Lingua   

Arcobaleno di pace (Là sulla risaia è nato un bel mattino)

Pietro Besate
Lingua: Italiano

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

Tredici milioni di uomini
(Emilio Jona)
Il nostro giorno (1° Maggio)
(Giorgio Gaber)
Canzone di viaggio
(Emilio Jona)


[1960]
Scritta da Pietro Besate e sempre interpretata dal Coro delle Mondine di Trino Vercellese
Nel volume intitolato “Senti le rane che cantano: canzoni e vissuti popolari della risaia”, di Franco Castelli, Emilio Jona e Alberto Lovatto, Donzelli editore, 2005.

Senti le rane che cantano: canzoni e vissuti popolari della risaia
Là sulla risaia è nato un bel mattino
un arcobaleno lungo tutto il cielo
sorge dall'Italia e va fino a Pechino [o e va fino al Cremlino]
simbolo di pace e di fraternità
simbolo di pace e di fraternità.

Ci dividon terre, mari e montagne
ma coi cuori siam vicine e siam unite
perché siam sorelle, siam partigiane
della pace e della libertà
della pace e della libertà.

Con le dita logore dalla risaia
noi abbiam cucito un'iride di pace
che vogliam portar garrir sull'Himalaya
sui più alti monti dovrà trionfar
sui più alti monti dovrà trionfar.

È un messaggio, è un impegno di lottare
perché sian felici i bimbi della terra
che nel mondo non ci sia mai più guerra
ma solo lavoro, pane e libertà
ma solo lavoro, pane e libertà.

inviata da Bernart Bartleby - 17/11/2018 - 14:58


Nel disco intitolato "La mondina canta", edizione Divergo, 1976, nell'interpretazione del Coro di Mondine della Cooperativa dei Cappuccini di Vercelli.

La mondina canta

B.B. - 17/11/2018 - 15:03



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org