Language   
Simple list
Show Filters
Language
Song Itinerary
Date

Before 2005-11-10

Remove all filters
Downloadable!

Affare Dreyfus

Version française de Riccardo Venturi
10 novembre 2005
L’AFFAIRE DREYFUS
(Continues)
2005/11/10 - 22:32
Video!

Anima Mundi (a Giordano Bruno)

[2005]
testo e musica di Massimiliano Larocca
voce e fisarmonica: Davide Giromini
voce: Massimiliano Larocca
voce visionaria: Matteo Telara (Tex)
voce dell'imitatore di Larocca: Matteo Procuranti
chitarra: Luca Rapisarda
violino: Michele Menconi
percussioni: Davide Lucetti

Incisa per la prima volta in "Apuamater" di Davide Giromini (2004)
poi in "La breve estate" di Massimiliano Larocca (2005)


"TREMATE PIÙ VOI O GIUDICI NEL PROFFERIR LA MIA SENTENZA CHE NON IO NELL'ASCOLTARLA"

di GIORDANO BRUNO
che le folgori del genio divinatore
all'evo sanguigno avventando
precorse i veri onde albeggia
un domani di scienza e di giustizia
e dal rogo benedisse
-rapite al cielo dagli uomini-
la resurrezione della vita
vollero con le sembianze evocare
l'apostolato e il martirio

I liberi pensatori della Versilia

(iscrizione sulla lapide a Giordano Bruno, Pietrasanta)
Una canzone dedicata... (Continues)
Come ogni forma germina da un seme,
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2005/11/10 - 21:48
Downloadable! Video!

Var'ka

[2005/2006]
Da "Delirio e castigo" (album autoprodotto)
Scritta da Davide Giromini
Davide Giromini: Voce, clavicembalo
Luca Rapisarda: chitarra, mandolino
Michele Menconi: violino
Matteo Procuranti: clarinetto, cori
Gabriele Dascoli: basso, xilofono
Micaela Guerra: cori

"La follia del potere centralizzato che dimentica volutamente di assorbire storico-culturalmente le periferie" (Dal libretto dell'album). Davide mi aveva mandato il testo di questa canzone molto tempo prima che l'album del suo gruppo, gli Apuamater Indiesfolk, uscisse. Continuandolo a ringraziare di cuore, la sposto a nome del suo gruppo come più opportuno. [RV]
La ballata di Yury Strogoff...
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2005/11/10 - 21:10
Video!

Cripple Crow

da "Cripple Crow" (2005)
When they come from the over the mountain
(Continues)
2005/11/10 - 19:45
Downloadable! Video!

Rockin' In The Free World

Bellissima!
Neil Young dal vivo ad Amsterdam il 12 ottobre 1989:
http://mp3.tyedye.com/neil_young/89-12...
Alessandro 2005/11/10 - 16:40
Strange Fruit, the dramatic song by Billy Holiday condemning the lynching of African Americans in Southern United States. "Strange fruit" are the bodies of African American men hanged during a lynching.
Lorenzo Masetti 2005/11/10 - 11:45
Downloadable! Video!

The Pledge of Resistance

"Not In Our Name" è uno dei principali gruppi di opposizione nati negli Stati Uniti in reazione alla politica del dopo 11 settembre. Nella prima pagina si trovano i nomi di Noam Chomsky, Laurie Anderson, Robert Altmann, Patch Adams, Zack De La Rocha.

The Pledge of Resistance è diventato l'inno di Not In Our Name. È stato scritto e declamarlo da Saul Williams, giovane poeta, musicista hip hop e attore. Si rifà volutamente a un altro impegno ben radicato nell'animo statunitense - il Pledge Of Alliance, la promessa di fedeltà alla bandiera insegnata in tutte le scuole - riformulandolo radicalmente.

Le parole sono volutamente semplici e dirette, come si confà ad un inno.

(Introduzione liberamente adattata dal libro "Oggi ho salvato il mondo" - canzoni di protesta 1990-2005 di Carlo Bordone e Gianluca Testani. Arcana Editrice, 2006)
We believe
(Continues)
Contributed by Alessandro 2005/11/10 - 10:21
Video!

The Rape of the World

1995
New beginning
Mother of us all
(Continues)
2005/11/9 - 23:47
Video!

Yes Sir, No Sir

[1969]
Written by Ray Davies
Scritta da Ray Davies
Album: Arthur, or The Decline and Fall of the British Empire
Yes Sir, no Sir
(Continues)
2005/11/9 - 23:43

Un testo strano

Questo è un testo strano,
(Continues)
Contributed by adriana 2005/11/9 - 22:19
Video!

Heard Somebody Say

da "Cripple Crow" (2005)

"It's simple: we don't want to kill"
In fondo, non c'è bisogno di molte parole...
I heard somebody say
(Continues)
Contributed by Alessandro 2005/11/9 - 17:25
Downloadable! Video!

L'Internationale

Bella versione strumentale di Ani DiFranco con Utah Phillips, dall'album "Fellow Workers" del 1999. Si trova a
questa pagina.

Download MP3
Alessandro 2005/11/9 - 16:21
Video!

Imagine

ESPERANTO / ESPERANTO [2] - Cezar

Una versione più "cantabile" in esperanto, dal blog esperantista Cezarpoezio di Cezar:
Pagina segnalata da Nicola Ruggiero.

Alternative (and perhaps better singable) Esperanto version by Cezar, from his Esperanto blog Cezarpoezio
Page signaled by Nicola Ruggiero.
IMAGU
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2005/11/9 - 15:59
Video!

Ballata per un ferroviere

Mannerini costituisce il gruppo 6 di Genova, incide un 45 giri che contiene "Ballata per un ferroviere", il testo parla chiaro: Pinelli è stato suicidato...

Per i manoscritti e ulteriori informazioni si veda il sito dedicato a Riccardo Mannerini.
Un ferroviere era quel tale
(Continues)
2005/11/9 - 15:39
Video!

La liberté demandez-la

8 novembre 2005
LA LIBERTA’, CHIEDETELA !
(Continues)
2005/11/8 - 17:38

Le défilé de l'Empire

[1852]
Au citoyen PETIT-PIERRE (lice chansonnière)


Eugène Pottier fu frequentatore di circoli rivoluzionari repubblicani già dal 1832 per poi approdare a quelli socialisti e fourieristi nel 1848, anno in cui partecipò alle rivoluzioni di gennaio e giugno: fu in questo periodo, frequentando anche i locali dove venivano declamate poesie e canzoni, che inizia a comporre canti di propaganda a sfondo politico-sociale stampati e diffusi su fogli volanti.

Tra i tanti testi è degno di nota quel “Propaganda delle canzoni” che rappresentava, all’epoca, il suo manifesto politico: In tempo di pace, l’esercito è una morsa / Nelle mani di chi governa, / Per serrare la gogna al collo / Del popolo senza giberne. / ... Aderì all’Internazionale e nel 1870 organizzò una Camera del lavoro con 500 membri aderenti anch’essi all’Internazionale, fu uno strenuo antimilitarista, oltre che pacifista; partecipò... (Continues)
Cloches et canons... c'est fête !
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2005/11/8 - 16:24

La guerre

[1857]
A Eugène Ballet (lice chansonnière)


Eugène Pottier fu frequentatore di circoli rivoluzionari repubblicani già dal 1832 per poi approdare a quelli socialisti e fourieristi nel 1848, anno in cui partecipò alle rivoluzioni di gennaio e giugno: fu in questo periodo, frequentando anche i locali dove venivano declamate poesie e canzoni, che inizia a comporre canti di propaganda a sfondo politico-sociale stampati e diffusi su fogli volanti.

Tra i tanti testi è degno di nota quel “Propaganda delle canzoni” che rappresentava, all’epoca, il suo manifesto politico: In tempo di pace, l’esercito è una morsa / Nelle mani di chi governa, / Per serrare la gogna al collo / Del popolo senza giberne. / ... Aderì all’Internazionale e nel 1870 organizzò una Camera del lavoro con 500 membri aderenti anch’essi all’Internazionale, fu uno strenuo antimilitarista, oltre che pacifista; partecipò attivamente... (Continues)
On vient de déclarer la guerre :
(Continues)
Contributed by Adriana 2005/11/8 - 16:22
Video!

Speechless

Album: Out There (1992)

Una canzone bellissima, che lascia veramente... senza parole.
In Montréal
(Continues)
Contributed by Lorenzo Masetti 2005/11/8 - 15:02
Downloadable!

The War Correspondent

Fa parte, come No man's land e Waltzing Matilda, del primo lavoro di Bogle, l'album "Now i'm easy" risalente al 1980.
"Good evening ' I'm Ross Symons, with the news from A.B.C.
(Continues)
Contributed by Alessandro 2005/11/7 - 18:18
Video!

Where The Streets Have No Name

Nella traduzione italiana precedentemente riportata mancava l'ultima strofa. Grazie a Gabriele che ci ha inviato questa traduzione più completa.
DOVE LE STRADE NON HANNO NOME
(Continues)
Contributed by gabriele 2005/11/7 - 17:53
Video!

Pinocho...



Quasi un trabalzo nel vedere il testo di questa canzone (alla quale non avevo mai pensato, pur conoscendola: un altro enorme grazie a Adriana per averne reperito e inserito il testo). Me la ricordo cantata da Godoy a un vecchissimo concerto fiorentino nei primissimi anni '80 (forse addirittura nel 1980 stesso, l'anno successivo al trionfo della rivoluzione sandinista in Nicaragua), al vecchio Teatro Tenda (ora buttato giù e trasformato in "Saschall" sponsorizzato da una ditta di abbigliamento "casual"). Ero in primissima fila tra le poche centinaia di persone venute ad ascoltarlo cantare le sue canzoni e l'intero "Guitarra Armada". Il soprannome di "Pinocho" (Pinocchio) dato a Pinochet era del tutto ovvio e naturale; si veda anche Punto de vista (sobre Pinochet).[RV]
Pinocho...
(Continues)
Contributed by adriana 2005/11/6 - 20:47
Video!

They Dance Alone (Cueca Solo)

da "Nada como el sol"

ELLAS DANZAN SOLAS
(Continues)
Contributed by adriana 2005/11/6 - 20:27

Tarantattan

Dall'album "Fuori la voce"
Testo: Massimiliano Però
Musica: Gianluca Longo – Francesca Dipierro
Nu giurnu m’aggiu fattu quattru cunti,
(Continues)
Contributed by adriana 2005/11/6 - 18:01
Video!

Jovanotti: Mi fido di te

Case di pane, riunioni di rane
(Continues)
Contributed by silvia 2005/11/6 - 17:40
Video!

Rise

da/from "Evil Heat" (2002)

Il brano avrebbe dovuto intitolarsi "Bomb the Pentagon", ma questo titolo ha spaventato non poco la casa discografica e i Primal Scream hanno acconsentito a cambiarlo in "Rise", non togliendo comunque nulla "alla carica eversiva del pezzo, un rock industriale aggressivo e veramente cattivo".

(vedi OndaRock)
A life of work, is a life of crime
(Continues)
2005/11/6 - 17:11
Video!

Escenas de guerra

Perpectivas de terrror,
(Continues)
2005/11/6 - 17:00
Video!

Polka Infantil

Canzone del 1970 scritta da Marcos Velásquez e interpretata dai Tiempo Nuevo, gruppo fondato nel 1965 a Valparaíso, Cile, da Roberto Rivera.
Nel disco “Conjunto de música popular Tiemponuevo de Valparaíso”, realizzato e prodotto nel centro culturale creato dai fratelli Isabel ed Ángel Parra chiamato “Peña de los Parra”, nome dato anche alla casa discografica collegata.

(Bernart Bartleby)
-¿Y tu padre qué hace?
(Continues)
Contributed by Lorenzo Masetti 2005/11/6 - 16:48

Peace in Palestina

(F.Licata-S.Licata)

Parte dalle parole tratte dal "Diario di Anna Frank".
Tratta da un'idea di Santi Licata è una canzone contro tutti i razzismi e le discriminazioni, per poter credere alla Pace sempre, anche quando sembra impossibile, anche tra Israeliani e Palestinesi.
Spero di poterti confidare tutto
(Continues)
2005/11/6 - 16:24
Song Itineraries: The Palestinian Holocaust

Mia cara Mimì

Testo di Filippo Licata
Musica di Francesco Millonzi
http://ilviaggio.interfree.it/testi.html

Canzone antimilitarista, è stata tratta da una lettera originale di Filippo Graziano inviata nel 1943 dal fronte. Dopo pochi giorni giunse ai familiari la notizia che non sarebbe più tomato dai suoi.
Mia cara Mimì, amore mio
(Continues)
2005/11/6 - 16:20
Song Itineraries: Anti War Love Songs
Video!

Hey bionda

da "Malafemmina" (1986)
Ti piace il colpo di cannone
(Continues)
2005/11/6 - 15:48
Video!

Il grammofono della Banda Carità

(dall'album Canzoni in forma di fiore, 2004)
(Testo: G. Gobbo; Musica: S Marchesini)

"I padovani oggi percorrono a decine via S. Francesco, verso le piazze, ogni giorno. Palazzo Giusti nel 1943 rimbombava la notte di grida umane: la banda del maggiore Carità, abbandonata Firenze liberata, si prodiga per ridurre al silenzio quanti più partigiani possibile, dopo aver cavato loro di bocca, assieme ai denti, nomi, luoghi e nascondigli"

(testo tratto dal libretto del cd)


LA BANDA CARITA'
da Ferri taglienti

Fino dal 17 settembre 1943 si era ricostituita a Firenze la 92a legione della Milizia Volontaria Sicurezza Nazionale. La 92 a legione creò al suo interno un autonomo « Ufficio politico investigativo», a capo del quale fu messo Mario Carità. Era così nata la famigerata «banda», la R.S.S., «Reparto dei servizi speciali». Questo «reparto», ma è più giusto chiamarlo «banda», era formato... (Continues)
Sbufa i do fradei
(Continues)
Contributed by Silvia - eungiorno su IFMG 2005/11/6 - 15:03
Video!

Le ali del soldato

(2003)
Andrea Mirò

Personalmente, questa canzone mi fa pensare immediatamente all'Intifada, e ai bambini che a causa delle guerre perdono prematuramente la loro infanzia, perdita che impoverisce tutto il mondo.
C’era poca luce quando sono andato via
(Continues)
Contributed by Silvia - eungiorno su IFMG 2005/11/6 - 14:52
Downloadable! Video!

Tutti pazzi

ALL CRAZY
(Continues)
Contributed by {...} 2005/11/6 - 11:16

Leur bon Dieu

6 novembre 2005
IL LORO BUON DIO
(Continues)
2005/11/6 - 00:28
Video!

La bête immonde

5 novembre 2005
LA BELVA IMMONDA
(Continues)
2005/11/6 - 00:00
Downloadable!

Les fayots

Anonymous
5 novembre 2005
I FIRMAIOLI
(Continues)
2005/11/5 - 23:41
Downloadable! Video!

Stranizza d'amuri

"E quando ti incontro per strada mi viene una scossa nel cuore - e anche se fuori si muore non muore questa stranezza d'amore - l'amore"
-
...

è vero, ascoltando queste parole torna a bussare al mio cuore un grosso bisogno di amare.
Marks 2005/11/5 - 19:18

Patriots Act

[2004]
Lyrics and Music by Rev1
Testo e musica dei Rev1
http://polsong.gcal.ac.uk/songs/rev11.html

"One of the most frightening prospects of life in a post-9/11 world (Americans firmly believe that the terrorist attacks of September 11th changed everything) is that Americans are now willing to sacrifice basic freedoms in order to feel safer. Safe from what, I wonder? The "enemies" we're told to fear, "hate freedom" and want to "destroy our way of life". The USA Patriot Act, a much contested piece of legislation passed soon after 9/11, grants the government sweeping new powers to invade the privacy of US citizens, to detain citizens without charge, to operate in secrecy without accountability. In short, the Patriot Act opens the door for the United States government to behave like the totalitarian dictatorships and ruthless, lawless terrorists we're attempting to defend ourselves from.... (Continues)
Light skinned black man, look like an Afghan
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2005/11/5 - 18:10




hosted by inventati.org