Lingua   

Lingua: Catalano


Ti può interessare anche...

El canó de Palamós
(José Luis (Josep Lluís) Ortega Monasterio)
Dansa de l'odi sobre la tomba de Franco
(Biel Majoral)
El cant dels ocells
(Lluís Llach)


José Luis Ortega Monasteri
José Luis Ortega Monasteri
È una canzone catalana riferita alla guerra Ispano Americana del 1898 (per Cuba e le Filippine)
Controllate che l'autore sia quello giusto (io conoscevo la canzone solo nell'interpretazione de Los Manolos nei primi anni '90).
Non ho idea dell'anno in cui è stata scritta, penso sia piuttosto vecchia e che faccia parte del folklore catalano.
Il contenuto mi sembra indiscutibilmente pacifista.
Se avete bisogno che ve la traduca posso provarci dopo Natale (*). Il titolo significa Mio Nonno.

Un caro saluto e complimenti

Alessandro

(*) Evidentemente questa segnalazione era arrivata tempo fa. Alessandro aveva sbagliato qualcosa nella procedura di inserimento e aveva inserito tutte le informazioni all'interno della biografia. Cogliamo l'occasione per ringraziare (seppur in ritardo) Alessandro e per ricordare ai nostri visitatori che per inserire una canzone di un autore non ancora presente nel database bisogna prima inserire le informazioni biografiche e successivamente il testo della canzone, altrimenti alcune segnalazioni potrebbero passare inosservate.

Lorenzo Masetti


Vocabulari :

cremat: beguda calenta a base de rom, cafè, pell de llimona, sucre, etc., que es flameja fins a la combustió gairebé total de l'alcohol.


Testo e nota ripresi da Comarques de Catalunya.
El meu avi va anar a Cuba
a bordo del "Català"
el millor barco de guerra
de la flota d'ultramar.

El timoner i el nostre amo
i catorze mariners
eren nascuts a Calella
de Palafrugell.

Quan el "Català" sortia a la mar
els nois de Calella feien un cremat
mans a la guitarra solien cantar:
Visca Catalunya. Visca el "Català!

Arribaren temps de guerres
de perfídies i traïcions
i en el mar de les Antilles
retronaren els canons.

I els mariners de Calella
-el meu avi enmig de tots-
varen morir a coberta,
al peu del canó.

Quan el "Català" sortia a la mar
cridava el meu avi:
Apa, nois, que és tard!
però els valents de bordo
no varen tornar,
tingueren la culpa els americans

inviata da Alessandro - 1/6/2006 - 14:20



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org