Lingua   

Cara mamma sono carcerato

anonimo
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Cortogno
(Gasparazzo)
S'ciòp e Picòun
(Modena City Ramblers)
Il ponte della ferrovia
(Alberto Marchetti)


Come puoi capire ascoltando questo canto, si tratta di una registrazione effettuata da qualche studioso di canzoni popolari, che ha intervistato un testimone dei fatti accaduti.
Da Imparare con la Storia
Cara mamma sono carcerato
Dai fascisti gettato in una prigion
Notte e giorno penso a quel passato
Speso tutto in difesa dell’onor
Qui si langue, sì,
si mangia una volta al dì,
dimagriremo come tanti baccalà.
Moriremo? No! Moriremo? No!
La vittoria sarà di un solo color
rosso amor,
la bandiera di noi partigiani
e la russa con falce e martel;
la promessa d’un prossimo domani
che pel mondo sarà fiorente e bel.
Moriremo? No! Vinceremo? Sì

inviata da adriana - 31/5/2019 - 08:16



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org