Lingua   

Květy od My Lai

Marie Rottrová
Lingua: Ceco

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

Anděl
(Karel Kryl)
Giù le mani dal Vietnam
(Canzoniere delle Lame)
Uspávanka matky z My Lai
(Eva Kostolányiová)


1972
da un 45 giri pubblicato in Cecoslovacchia da Supraphon
Musica / Hudba / Music: Richard Kovalčík
Testo / Text / Lyrics: Vladimír Čort

Perpetuum Mobile / Květy Od My-lai
Řekni, kam šlo slunce spát,
že dnes ráno nesvítí,
a proč stromům v korunách
uléhá stín.

Řekni, proč mi nechce hrát
vítr písně polední
a proč poutník, co jde k nám,
má v očích pláč.

Řekni, proč mu z vlasů pad´
na zem popel šedivý,
odkud sám se navrací,
že nesmí stát.

Řekni, proč mi telegraf
smutnou zprávu přináší
o ženách, co mají jen
svůj prázdný klín.

Řeči trávy naslouchej,
poutník ji vyprávěl,
který prošel světa kraj,
přines´ květy od My Lai.

Poutník, který hledal ráj,
k nám z dálky přichází,
z kamene je jeho tvář,
úsměv na ní nezáří.

Teď víš, kam šlo slunce spát,
že dnes ráno nesvítí,
a proč stromům v korunách
uléhá stín.

Teď víš, proč mu z vlasů pad´
na zem popel šedivý,
odkud sám se navrací,
že nesmí stát.

Teď víš, proč mi telegraf
smutnou zprávu přináší
o ženách, co mají jen
svůj prázdný klín.

Řeči trávy naslouchej,
poutník ji vyprávěl,
který prošel světa kraj,
přines´ květy od My Lai.

Poutník, který hledal ráj,
k nám z dálky přichází,
poutník, který hledal ráj,
k nám z dálky přichází...

inviata da Stanislava - 8/9/2020 - 15:19



Lingua: Italiano

Versione italiana di Stanislava
FIORI DA MY LAI

Di' dov'è andato a dormire il sole
giacché stamattina non splende
e perché nelle chiome degli alberi
si posa l'ombra.

Di' perché il vento non mi vuole suonare
i canti del mezzogiorno
e perché il viandante diretto da queste parti
ha il pianto negli occhi.

Di' perché la cenere grigia
dai capelli gli è caduta a terra,
da dove sta ritornando da solo
non potendosi fermare.

Di' perché il telegrafo
mi fa arrivare una triste notizia
di donne che hanno soltanto
il proprio grembo vuoto.

Ascolta il discorrere dell'erba,
l'ha raccontato il viandante,
colui che aveva attraversato il mondo
e portato i fiori da My Lai.

Il viandante che cercava il paradiso
giunge da noi da luoghi lontani,
il suo volto è di pietra,
manca in esso il lume di un sorriso.

Ora sai dov'è andato a dormire il sole
che stamattina non splende
e perché nelle chiome degli alberi
si posa l'ombra.

Ora sai perché la cenere grigia
dai capelli gli è caduta a terra,
da dove sta ritornando da solo
non potendosi fermare.

Ora sai perché il telegrafo
mi fa arrivare una triste notizia
di donne che hanno soltanto
il proprio grembo vuoto.

Ascolta il discorrere dell'erba,
l'ha raccontato il viandante,
colui che aveva attraversato il mondo
e portato i fiori da My Lai.

Il viandante che cercava il paradiso
giunge da noi da luoghi lontani,
il viandante che cercava il paradiso
giunge da noi da luoghi lontani...

inviata da Stanislava - 8/9/2020 - 15:20


Ciao Lorenzo, grazie alla tua segnalazione di ieri ho provato a cercare il testo di questa canzone che però al momento sembra irreperibile in rete. Allora ho utilizzato il vecchio metodo comprovato... la trascrizione all'orecchio :)
Tra l'altro, sotto il video su youtube c'è proprio il commento di Vietnam War Song Project di un mese fa in cui anche loro chiedono il testo. Chissà se poi hanno ricevuto qualche riscontro, lì il commento rimane senza risposte. Magari anche a loro farebbe piacere recuperarlo.

Stanislava - 8/9/2020 - 15:22


Ciao Stanislava, grazie, ottimo lavoro! Direi che potresti lasciare il testo trascritto anche su youtube per aiutare il Vietnam War Song Project.

Lorenzo - 8/9/2020 - 15:37


Intanto l'ho provato a contattare per email. Vediamo se risponde.

Stanislava - 8/9/2020 - 16:17



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org