Lingua   

Caffè Fortuna

Traindeville

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

Da bocca a orecchio
(Nuove Tribù Zulu)
Roma città persa
(BandaJorona)
Rich Man's War
(John Trudell)


2017
Caffè Fortuna
fortuna

Caffè Fortuna, il brano che dà il titolo all’album, è stato composto dopo un mini-tour in Lussemburgo. La visita alle miniere di Esch-Sur-Alzette, in cui lavoravano tanti italiani, ha fatto nascere una canzone che parla di migrazione, speranza e lavoro. Lungo la strada verso la miniera, l’insegna di un bar che portava questo nome ha evocato una melodia di fisarmonica, la visione di un valzer tra passato e presente, il dialogo sognato tra un figlio e un padre. Il videoclip è stato girato al Bois du Cazier, Museo della Miniera di Marcinelle, teatro di una grande tragedia avvenuta nel 1956 nella locale miniera di carbone.

Ludovica Valori: voce, fisarmonica, pianoforte
Paolo Camerini: contrabbasso, percussioni
Adriano Dragotta: violino
Franco Pietropaoli: chitarre
Mio padre scendeva nella miniera
Uguali nel buio il giorno e la sera
Nere le facce, candele tremanti
Lavoratori stranieri emigranti
Terra rossastra, binari nel verde
In galleria quanta vita si perde

E al caffè fortuna a bere un bicchiere
Provava a scordare stanchezza e dolore
Al caffè Fortuna, finito il bicchiere
Scendevano a volte due lacrime nere.

La strada dritta le case in fila
Il cielo pesante, l'aria che gela
da dietro le nuvole uscirà un sole
Ci sorriderà per un mondo migliore
E per noi figli un altro domani
Mezzi stranieri, mezzi italiani

E al caffè fortuna a bere un bicchiere
ritorneremo a quelle miniere
Al caffè Fortuna, finito il bicchiere
Rispunteranno due lacrime nere.

Au Café Fortuna pour boire un verre
Pensant aux jours passés sous terre
Au Café Fortuna près de la mine
Des larmes noires dans la poitrine
(1)

E al caffè fortuna a bere un bicchiere
ritorneremo a quelle miniere
Al caffè Fortuna, finito il bicchiere
Rispunteranno due lacrime nere.
(1) Al Caffè Fortuna per bere un bicchiere
Pensando ai giorni passati sotto terra
Al Caffè Fortuna vicino alla miniera
Delle lacrime nere dal petto

inviata da Dq82 - 26/8/2019 - 22:53


Vista la difficoltà a trascrivere all'ascolto il ritornello in francese, abbiamo provato a chiedere a Ludovica Valori, che già si era affacciata sul nostro sito e che molto gentilmente e celermente ci ha risposto:

Buongiorno!
Che piacere ricevere il tuo messaggio!... c'è già un'altra nostra canzone sul vostro sito, "Taranta Migrante", saremmo onoratissimi se ci fosse anche "Caffè Fortuna".
Dunque il ritornello in francese è come segue:

Au Café Fortuna pour boire un verre
Pensant aux jours passés sous terre
Au Café Fortuna près de la mine
Des larmes noires dans la poitrine

Fammi sapere se hai bisogno di altro. Il videoclip è su youtube https://www.youtube.com/watch?v=bEFY4TPGQLM
Buona giornata e grazie ancora!
Ludovica e Paolo

Dq82 - 28/8/2019 - 09:45



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org