Language   
Simple list
Show Filters
Language
Song Itinerary
Date

Author Erich Mühsam

Remove all filters
Downloadable! Video!

Vater ist auch dabei

[1919?]
Versi di Alfred Henschke (1890–1928), meglio conosciuto con lo pseudonimo di Klabund, scrittore tedesco.
Nella raccolta “Die Harfenjule”, pubblicata nel 1927, poco prima della prematura morte.
Musica di Béla Reinitz (1878-1943), compositore ungherese
Interpretata da Ernst Busch nel disco dell’Aurora-Schallplatten intitolato “Erich Mühsam / Klabund Zeit-, Leid-, Streitgedichte” del 1966, rieditato nel 1972.
Testo trovato su Zgedichte.de




In tre brevi strofe: la Grande Guerra, il primo dopoguerra tredesco e la rivolta spartachista del gennaio 1919, schiacciata nel sangue...
Und als sie zogen in den Krieg -
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2020/2/7 - 13:42
Downloadable! Video!

Fiat Justitia!

[1914]
Versi di Erich Mühsam, pubblicati nel marzo 1914 sulla rivista "Kain", da lui stesso fondata.
Musica di Dieter Süverkrüp nell'album "Erich Mühsam: Ich lade Euch zum Requiem" (1995), con Walter Andreas Schwarz.
Testo da LyricWiki
Was kriegt der Proletarier
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2020/2/2 - 13:56

Lebensregel

incuriosito ho dissezionato 'neugierig' (intendi: curioso, ma non mi piaceva) nella sua etimologia 'gierig' = ' avido' e 'neu' = nuovo' , (dalla cui somma 'avido di nuovo' = 'curioso');

ora 'avido di nuovo' – che corrisponde abbastanza ad 'affamato' – reclamava una delimitazione del nuovo, e da qui l' 'avido di soluzioni';

e quest'insieme reclamava la scelta giusta per quel 'Leiden' = sofferenze, tormenti, affanni e quindi estensivamente anche 'problemi, problematiche'
Slappate tutti i frutti non pericolosi,
(Continues)
Contributed by Francesco RAUCEA 2017/4/22 - 18:50

Gesang der Intellektuellen

CANTO DEGLI INTELLETTUALI
(Continues)
Contributed by Francesco RAUCEA 2017/4/14 - 18:54
Downloadable! Video!

Der Gefangene (Sich Fügen heißt Lügen!)

La più famosa, delle poesie del grande anarchico, ma in cui in realtà l'ultimo verso d'ogni strofa, tradotto letteralmente é uno scarsamente comprensibile, non significativo e glaciale “rassegnarsi significa mentire!”

Ovviamente quel mentire é un mentirsi, un autoingannare se stessi da quindi rifiutare, da cui la mia sintesi, fatta col potere del traduttore-ermeneuta

(intendi: il traduttore simbiotico con l'autore e che quindi – mentre la scrittura può comunicare solo il definito – riesce a percepire anche il cosiddetto 'scritto tra le righe') io la sento così, emozionalmente; e, così aggiustata, a me piace di più e mi auguro che di più piaccia a Voi.

Il disegno della tortura é di G. GROSZ, che gli era amico.
L'IMPRIGIONATO
(Continues)
Contributed by Francesco RAUCEA 2017/4/14 - 18:30
Downloadable! Video!

Gesang der jungen Anarchisten

CANTO DEI GIOVANI ANARCHICI
(Continues)
Contributed by Francesco RAUCEA 2017/4/9 - 14:55
Downloadable! Video!

Ballade Von Den Baumwollpflückern

[1925/1929]
Testo rielaborato da Ernst Busch a partire dal racconto di B. Traven, misterioso scrittore tedesco trapiantato in Messico, intitolato “Die Baumwollpflücker”, pubblicato nel 1925.
Musica di Hanns Eisler, composta nel 1929.
Nei dischi “Der Barrikaden-Tauber” e “Historische Aufnahmen”

B. Traven è il nome di penna di uno scrittore misterioso, certamente tedesco, quasi certamente militante anarchico o spartachista durante la fase rivoluzionaria del 1918-19, che poi emigrò/fuggì in America, stabilendosi in Messico, quasi certamente in Chiapas, benchè l’unico suo contatto col mondo fosse una casella postale a Città del Messico. Beh, di certo vi è molto poco nella biografia di B. Traven: Erich Mühsam riteneva che si trattasse di tal Ret Marut, suo omologo in scrittura ed anarchia; due giornalisti investigatori inglesi scoprirono che il vero nome era Otto Feige, ospite per qualche... (Continues)
Es trägt der Bürger meine Gabe,
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2015/3/31 - 15:33

Lebensregel

Chanson allemande – Lebensregel – Erich Mühsam – 1914

Poème d'Erich Mühsam, dans le recueil intitulé “Wüste-Krater-Wolken” publié en 1914.
Musique de Gary Bachlund, chanteur lyrique et compositeur qui vit entre Los Angeles et Berlin.


La canzone commence par la règle de vie essentielle :
« An allen Früchten unbedenklich lecken », autrement dit : « Goûte sans hésiter à tous les fruits de la vie », qui renvoie à l'évidence au propos des Épicuriens, à cette philosophie matérialiste de l'Antiquité qui serait bien le fondement de toute civilisation « heureuse ».

Rien d'étonnant à cela, dit Lucien l'âne, quand on sait qui est Erich Müsham – militant révolutionnaire, poète libertaire et penseur anarchiste – ou l'inverse : révolutionnaire militant, libertaire poète et anarchiste penseur ; à moins que ce ne fut : poète anarchiste, militant libertaire et révolutionnaire penseur ou toute autre combinaison... (Continues)
RÈGLES DE VIE
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2014/8/20 - 23:26




hosted by inventati.org