Lingua   

Viaggiate

Gio Evan
Lingua: Italiano



[2019?]
Poesia di Gio Evan / A poem by Gio Evan / Poème de Gio Evan / Gio Evanin runo

Gio Evan (Giovanni Giancaspro).
Gio Evan (Giovanni Giancaspro).


Gio Evan, al secolo Giovanni Giancaspro, nato il 21 aprile 1988, si definisce “scrittore, poeta, cantautore e performer” sul suo profilo Instagram (notizia ripresa da questo articolo del Corriere della Sera). Ha pubblicato il suo primo libro di poesie nel 2008, all'età di vent'anni (a vent'anni, chi non scrive poesie?), poi per i successivi quattro anni ha solo viaggiato per il mondo. “Il nome Gio Evan arriva proprio dall’incontro con un membro della popolazione indigena Hopi in Argentina: è lui a dargli questo soprannome che ricorda l’omonimo evangelista e che, al suo ritorno, diventerà il suo nome d’arte”, c'è ulteriormente scritto nell'articolo, autentico e interessante sunto di gioevannologia. Va detto, naturalmente, che l'interesse nei confronti di questo giovane poeta e artista si è svegliato qualche mese fa per un'occasione abbastanza mondana, nella quale lui ha avuto -del tutto incolpevolmente- una parte assolutamente indiretta: tale Elisabetta Isoardi, una procace showgirl o roba del genere, si è infatti servita proprio di un verso di Gio Evan per mandare al gas il fidanzatone, un obeso e untuoso milanese che all'epoca faceva il ministro dell'interno (lo fa tuttora, a dire il vero, anche se nutre ambizioni maggiori). Come modo per assurgere alla notorietà, perlomeno quella giornalistica, non è un gran ché, ne converranno tutti; però, lo ripetiamo, il povero Gio Evan non c'entra proprio niente. Bene ha quindi fatto Fabio Bello, che ringraziamo -sebbene con qualche giorno di ritardo- a ristabilire un po' di doverosa giustizia nei confronti di Gio Evan, con questa sua bella composizione dalla quale traspare tutt'altro che salvinismo, e che accogliamo volentierissimo in questo sito con, magari, pure un invito a Gio Evan a venire a trovarci e a scambiare due chiacchiere graditissime. Ci sembra infatti che il suo mondo sia esattamente agli antipodi di quello dell'ex fidanzatone della Isoardi, che brandisce rosari e santini tra una piattata di spaghetti alla sugaglia itagliana, un decreto sicurezza-bis, una bisteccona ipercalorica, un tweet di galere, pieni poteri e quant'altro.

salvsgrana


Per la cronaca, egli si è poi, e più proficuamente, fidanzatonato con la giovine figlia di un noto faccendiere e pluripregiudicato toscano, un bel fidanzatonamento di “centrodestra” nel quale non ci sarà più posto per i Gio Evan e per chiunque inviti a viaggiare per aprirsi un po' la mente. [RV]
Viaggiate
che sennò poi
diventate razzisti
e finite per credere
che la vostra pelle è l'unica
ad avere ragione,
che la vostra lingua
è la più romantica
e che siete stati i primi
ad essere i primi
viaggiate
che se non viaggiate poi
non vi si fortificano i pensieri
non vi riempite di idee
vi nascono sogni con le gambe fragili
e poi finite per credere alle televisioni
e a quelli che inventano nemici
che calzano a pennello con i vostri incubi
per farvi vivere di terrore
senza più saluti
né grazie
né prego
né si figuri
viaggiate
che viaggiare insegna
a dare il buongiorno a tutti
a prescindere
da quale sole proveniamo,
viaggiate
che viaggiare insegna
a dare la buonanotte a tutti
a prescindere
dalle tenebre che ci portiamo dentro
viaggiate
che viaggiare insegna a resistere
a non dipendere
ad accettare gli altri non solo per quello che sono
ma anche per quello che non potranno mai essere,
a conoscere di cosa siamo capaci
a sentirsi parte di una famiglia
oltre frontiere, oltre confini,
oltre tradizioni e cultura,
viaggiare insegna a essere oltre
viaggiate
che sennò poi finite per credere
che siete fatti solo per un panorama
e invece dentro voi
esistono paesaggi meravigliosi
ancora da visitare.

inviata da Fabio Bello - 7/8/2019 - 23:21



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org