Lingua   

Oratione contra coronavirus

Mauro Geraci
Lingua: Siciliano


Ti può interessare anche...

La storia di Nonno Giovanni
(Laboratori didattici alla Scuola media statale A. Gramsci di Roma)
Lu cantu senza cantu
(Insegnanti di Capo d'Orlando)
1600 Peste ti colga
(I Gufi)


[2020]

misure precauzionali


Questa orazione vuol essere una preghiera dissacratoria affinché finisca presto quest’incubo della pandemia coronavirus in cui ci siamo trovati. Vuol anche essere un invito a ritrovare la regione e l’avveduta determinazione per affrontare, con tutta la serietà scientifica e il rigore del caso, questa tragedia, sconfessando la pericolosissima e spesso fuorviante spettacolarizzazione che ne è stata fatta da un’impresa mediatica e politica a dir poco disgustosa. Vuol essere anche una denuncia dei rischi, dei malefici, dei regimi vessatori e illiberali insiti nella cosiddetta globalizzazione, dalla Cina fino all’Europa, che riducono a numeri le nostre vite, le nostre morti, spezzandoci le ali della poesia e della fantasia per pensare e volare liberi, trasgressivi, in modo diverso e finanche scorretto, sopra ogni mercato, ogni imposizione e omologazione forzata.
Mauro Geraci
Oremus!
Domine Deus excellentissimus
di ‘n testa levanni a coronavirus.
‘Mpazzeru tutti, putenti Dominem,
picciuli et granni, fimmini et hominem.
Di la matina ‘nsinu a la noctis
perpetua camula avemu nobis,
chiù di lu virus a nui i cogghionis
cu è ca nni rumpi? A tilivisionis.
Nun sgraccu, nun ‘nziccu, nun toccu, nun sputu,
non nesciu, non strisciu, non ciusciu e stranutu,
d’ognunu m’arrassu, mi scansu, non ruttu
mi strinciu, mi scugnu, non vasu e non futtu. Amen!

Ti preju Santu Patris
levanni di sta fossa
prima ca la Via crucis
cadi nta zona rossa,
prima ca ogni parrinu
ti tira di l’artari
l’ostia a tia cchiù vicinu
c’a canna pi piscari.

i dura sta sirrata,
o Patri Onnipotenti,
si ti fai na risata
poi t’ha lavari i denti
e si la to mugghieri
ti dici “Cicciu, un vasu!”,
rispunni “Vai nn’arreri!
Va ciusciati lu nasu!”

Di la Cina partiu
stu virus murtali
unni c’a merda addevanu
li poviri animali.
Lu capu Mattarella
a lu nostru paisi
dissi: “La Cina è bella!

Glubbalizzati semu,
lu munnu è na latrina,
‘ccussì nn’arridducemmu
pi curpa di la Cina,
l’Europa e i Stati Uniti,
li multinazionali
si tessunu li riti
e nni scippanu l’ali.

Oremus!

Confiteor Deo onnipotenti
covid tollis urgentementi,
tollis humana cogitazione,
peccata tollis et tilivisione.
Domine exaudi la me orationi,
tollis a malaglubbalizzationi
et clamor veniat, veniat la paci
e binidici a Mauru Giraci.

Nun sgraccu, nun ‘nziccu, nun toccu, nun sputu,
non nesciu, non strisciu, non ciusciu e stranutu,
d’ognunu m’arrassu, mi scansu, non ruttu
mi strinciu, mi scugnu, non vasu e non futtu. Amen!

inviata da adriana - 10/3/2020 - 07:12



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org