Language   
Simple list
Show Filters
Language
Song Itinerary
Date

Before 2005-10-30

Remove all filters

The Battle Hymn Of Lt. Calley

31 ottobre 2005
L’INNO DI BATTAGLIA DEL TENENTE CALLEY
(Continues)
2005/10/30 - 23:57
Downloadable!

Don't Take My Darling Boy Away

[1915]
Music by Albert von Tilzer, lyrics by Will Dillon
Musica di Albert von Tilzer, testo di Will Dillon

Tra le canzoni contrarie all'ingresso degli Stati Uniti nella Prima Guerra Mondiale ricordiamo anche I Did Not Raise My Boy To Be A Soldier.

Vedi anche Parlor Songs.

Nota: Per meglio comprendere la canzone, è necessario specificare che, a partire dalla quarta strofa, le suppliche della madre si incrociano con il testo di una marcia militare (Tenting tonight ecc.); nel testo (e nella traduzione italiana) abbiamo indicato le parole di tale marcia in corsivo per facilitare la lettura. [RV]
A mother was kneeling to pray
(Continues)
2005/10/30 - 19:39
Song Itineraries: World War I (1914-1918)
Downloadable! Video!

Evolve

da "Evolve" (2003)
i walk in stride with people
(Continues)
2005/10/30 - 18:29
Downloadable! Video!

Black Steel In The Hour of Chaos

[1989]
Ridenhour-Shocklee-"Vietnam" Sadler-Drayton
First released as a single
Prima uscita come single
Album: It Takes A Nation Of Millions To Hold Us Back

"Black Steel in the Hour of Chaos" is a song by the American hip hop group Public Enemy from their second album, It Takes a Nation of Millions to Hold Us Back. The song is built on a high-pitched piano sample from the Isaac Hayes song "Hyperbolicsyllabicseequedalymystic" from the album Hot Buttered Soul and tells the story of prison escape.

The vocals are done mostly by lead Public Enemy rapper Chuck D, with sidekick Flavor Flav appearing in between verses, seemingly speaking to Chuck over the phone. Flavor went to another room and did actually call the studio to achieve this effect.

The lyrics deal with a fictional story surrounding the Vietnam war. Chuck has been drafted ("I got a letter from the government, the other day / I... (Continues)
I got a letter from the government
(Continues)
2005/10/30 - 18:15

Cumbia Centroamericana

Letra y música: Roberto Quezada
(A ver pue’, ¡que venga ese "Ronal Riguan"!
(Continues)
Contributed by adriana 2005/10/30 - 18:11
Video!

Everybody's Got A Right To Live

New words by Reverend Fred Kirkpatrick and Pete Seeger
1971

William Caley è l'ufficiale statunitense responsabile del massacro di My Lai. Sulla sua figura e sul massacro di My Lai si veda anche The Battle Hymn Of Lt. Calley di Julian Wilson.

Il Massacro di My Lai fu un massacro di civili inermi che avvenne durante la Guerra del Vietnam, quando i soldati statunitensi della Compagnia Charlie, della 11a Brigata di Fanteria Leggera (Divisione Americal), agli ordini del Tenente William Calley, uccisero 347 civili - principalmente vecchi, donne, bambini e infanti - Il massacro avvenne il 16 marzo 1968 a My Lai, uno di nove paesini raggruppati attorno al villaggio di Song My. I soldati si abbandonarono anche alla tortura e allo stupro degli abitanti.

Il massacro fu fermato dall'equipaggio di un elicottero dell'esercito USA in ricognizione, che atterrò frapponendosi tra i soldati americani e... (Continues)
We are down in Washington
(Continues)
2005/10/30 - 17:46
Video!

Last Train To Nuremberg

Words and Music by Pete Seeger (1970)

In questa celebre canzone Seeger suggerisce che il tenente Calley, il capitano Medina e il generale Koster, responsabili del massacro di My Lai, dovessero essere processati come i nazisti a Norinberga insieme allo stesso presidente Nixon, alle due camere dei rappresentanti che avevano votato la guerra e infine tutto il popolo americano che con il suo voto aveva legittimato tali crimini.

Iconic American folk singer, Seeger played a key role in the 1950s folk revival and the 1960s anti-war movement. He often wrote political songs, protesting against war, segregation, and calling for environmental protection. Seeger's 1971 anti-war song "Last Train to Nuremberg" (Columbia Records # 4-45398) condemned the My Lai massacre and pointed the finger at several layers of society that had "blood upon" their "hands". Nuremberg refered to the location of the criminal... (Continues)
Last train to Nuremberg!
(Continues)
2005/10/30 - 17:02

King Henry (I Mind My Own Business)

[1965]
Lyrics by Pete Seeger
Music: Traditional, King Henry, Child Ballad #32
Testo di Pete Seeger
Musica: Tradizionale, King Henry, Child Ballad #32
Pubblicata su Broadside #58 con il titolo I Mind My Own Business

Gli anni migliori della Protest song furono, come è noto, accompagnati dal Ballad Revival, vale a dire dal recupero del ricchissimo patrimonio tradizionale delle composizioni popolari in lingua inglese; tra i suoi protagonisti non poteva mancare Pete Seeger che però, a differenza di Joan Baez ed altri non attinse molto alla balladry storica preferendo concentrarsi, sulle orme di Woody Guthrie, al patrimonio puramente americano. Anche quando si rivolse alle ballate storiche, lo fece "a suo modo", traendone la musica e qualche spunto per impiantarvi sopra un testo di attualità pur mantenendo qua e là l'andatura e il fraseggiare della vera ballata tradizionale (e creando così... (Continues)
King Henry marched forth, a sword in his hand,
(Continues)
2005/10/30 - 16:47
Video!

New Kicks

dalla compilation "Peace not War" (2004)

Una canzone che campiona slogan e canti della marcia per la pace di New York del 15 febbraio 2003.
Peace Now, Peace Now, Peace Now, Peace Now!
(Continues)
2005/10/30 - 16:33
Downloadable! Video!

L'estaca

ITALIANO 2 [Lorenzo Masetti]
ITALIAN 2 [Lorenzo Masetti]


Versione italiana di Lorenzo Masetti
Italian version by Lorenzo Masetti
IL PALO
(Continues)
2005/10/30 - 12:02
Downloadable! Video!

Milonga del Fusilado

Letra: Carlos María Gutiérrez / Música: Pepe Guerra - Duo "Los Olimareños" (Uruguay) Poema interludio de José Martí.

Il brano di José Martí si riferisce al processo e alla fucilazione di otto studenti avvenuta a Cuba il 27 novembre 1871; arrestati per reati di poco conto, vennero condannati a morte in seguito alla sommossa dei "Voluntarios", vera e propria guardia scelta del potere coloniale: durante quei disordini si verificarono numerosi altri omicidi. Erano gli anni della Prima Guerra di Indipendenza o "Guerra dei dieci anni" (1868-1878)

(Il discorso completo di José Martí si può leggere on line.

Il brano riportato nella canzone viene citato anche nel "Discurso en la Conmemoración del 27 de noviembre de 1871" tenuto il 27 novembre 1961 da Ernesto Che Guevara.
No me pregunte quien soy ni si me habían conocido
(Continues)
Contributed by adriana 2005/10/30 - 09:15

Paz pela paz

A paz no mundo começa em mim
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2005/10/30 - 01:39
Video!

A paz

Testo e musica di Gilberto Gil
Lyrics and music by Gilberto Gil
Letra e música por Gilberto Gil

da Poetas pela paz.
A paz invadiu meu coração
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2005/10/30 - 01:33
Downloadable! Video!

Canto nocturno en las trincheras

Anonymous
[ca. 1937]

Canto repubblicano della guerra civile spagnola.
Una "canzone nella guerra" più che una canzone contro la guerra, come è ovvio e logico che sia per tutti i canti provenienti da quell'avvenimento.
Ma le testimonianze dentro la guerra fanno a pieno parte titolo della nostra raccolta.
Sin ningún temor
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2005/10/30 - 01:18
Downloadable! Video!

Gun In Your Hand

hey whatcha doin?
(Continues)
2005/10/29 - 22:08
Video!

The Gringo's Tale

da "Revolution Starts Now" (2004)

[...]Si prosegue con “The Gringo's Tale” che dal punto di vista musicale è certamente più sobria con gli archi che ne sottolineano il lato folk. Le parole sono però ancora pungenti. Questa è forse la prima volta in cui il nostro fa un album i cui brani siano tutti delle dure invettive, di solito alternava canzoni molto politicizzate ad altre meno impegnate. Si vede che anche lui, come tutti noi del resto, è davvero preoccupato per la situazione mondiale e non vuol lasciare nulla di intentato." - da Rocklab.
Beggin’ your pardon there stranger
(Continues)
2005/10/29 - 21:44
Video!

The Battle Hymn of the Republic, Updated

The Battle Hymn of the Republic, Updated was written in 1901 by Mark Twain, as a parody of American imperialism, in the wake of the Philippine-American War. It is written in the same tune and cadence as the original Battle Hymn of the Republic.

The Battle Hymn Of The Republic, Updated fu scritto nel 1901 da Mark Twain a mo' di parodia contro l'imperialismo americano, alla vigilia della guerra delle Filippine. E' sull'aria del vero Battle Hymn of the Republic , che qualcuno conoscerà meglio come "Glory, Glory, Allelujah".

Interpretata da Pete Seeger
Mine eyes have seen the orgy of the launching of the Sword;
(Continues)
2005/10/29 - 21:36
Video!

La mauvaise herbe

La versione milanese di Nanni Svampa che Brassens stesso definì "una delle migliori mai fatte".
L'ERBA MATTA
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2005/10/29 - 18:39

O mamma mia i bersaglier van via

Anonymous
Canzone popolare milanese forse risalente ai tempi della guerra di Libia (1911).
Testo ripreso da:
http://www.canzon.milan.it
O mamma mia i bersaglier van via
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2005/10/29 - 18:30
Video!

Questa guerra come va?

[1981]
Testo e musica di Ivano Fossati
dall'album "Panama e dintorni"
Quante strade ha fatto la piogga
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2005/10/29 - 17:51
Downloadable! Video!

Mio nonno partì per l'Ortigara

I vecc' bergmasc parigini la cantano ed io con loro.

facciamo una bella festa il 5 novembre saremo 270 bergamaschi e certamente sara al repertorio

cordialement
nanda masserini di Parigi 2005/10/29 - 16:38
Video!

Když mě brali za vojáka

28-29 ottobre 2005
QUANDO MI HANNO PRESO SOLDATO
(Continues)
2005/10/29 - 12:25
Downloadable!

Dal medioevo

1994
Dall'album "Sceriffo senza pistola"
Girano camion protetti da un telo
(Continues)
Contributed by adriana 2005/10/29 - 11:30
Video!

Maudit

da "Terremoto" (1993)
Di notte voglio entrare nei segreti tuoi
(Continues)
2005/10/29 - 11:27
Downloadable! Video!

La bambina in rosso

1994
Dall'album "Sceriffo senza pistola"

se non sbaglio questa canzone si ispira al famoso film "Schlinder's List"; il testo della canzone fa venire i brividi quando ripenso a quell'unico particolare a colori in un film in bianco e nero
(Andrea)
Passava nella piazza la bambina in rosso
(Continues)
Contributed by adriana 2005/10/29 - 11:27
Song Itineraries: Extermination camps
Downloadable! Video!

Ora d'aria

da "Spirito" (1995)
Tira aria un po' pesante aria riciclata
(Continues)
2005/10/29 - 11:22
Video!

No Frontiere

da "Spirito" (1995)
Superato l'orizzonte dello specchio
(Continues)
2005/10/29 - 11:18
Downloadable!

Il suo nome era Victor

1994
Dall'album "Sceriffo senza pistola"
Lo stadio di Santiago era pieno
(Continues)
Contributed by adriana 2005/10/29 - 10:13
Video!

Confini

[2006]
Album : Al mercato

IL BRANO "CONFINI" SIGLA DELLA TRASMISSIONE "NO DAL MOLIN"
In diretta ogni giorno sulle frequenze di "Radio Sherwood" dal lunedì al venerdì dalle 19.00 alle 20.00, il sabato dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 18.00 alle 20.00
Web: http://www.sherwood.it
Lo vuoi capire che il mondo non è solo casa tua?
(Continues)
Contributed by adriana 2005/10/29 - 10:01

Les fusils

Canzone contro la caccia
Veux-tu savoir
(Continues)
Contributed by adriana 2005/10/28 - 14:00
Song Itineraries: War against Animals
Downloadable! Video!

זאָג ניט קײנמאָל

see: This Page
Partizaner Hymn (Zog Nit Keynmol)
Reinhardt 2005/10/28 - 10:44
Dans la jungle by Renaud: a song for the liberation of Ingrid Betancourt, the ex candidate for Columbia's presidency kidnapped over 3 years ago by the FARC. With this song, the AWS website joins the international move for her liberation. The original French song and a Spanish version by Daniel Melingo are now available and free for download.
Riccardo Venturi 2005/10/28 - 02:41
Downloadable!

Я вырос в ленинградскую блокаду

Trascrizione del testo russo in caratteri latini
Romanized Russian version
JA VYROS V LENINGRADSKUJU BLOKADU
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2005/10/28 - 02:15
Video!

Music Is A Weapon

Album: "Vida Sonora" (2002)
We ain’t got no weapon
(Continues)
2005/10/25 - 23:14
Downloadable! Video!

P4

Album: "Première Récolte" (autoproduit - 1996)

Paroles et Musique: Mike (Sinsemilia)

Cantata anche insiema agli Zebda
Well Sinse tranquille dans le studio dédicace ce style
(Continues)
2005/10/25 - 23:01
Downloadable!

Going Home (1918)

(1977)
Going home
(Continues)
Contributed by Ramón Rebollar 2005/10/24 - 21:00
Song Itineraries: World War I (1914-1918)
Downloadable! Video!

The Last Train to Clarksville

Si tratta di un brano facente parte del primo album del gruppo, intitolato semplicemente "The Monkees" e uscito nel settembre del 1966.
La solo apparentemente allegra canzonetta, in stile beatlesiano, racconta dell'addio di un soldato alla sua bella, convinto che non farà ritorno a casa.
Take the last train to Clarksville,
(Continues)
Contributed by Alessandro 2005/10/24 - 16:26
Video!

Jack O'Leary

Versione inglese di Tim Parks
dal libretto dell'album di Massimo Bubola
JACK O'LEARY
(Continues)
2005/10/24 - 15:22

Adio Ronco

Anonymous
Versione inglese di Tim Parks
dal libretto dell'album di Massimo Bubola
FAREWELL RONCO
(Continues)
2005/10/24 - 14:22
Downloadable! Video!

Era una notte che pioveva (La sentinella)

Anonymous
Versione inglese di Tim Parks
dal libretto dell'album di Massimo Bubola "Quel lungo treno".

Per una presentazione dell'album di Bubola, vedi la prima canzone, Jack O'Leary
IT WAS A RAINY NIGHT
(Continues)
2005/10/24 - 14:15
Downloadable! Video!

Monte Canino

Anonymous
Versione inglese di Tim Parks
dal libretto dell'album di Massimo Bubola
MOUNT CANINO
(Continues)
2005/10/24 - 13:57
Massimo Bubola's most recent album, "Quel lungo treno" (That Long Train) is wholly concerned with World War I. You can start to read some lyrics from the first song in the tracklist, Jack O'Leary. It also includes a number of folksong from Veneto, two of which were not yet included in our collection, Adio Ronco and Ponte de Priula. The album is also provided with a booklet including English translations of all the songs, by Tim Parks, that are now available in our website.
Lorenzo Masetti 2005/10/24 - 12:54
Downloadable! Video!

Support Our Troops OH!

Beh, abbastanza esplicita, no?
Caro soldatino americano che spari in faccia ai bambini, perchè mai dovrei preoccuparmi se crepi?

Il Brano fa parte dall'album "Fabulous Muscles" del 2004 (recensione su onda rock)

Interpretata anche dallo "psych-folk singer" Devendra Banhart.


Da un'intervista a Jamie Stewart [che si cela sotto lo pseudonimo di Xiu Xiu]:
"Non penso che chi ha scelto la vita militare sia stato ingannato sulla natura dei suoi compiti. Il mestiere del militare, chiaramente è uccidere gente per conto di un governo imperialista e capitalista. Il Vietnam era un'altra cosa: c'era la leva obbligatoria, all'epoca, mentre oggi quelli che vanno al fronte sono tutti volontari, scelgono liberamente di trasformarsi in assassini per il loro governo. Nell'articolo che mi ha spinto a scrivere la canzone si diceva di come all'interno delle truppe si manifestasse continuamente il desiderio... (Continues)
Did you know you were going to shoot
(Continues)
Contributed by Alessandro 2005/10/24 - 12:27




hosted by inventati.org