Lingua   

Canzone per Chico

Ugo Mazzei
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

C'era
(Ugo Mazzei)
Chico Mendes
(Gang)
Armageddon
(Ugo Mazzei)



Francisco “Chico” Mendes. 1944-1988.
Francisco “Chico” Mendes. 1944-1988.

Per Chico Mendes e per la sua storia si rimanda a "Chico Mendes" dei Gang.

Su Chico Mendes:
Cuando los ángeles lloran dei Manà
Chico Mendes dei Gang
Ricordati di Chico dei Nomadi
Per la gloria di Mario Lavezzi
How Many People di Paul McCartney
Ambush dei Sepultura
Ao Chico di Tião Natureza
Enciendo una vela di Marianne
La memoria di León Gieco
Chanson pour Chico Mendès di Philippe Val
L'alet de la terra dei Los de l'Ouzoum
Louvor a Chico Mendes di Simone
Tëra dël 2000 dei Mau Mau
Chico Mendes di Brita Brazil
Chico Mendes di Michel Delpech
Amazzonia di Franco Simone
Chico Mendes dei Clarion
Canzone per Chico di Ugo Mazzei

Camminare vuol dire arrivare
Verso una terra di sassi e di sole
E cantare, cantare, cantare
Su una spiaggia, canzoni all'amore
E capire che c'è da finire
Un discorso con poche parole
Un sogno ancora da sognare

E spiegare alla gente comune
Cos'è l'alba, cos'è l'avvenire
Cos'è l'ombra di un albero, un fiume
Una stella sul petto, un dolore
Raccontare con rabbia e passione
Calpestando ogni luogo comune
Che la vita è come un fiore

E poi urlare per farsi sentire
Scomponendo paura e dolori
Se la strada ha il sapore del fiele
Cento stelle hanno mille colori
Per guardare la notte sparire
Lentamente ai bordi di un fiume
Che riflette la croce del sud
Che trasmette per dire di più
Che è stato così, è andata così

Ma il tuo viso coperto di neve
Sulla fronte ha una stella di mare
Un racconto, un'idea che rivive
Dentro gli occhi di un uomo che muore
Come un senso di insoddisfazione
Di fermezza e di impegno comune
Che il mondo torni a respirare

E partire per poi ritornare
Nella terra che ancora mi piace
Che porta il nome di mio padre

Ma noi urliamo per farci sentire
Scomponendo paura e dolori
Se la strada ha il sapore del fiele
Cento stelle hanno i tuoi colori
E guardiamo la notte sparire
Lentamente ai bordi di un fiume
Che riflette la croce del sud
Che trasmette per dire di più
Che è stato così, è andata così
Per non sbagliare mai più

E le foreste continuarono a vivere
E l'uomo a respirare

inviata da Alberto Scotti - 16/2/2021 - 16:41



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org