaan
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2005/12/1 - 17:18

Kerskaava Kuningas

[2004]
Parole di Kaisa Saari
Musica di Vesa Vigman
[säv. Vesa Vigman, san. Kaisa Saari]
Dall'album di canzoni contro la guerra Sota Kirottu!
Tanssiaiskutsun sain linnaan kuninkaan:
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2005/12/1 - 15:33
Video!

La fille soldat

Traditionnel/Tradizionale
Musica/Musique: Reveillez-vous Picards
Arrangement: Malicorne
Album: Malicorne 1 (Colin) [1974]

Adattamento, eseguito nel 1974 dai Malicorne nel loro primo album, di una delle innumerevoli canzoni popolari di tutte le epoche e di tutti i paesi sul tema della "ragazza guerriera", ovvero la fanciulla che, per seguire il suo innamorato spedito a fare la guerra, si traveste da soldato. Si tratta di solito di canzoni che prevedono (almeno per una volta) l' "happy end"... La presente canzone deve essere cantata sull'aria di "Reveillez-vous Picards".
La jeune demoiselle a perdu son amant
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2005/12/1 - 15:24
Video!

Le Déserteur

[1977]
Canzone popolare dei dipartimenti occidentali della Francia
Arrangiamento di Gabriel Yacoub e Olivier Zdrzalik
[Gabriel Yacoub ha scritto espressamente la musica che accompagna le ultime due strofe]
Dall'album "Malicorne 4" (1977)

Arrivati alla CCG n° 3096, ci troviamo ad inserire una canzone popolare (forse del XVIII secolo) che reca l'esatto titolo della CCG n° 1. E forse sarebbe opportuno eseguire una ricerca ancora più approfondita su tutti gli "antenati" del "Déserteur", che sembrano davvero abbondare nella canzone popolare francese. Boris Vian, nello scrivere la sua canzone, e da profondo conoscitore della canzone e della sua storia, potrebbe averla avuta presente.
Il y a huit ans que je suis dans l'armée
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2005/12/1 - 15:07
Song Itineraries: Deserters
Video!

Soldat de la République

[1981]
Testo di Étienne Roda-Gil
Musica di Gabriel Yacoub

Paroles: Étienne Roda-Gil
Musique: Gabriel Yacoub
Lyrics by Étienne Roda-Gil
Music by Gabriel Yacoub
Album: Balançoire en feu



Nel 1981 i Malicorne di Gabriel Yacoub sono in crisi profonda al loro interno, e in via di separazione. Il gruppo ha alle spalle album interi dove le canzoni tradizionali francesi più antiche sono state legate al più raffinato rock psichedelico e progressive; un'operazione particolare che ha consentito di raggiungere sia delle autentiche vette musicali, sia la riproposizione di una tradizione vista come fonte inesauribile di modernità e di sperimentazione. Nel loro periodo di crisi seguito al “periodo d'oro” degli anni '70, i Malicorne decidono di rompere con quella che oramai viene avvertita come un'operazione in via di esaurimento, e pubblicano un album interamente formato da brani originali: è Balançoire... (Continues)
Dur comme un sapin
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2005/12/1 - 14:56
Video!

Le prince d'Orange

[säv. & san. ranskalainen trad., suom. Tapio Mattlar]

Eseguita dai Tarujen Saari nell'album di canzoni contro la guerra intitolato proprio "Sota Kirottu"! ("Maledetta guerra!")
SOTA KIROTTU!
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2005/12/1 - 14:20
Downloadable!

Leonard Wood

Questa canzone ci e' stata segnalata dall'autore.

Fort Leonard Wood is an Army Basic Training camp in Missouri (my son trained there a few years ago). This song is about an incident that occured in Tall Afar (in Iraq near Syria)earlier this year. A car filled with a family returning home was mistaken for insurgents and fired upon by US soldiers. The parents were killed, leaving the children orphans. Newsweek did a haunting story on it last April and the idea of writing a song about it has been in my head ever since.
It’s getting pretty late
(Continues)
2005/12/1 - 10:07
Video!

War in the Gulf : The Song

Regarde à la télé la super info
(Continues)
Contributed by adriana 2005/11/30 - 14:04
Video!

Proud To Be A Soldier

Lyrics and music by Tom Lehrer
Testo e musica di Tom Lehrer

Da/From The Mudcat Café
The heart of every man in our platoon must swell with pride,
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2005/11/30 - 14:03
Downloadable! Video!

Die Moorsoldaten [Börgermoorlied; Das Moorlied]

3a. The Peat-Bog Soldiers: The English version contemporary with the original. The author is unknown.




Testo ripreso da The Mudcat Café

Qui ho trovato la versione di "Peat Bog Soldiers" cantata dall'immortale Paul Robeson:
www.hannieschaft.nl [Alessandro]
THE PEAT BOG SOLDIERS
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2005/11/30 - 13:53
Video!

Normandy Orchards

Lyrics and Music by Keith Marsden
Testo e musica di Keith Marsden

Da/From The Mudcat Café
They're building a camp on the cornfields at Arlingham,
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2005/11/30 - 13:43
Downloadable! Video!

The Green Fields Of France (No Man's Land)

"No Man's Land" - An Irish parody by Crawford Howard and Fintan Valaly
"No Man's Land" - Parodia irlandese di Crawford Howard e Fintan Valaly

Da/From The Mudcat Café

Una canzone molto famosa, specie se trasmessa e ritrasmessa dai media (o, come si dice, "fatta ascoltare in tutte le salse"), corre l'evidente rischio di annoiare qualche ascoltatore un po' invelenito. Inveleniti, e parecchio, lo devono essere stati gli autori di questa (peraltro esilarante) parodia irlandese degli anni '70, quando "The Green Fields Of France" davvero furoreggiava. Il risultato del loro invelenimento è, appunto, decisamente...velenoso.
NO MAN'S LAND
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2005/11/30 - 13:34
Video!

De l'autre côté du pont

non capisco perchè non è Adamo lui stesso che non ha fatto la traduzione
modestofr@yahoo.fr 2005/11/30 - 13:20
Video!

One Tin Soldier

29 novembre 2005
UN SOLDATINO DI PIOMBO
(Continues)
2005/11/29 - 22:16
Video!

Oh! It's A Lovely War!

J. P. Long & Maurice Scott
Risalente alla II guerra mondiale, una canzone terribilmente ironica in puro stile yankee (nel senso migliore del termine). Testo ripreso dal canzoniere "Shay, Pious Friends and Drunken Companions", e riprodotto dal Mudcat Café.
The song "Oh! It's a Lovely War" was written by J. P. Long and Maurice Scott in 1917 and was part of the repertoire of music hall star and male impersonator Ella Shields.

Intorno a questa ed altre canzoni risalenti alla Grande Guerra è costruita l'opera musicale "Oh, What a Lovely War!" realizzata nel 1963 da Joan Littlewood and her Theatre Workshop, sulla base di "The Donkeys" di Alan Clark e di "The Good Soldier Švejk" di Jaroslav Hašek.
(Alessandro)
Up to your waist in water,
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2005/11/29 - 21:12
Song Itineraries: World War I (1914-1918)
Video!

Desaparecidos

Dall'album "Emigrante" (2002)
Su madre pregunta que pasó
(Continues)
Contributed by adriana 2005/11/29 - 21:01

"G" Suits And Parachutes

Anonymous
29 novembre 2005
ANTI-G E PARACADUTE
(Continues)
2005/11/29 - 20:52
Video!

Your Flag Decal Won't Get You Into Heaven Anymore

"This next song is for Lois and Ernie, I started out delivering mail to Maywood, then Broadview, and ended up with Westchester - routes nobody wanted. We hated to see Readers Digest come, people who would get them, would get them for the rest of their lives. I didn't read any of it except for 'Humor in Uniform'. At the height of the Viet Nam war, there was a silent majority, they were really quiet - Reader's Digest was part of it, they just stuck these plastic flag decals in their magazine, no reason, they just snuck them in there. The next day, there were flag decals everywhere. Anyway, Lois and Ernie owned the 'Dirty Book Store' and this good old protest song is for them." ~ John Prine, Proviso East High School, Maywood Il, 2/26/00

http://www.jpshrine.org/lyrics/songs/j...
While digesting Reader's Digest
(Continues)
2005/11/29 - 19:33
Downloadable! Video!

The Great Mandala

(Peter Yarrow)
So I told him that he'd better shut his mouth
(Continues)
2005/11/29 - 19:24
Downloadable!

Bridge For Peace

The President wants a war
(Continues)
2005/11/29 - 19:18
Video!

Ils se meurent nos oiseaux

Nel 1967 la petroliera Torrey Canyon disperse nel mare del Regno Unito 121.000 ton. di petrolio.

PARIS, 12 avril 1967
Savez-vous les temps
(Continues)
Contributed by adriana 2005/11/29 - 19:07
Song Itineraries: War on Earth
Downloadable! Video!

Storia di Modesta Rossi



Interpretata assieme a Giovanna Marini

"Modesta Rossi aveva appena 29 anni, moglie del partigiano della Banda Renzino, Dario Polletti, madre di 4 figli maschi.
Il 29 giugno 1944, fascisti del luogo con maschere al viso per non farsi riconoscere, portarono a Solaia i tedeschi. Un fascita uccise con una coltellara all gola il bambino più piccolo, Gloriano, di appena 13 mesi. Poi con un colpo al ventre uccise Modesta. Infine dettero fuoco ai loro corpi. Mario, Gualtiero e Giovanni, gli altri tre figli, di 5, 7 e 9 anni, assistettero al fatto, scappando poi nei boschi alla ricerca del padre."
(Dal libretto di "Sessant'anni di resistenza", Casa del Vento)
Era S. Pietro e Paolo
(Continues)
Contributed by Virginia 2005/11/29 - 18:53

Konskried Sant Trefin

Anonymous
[XVIII secolo?]
Kan ha diskan (Côtes d'Armor)

Chiunque abbia seguito un po' in passato la Sezione Bretone di questo sito, oppure la stia seguendo adesso durante il suo completo rifacimento, avrà notato che le canzoni (specie in forma di kan ha diskan) dedicate alla partenza del coscritto sono numerosissime (e non solo in Bretagna). Popolarizzate invariabilmente da fogli volanti, si crede generalmente che le “ballate dei coscritti” abbiano avuto origine nell'istituzione della leva obbligatoria in epoca rivoluzionaria e napoleonica (al pari, ad esempio, di Partirò, partirò, che non a caso si chiama, propriamente, Canto dei coscritti). Diffusi in realtà in tutta Europa, è certamente vero che questi canti che descrivono la nuova realtà venutasi a creare con la coscrizione obbligatoria (la fondazione della “carne da cannone”, verrebbe da dire) abbiano avuto in quell'epoca il loro “momento d'oro”.... (Continues)
Na disul e Sant-Trefin rannañ 'rae ma c'halon
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2005/11/29 - 17:03

Dén ieuank en armé

Anonymous
Da Son Ha Ton, il sito della canzone popolare bretone.

I "canti dei coscritti", bretoni e di molti altri paesi, hanno come si è visto trame fisse: se il giovane soldato non è morto in guerra, una volta tornato a casa passati i fatidici sette anni, o trova la fidanzata già bell'e morta, o la trova sposata a qualcun altro. Questo Dén ieuank en armé appartiene alla seconda categoria; è tratto, come informa Son ha Ton ("Canto e Musica"), dalla raccolta Guerzennou ha soñnenneu Bro-Guened / Chansons populaires du Pays de Vannes di Loeiz Herrieu e Maurice Duhamel, pubblicato originariamente nel 1911 e ripubblicato nel 1997 dalle edizioni Eromi di Lorient. La canzone, ovviamente nell'ostico dialetto Vannetais (che storicamente, e con fondamento, potrebbe tradursi come "Veneto"...) fu raccolta da una tale Mélanie Kermabon di Goh-Kér ("Borgovecchio") nel Lann-er-Stér. La canzone è rimasta per oltre... (Continues)
Cheleuet tud ieuank, hag er ré gouh eùé
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2005/11/29 - 16:51
Video!

People Are People

Album: "Some Great Reward" (1984)
People are people
(Continues)
2005/11/28 - 23:10
Downloadable! Video!

Vientos del pueblo

Il testo è tratto dal libretto del cofanetto "Victor Jara" edito da "Plane 88747"

L'ortografia della versione è stata corretta e aggiustata rispetto a quella del libretto, contenente numerosi errori.
STÜRME DES VOLKES
(Continues)
Contributed by Virginia 2005/11/28 - 20:00
Downloadable! Video!

Preguntas por Puerto Montt

Il testo è tratto dal libretto del cofanetto "Victor Jara" edito da "Plane 88747"

L'ortografia della versione è stata corretta e aggiustata rispetto a quella riportata nel libretto, contenente numerosi errori.
FRAGEN ZU PUERTO MONTT *
(Continues)
Contributed by Virginia 2005/11/28 - 19:50
Video!

La Toma

Il testo è tratto dal libretto del cofanetto "Victor Jara" edito da "Plane 88747"

L'ortografia della versione è stata corretta e aggiustata rispetto a quella riportata nel libretto, contenente numerosi errori.
DIE TOMA - 16 MÄRZ 1967
(Continues)
Contributed by Virginia 2005/11/28 - 19:41
Downloadable! Video!

Te recuerdo Amanda

Il testo è tratto dal libretto del cofanetto "Victor Jara" edito da "Plane 88747"

L'ortografia della versione è stata corretta e aggiustata rispetto a quella riportata nel libretto, contenente numerosi errori.
AN DICH DENKE ICH, AMANDA
(Continues)
Contributed by Virginia 2005/11/28 - 19:33

Faubourg de Buenos Aires

C'est un faubourg de Buenos Aires,
(Continues)
Contributed by adriana 2005/11/28 - 19:28
Downloadable! Video!

Herminda de la Victoria

Tratta dal libretto del cofanetto "Victor Jara" edito da "Plane 88747".

Nota: L'ortografia della versione è stata corretta è aggiustata rispetto a come riportata sul libretto, in quanto contenente numerosi errori.
HERMINDA DES SIEGES
(Continues)
Contributed by Virginia 2005/11/28 - 19:12
Video!

Le soldat

De ses guerres lointaines,
(Continues)
Contributed by adriana 2005/11/28 - 19:03
Video!

Liberté

(1969)
Que le matin est long
(Continues)
Contributed by adriana 2005/11/28 - 18:54
Video!

Chanson pour Victor Jara

On a trouvé Victor
(Continues)
Contributed by adriana 2005/11/28 - 18:45
Downloadable!

Guantànamo

2004 - " Chansons têtues "
Assis sur le bord de la roche
(Continues)
Contributed by adriana 2005/11/28 - 18:07
Downloadable! Video!

The Star Spangled Banner

Come abbiamo detto, il testo di "The Star Spangled Banner" può riservare qualche sorpresa anche nell'ottica di una canzone contro la guerra. Certo, è necessario tener presente che i riferimenti alla pace e alla desolazione della guerra sono del tutto funzionali ad un testo che è in realtà un inno di resistenza e di battaglia.
LO STENDARDO LUCENTE DI STELLE
(Continues)
2005/11/28 - 15:36
Video!

Franco

Questa canzone, dedicata a Franco Coggiola, ricercatore di cultura popolare, ricorda l'importanza della memoria.
Come sarebbe più opportuno
(Continues)
Contributed by Virginia 2005/11/28 - 15:26

Guerra e Pace

Una canzone per bambini sulla pace, da
http://www.junior.rai.it/america/melev...
Guerra, guerra! È guerra!
(Continues)
2005/11/27 - 23:48
Video!

Papá cuéntame otra vez

[1997]
Letra y música: Ismael Serrano
Testo e musica: Ismael Serrano
Album: Atrapados en Azul
Papá cuéntame otra vez ese cuento tan bonito
(Continues)
Contributed by adriana 2005/11/27 - 20:53

Joan Of Arc, They're Calling You

Frank Sturgis
[1915]

Frank Sturgis, un nome assai curioso per una (bella) canzone contro la guerra. Il Mudcat Café riporta sotto questo nome l'autore di questa canzone del 1915; ma è assolutamente impossibile reperire notizie su di lui. Se ne reperiscono moltissime, invece, su un suo perfetto omonimo, che vi invitiamo a leggere per pura curiosità.
There's a tear in my eye for the soldier,
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2005/11/27 - 19:34
Song Itineraries: World War I (1914-1918)
Video!

Soldato

beh...che dire, semplicemente una GRANDE canzone...
chiara 2005/11/27 - 19:16
If you want to help us with the translations (there's a lot of work to do and we can't manage it all by ourselves) it's now possible to search the songs that have not been translated into some language. Just insert the languages you know to easily find a song you can translate. Thanks!
Lorenzo Masetti 2005/11/27 - 15:25
Downloadable! Video!

The Star Spangled Banner

« The Star Spangled Banner » fu composto da Frances Scott Key durante l’attacco inglese a Fort McHenry, il 13 settembre 1814. Key, dalla natia Baltimora, si era recato al quartier generale della flotta britannica per ottenere il rilascio di un amico, tenuto prigioniero. Arrivò la vigilia del bombardamento della città da parte degli inglesi, ma non gli fu permesso di sbarcare dal suo battello. Per tutto il giorno e tutta la notte guardò ansiosamente dal ponte la battaglia che stava svolgendosi. All’alba, vide che la bandiera a Stelle e Strisce ancora sventolava sul forte, e ne rimase talmente e profondamente emozionato da scrivere immediatamente una poesia dedicata all’avvenimento. La poesia di Scott Key fu poi, curiosamente, adattata alla melodia di un’antica « drinking song » inglese, To Anacreon In Heaven, una canzone godereccia dove si invitava a unire « The Myrtle of Venus with Bacchus’ Wine » e che era assai conosciuta nella Nuova Inghilterra dell’epoca.
THE STAR SPANGLED BANNER
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2005/11/27 - 12:45
Video!

Peace Like A River

27 novembre 2005
LA PACE COME UN FIUME
(Continues)
2005/11/27 - 12:13
Video!

The Forgotten Soldier Boy

27 novembre 2005
IL SOLDATINO DIMENTICATO
(Continues)
2005/11/27 - 12:04

Soldier On The Bum

He grew up right in this neighborhood
(Continues)
Contributed by adriana 2005/11/27 - 10:38
We're back online after a couple of days, due to the system attack launched by some 'good boy' which obliged us to stop our website in order to avoid server overload. We apologize all for this unwelcome occurrence.
Riccardo Venturi 2005/11/26 - 20:58

The Fields Of Vietnam

23 novembre 2005
I CAMPI DEL VIETNAM
(Continues)
2005/11/23 - 21:45
Video!

Enola Gay

23 novembre 2005
ENOLA GAY
(Continues)
2005/11/23 - 17:18

Eleven Eleven

23 novembre 2005
UNDICI NOVEMBRE
(Continues)
2005/11/23 - 15:53
Downloadable! Video!

Where Have all the Flowers Gone

TURCO/TURKISH/TURC
Oğuz Tarihmen

Turkish version by Oğuz Tarihmen
Versione turca di Oğuz Tarihmen
Version turcque d'Oğuz Tarihmen


As a songwriter and a Turkish street musician, 9 years ago, I had translated the song "Where have all the flowers gone" via the German translation. I was a school boy at the German School, Istanbul, so I used the German translation as the starting point of my Turkish translation. Today I am a teacher of the German language. After some time, I realized that the original of the song is in English. So, I crosschecked it and did some correction after which my translation has become its final version. My translation is linear to the German translation, then.

My Turkish translation is fully singable. In deed, I had sung it in English, German and Turkish many years in my band during my career as a street musician. Some people in Turkey know my version of the song... (Continues)
SÖYLE ÇİÇEKLER NERDE?
(Continues)
Contributed by Oğuz Tarihmen 2005/11/23 - 13:42




hosted by inventati.org