Lingua   

Gridu de vittoria

Kenze Neke
Lingue: Sardo, Italiano



Ti può interessare anche...

Buona notte, sogni d'oro
(Banco Del Mutuo Soccorso)
תפילת האמהות / Prayer Of The Mothers/ صلاة الأمهات
(Yael Deckelbaum / יעל דקלבאום)


[1998]
Dall’ album “Liberos, rispettatos, uguales”

Kenze_neke_-_liberos_rispettatos_uguales_-_front.jpg

Il testo originale in sardo è introvabile, si inseriscono le parti in italiano della versione con Francesco Di Giacomo, anche lui siniscolese di nascita (ma romano d'adozione)
Di quale grave colpa si saranno macchiate queste genti
quali miseri atti avranno compiuto nel corso della loro storia
per meritare un così misero destino

oppressi, perseguitati, rinchiusi, cacciati, malvoluti, dimenticati

...

...

PKK, PKK, PKK

Ma verrà il giorno in cui dalla bocca di chi lotta
si alzerà un grido di vittoria
sfruttati, gli oppressi, e i dimenticati
torneranno ad essere padroni della propria terra

Cursi, Palestinesi, non più costretti ma liberi

inviata da Dq82 - 28/6/2022 - 10:41



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org