Language   
Simple list
Show Filters
Language
Song Itinerary
Date

Author Rodolfo De Angelis

Remove all filters
Downloadable! Video!

Białe róże (Rozkwitały pąki białych róż)

Ne approfitto per dirti un paio di cose, Krzysiek.

Ora, d'accordo che di Rodolfo De Angelis ci abbiamo già altre canzoni, e che ci abbiamo pure il famoso percorso Destra e reazionarismo eccetera. Che sono stato peraltro io a volere e fondare, pensa tu! Però sarebbe bene cercare di non esagerare, quelle due che avevi messo in approvazione sono canzoni fasciste di propaganda e basta. Metti pure tutte le canzoni "antibolsceviche" che ti pare, ce ne sono a decine e decine nel sito, e sia riconosciuta pure l'importanza del De Angelis (cosa che è stata fatta); ma un po' di...juicio non fa male. Sennò qui, fra un po' si arriva a mettere "Faccetta nera" come canzone antirazzista. Siamo un sito dalle maglie parecchio larghe, ma non un contenitore di qualsiasi cosa passi per la testa a qualcuno. Una canzoncina dove si parla di "bombe, bombe, bombe", di siluri, di Savoia-Marchetti, di Breda e Caproni, e di Mas (quelli della X Mas, vorrei ricordare), mi sembra che debba stare nella fogna della storia, non in questo sito. Saluti cari.
Riccardo Venturi 2015/4/20 - 00:36
Downloadable! Video!

E se non fosse vero?

[1935]

Beh, come ho detto introducendo Schiocca la frusta, Rodolfo De Angelis non era certo un antifascista, anzi, tutta la sua parabola artistica si consuma nel Ventennio... Basti poi ascoltare una canzone come "Sanzionami questo", dedicata alla "perfida Albione"che a partire dal 1935 fu di fatto il solo membro della Società delle Nazioni a sanzionare l'Italia per l'invasione dell'Etiopia. Eppure, anche in una canzone come quella, così intrisa di patriottismo da essere sempre salutata su YouTube dai soliti "A noi!" ed "Eia eia alalà!", Rodolfo De Angelis manteneva l'ironia ed il sarcasmo che lo contraddistingueva, prendendosi piuttosto gioco dell'ipocrisia dei potenti e della cosiddetta "comunità internazionale. Un discorso quanto mai attuale.
E nel marasma dei commenti fascistoidi al video di cui sopra, soltanto uno - quello di tal klingon055 - descrive bene quel che ho cercato malamente... (Continues)
Zio Camillo dice sempre: "Non temere, stai tranquillo! Tutto quello che posseggo quando muoio lascio a te, solo a te, tutto a te, mio Cecè" seh seh...
(Continues)
Contributed by Bartleby 2011/6/21 - 19:19
Downloadable! Video!

Schiocca la frusta

[1937]
Testo trovato nel repertorio del gruppo musicale Pane e Guerra (dove erroneamente si indica come interprete del brano Petrolini che invece era morto l’anno precedente)

Rodolfo de Angelis fu seguace del futurismo, amico di Marinetti e con lui fondatore del Teatro della Sorpresa. Lasciate precocemente le scene nel 1924, si dedicò alla scrittura di canzoni e di opere sul teatro di varietà.
Basta leggere le strofe di questa sua “Schiocca la frusta” per capire quanto De Angelis fosse poco allineato al fascismo o per lo meno disincantato rispetto ai suoi metodi, dal controllo dell’informazione al bellicismo (chiaro il riferimento nella seconda strofa al laboratorio del secondo conflitto mondiale che fu la Guerra di Spagna), e alle sue “conquiste” (la canzone si chiude con una netta denuncia della forte sperequazione sociale in atto), metodi e conquiste "a suon di frusta"..
.
Signore, ci parli della radio che frigge in quell’armadio...
(Continues)
Contributed by Bartleby 2011/6/21 - 15:42




hosted by inventati.org