Lingua   

Boy Soldier

Johnny Clegg & Savuka
Lingua: Inglese

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

Dans la jungle
(Renaud)
Warsaw 1943 (I Never Betrayed The Revolution)
(Johnny Clegg & Savuka)
Inevitable Consequence Of Progress
(Johnny Clegg & Savuka)


Lyrics and music by Johnny Clegg
Testo e musica di Johnny Clegg
Album: One Life

jclegg


"My continent as well as part of South America and Asia have seen a dramatic rise in the use of children as soldiers in civil wars, private milicias, run by warlords and drug cartels." -Johnny Clegg.

Il mio continente, così come parte del Sud America e dell'Asia, hanno visto un drammatico aumento dell'utilizzo dei bambini soldato nelle guerre civili, nelle milizie private, finanziate dai signori della guerra e dai cartelli della droga." - Johnny Clegg.
I am a boy soldier
Look into my eyes
I’m tired and older
Than the dead man by my side

I can take your soul
In a flash and a smile
And my home, and my name, and my life
Lie so very far behind me

Every second in no man's land
I hold my life in these small hands
Every day in a world gone mad
Hard to face who I am

ONCE WE WERE CHILDREN
ONCE WE PLAYED IN THE MORNING LIGHT
ONCE WE WERE CHILDREN
ONE MORNING THEY CAME
THE SOLDIERS TOOK US AWAY

I am a boy soldier
See my eyes’ empty stare
Each day explodes with pain
And it’s more than I can bare

The ghosts of the slain
Are the shadows in my eyes
And I dream tomorrow will come
And carry me away

Every second in No Man's Land
I hold my life in these small hands
Every day in a world gone mad
Hard to face who I am

Once we were children
Once we played in the morning light
Once we were dreamers
One morning they came, the soldiers took us away

inviata da CCG staff - 30/8/2007 - 13:17



Lingua: Italiano

Versione italiana di Kiocciolina
RAGAZZO SOLDATO

Sono un ragazzo soldato
Guardami negli occhi
Sono stanco e più grande
Del morto al mio fianco

Posso prendere la tua anima
In un lampo ed un sorriso
E casa mia, e il mio nome, e la mia vita
Si trovano così lontani alle mie spalle

Ogni secondo nella terra di nessuno
Stringo la mia vita in queste piccole mani
Ogni giorno in un mondo diventato pazzo
E' difficile avere a che fare con quello che sono

UN TEMPO ERAVAMO BAMBINI
UN TEMPO GIOCAVAMO NELLA LUCE DEL MATTINO
UN TEMPO ERAVAMO BAMBINI
UN MATTINO ARRIVARONO
I SOLDATI A PORTARCI VIA

Sono un ragazzo soldato
Guarda lo sguardo vuoto dei miei occhi
Ogni giorno esplode di dolore
Ed è più di ciò che riesco a sopportare

I fantasmi della morte
Sono ombre nei miei occhi
E sogno che domani arriverà
A portarmi via

Ogni secondo nella terra di nessuno
Stringo la mia vita in queste piccole mani
Ogni giorno in un mondo diventato pazzo
E' difficile avere a che fare con quello che sono

Un tempo eravamo bambini
Un tempo giocavamo nella luce del mattino
Un tempo eravamo sognatori
Un mattino arrivarono, i soldati ci portarono via

inviata da Kiocciolina - 7/9/2007 - 13:38



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org