Lingua   

Tiempo cero

Pablo Ardouin Shand
Lingua: Spagnolo

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

O mia bela Amüchina
(L'Anonimo Toscano del XXI Secolo e la Piccola Orchestrina del Costo Sociale)
A la guerra
(Pablo Ardouin Shand)
La peste
(La Maison Tellier)


Tiempo cero
[ 2020 ]

Letra y música / Testo e musica / Lyrics and music / Paroles et musique / Sanat ja sävel:
Pablo Ardouin


 Arnold Böcklin - Die Pest 1898,  Basel Kunstmuseum
Arnold Böcklin - Die Pest 1898, Basel Kunstmuseum




Ai tempi del corona. Sottotitola così una delle sue ultime, se non l’ultima, composizioni di Pablo, aedo del XXI. La sua origine latino-americana e i suoi ritmi veicolano un messaggio che attinge anche ad un substrato di patrimonio culturale indio. Ne è scaturita una canzone che raggiunge l’ascoltatore in modo semplice, diretto, profondo.
Non è un rimedio farmacologico contro il maledetto, ma lo si può tenere da conto come un efficace coadiuvante antivirale.

[Riccardo Gullotta]
Este es un niño del tiempo cero
Entre el miedo y la inseguridad
De una era que se está apagando
Y de otra que la sucederá

Pero este niño crecido en el miedo
Ni el mismo sabe lo que será
Será consciente de sus derechos
O quizás borrego de la autoridad

Y cuando le pregunten en cincuenta años
Que es lo que recuerda de este tiempo sádico
Dirá que un tapabocas, la profesora eufórica
La prensa y los políticos, todos en pánico

Síndrome de culpa y de sobreviviente
Dirá que le inculcaron ante los ancianos
Dirá que recuerda como sus abuelos
Se fueron sin abrazos, sin besos, llorando

Tiempo cero, aún sin nombre claro
Que aún no es tiempo pero será
Será un tiempo para otros tiempos
Será para bien o será para mal?

Este es un niño del tiempo cero
Entre el miedo y la inseguridad
De una era que se está apagando
Y de otra que la sucederá.

inviata da Riccardo Gullotta - 10/12/2020 - 13:50



Lingua: Italiano

Traducción italiana / Traduzione italiana / Italian translation / Traduction italienne / Italiankielinen käännös:
Riccardo Gullotta
TEMPO ZERO

Questo è un bambino del tempo zero
Tra paura e insicurezza
Di un'epoca che sta svanendo
E di un’altra che subentrerà

Ma questo bambino è cresciuto nella paura
Non sa nemmeno cosa sarà
Sarà consapevole dei suoi diritti
O forse sarà agnello per il potere

E quando gli chiederanno tra cinquant'anni
Che cosa ricorda di questo tempo sadico
narrerà di una mascherina, dell’euforia della maestra,
della stampa e dei politici, tutti in preda al panico.

Con senso di colpa e sindrome da sopravvissuto
narrerà che gliel'hanno instillato dinanzi agli anziani
Dirà che si ricorda come i suoi nonni
Se ne andarono senza abbracci, senza baci, piangendo

Tempo zero, tuttora nessuna denominazione chiara
Che non è ancora il tempo ma lo sarà
Sarà un tempo per altri tempi
Sarà per il meglio o per il peggio?

Questo è un bambino del tempo zero
Tra paura e insicurezza
Di un'epoca che sta svanendo
E di un’altra che subentrerà.

inviata da Riccardo Gullotta - 10/12/2020 - 13:52



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org