Lingua   

Kabul

Loredana Bertè
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Mufida
(Loredana Bertè)
Il Comandante Che (Let's Face It)‎
(Loredana Bertè)
Funeral de um lavrador
(Chico Buarque de Hollanda)


Dall'album "Ufficialmente dispersi" 1993

(testo: Loredana Bertè – musica: Philippe Lèon)

Loredana


"Kabul" e' un brano dedicato alla resistenza afgana, la fuga degli uomini che vanno a combattere, mentre le donne e i bambini restano in città a faccia a faccia col nemico.
Fumo e vento si alzano nel cielo
ma chi si salverà
giovane sposa in quel vestito nero
che cosa ne sarà
di te, chi parlerà

se ne vanno via dalle strade di Kabul
e lasciano le donne, i bambini i vecchi e...
loro vanno via per non tornare più
ti lasciano da sola e non sai se hai vinto tu

bum bum bum ... adesso tu
non sai ricominciare
non sai chi maledire

bum bum bum ... sempre più giù
non sai più cosa fare
non sai più dove andare, andare

Dicono che la vita ha un'importanza
ma chi ti salverà
tu che non credi mai una speranza
dove ti fermerai,
donna dove ti perderai

Se ne vanno via per le strade di Kabul
marciando sulle tombe di bambini, vecchi e...
loro vanno via per non tornare più
non bastano le pagine che ancora devi scrivere

bum bum bum se spari tu
non posso più aspettare
di te io voglio parlare

bum bum bum se spari tu
non so se fa più male
di te io voglio parlare, parlare

Se ne vanno via dalle strade di Kabul
e lasciano le donne i bambini, i vecchi e...
se ne vanno via e a nessuno importa più
loro vanno via per le strade di Kabul

inviata da daniela -k.d- - 9/4/2007 - 15:56



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org