Lingua   

La terza guerra mondiale

Zen Circus
Lingua: Italiano



Mi son svegliato con il sole
che mi accecava un occhio
una città in riva al mare
ma la casa no, non la conosco

Fuori è un caldo innaturale
riscaldamento globale
certo moriremo tutti ma
in infradito e bermuda dai ci sta

Adesso sono dentro a un treno
guardo gli altri passeggeri e penso che
sarebbe bello chiacchierare
ma tutti han sempre da fare
qualcuno guarda il cellulare
altri fan finta di dormire ed io
vorrei vederlo deragliare
così potremo tutti urlare

una guerra mondiale ancora
per cominciare una nuova era
per capire chi è il nemico
per vederlo dritto in viso
una guerra mondiale ancora
per vedere che faremmo ora

Quando ero un ragazzo
volevo fare una comune
con le mie amiche ed i miei amici
in un grande casolare
qualche anno dopo ci ho provato
ma non è andata un granché bene
qualcuno poi si è innamorato
se ne è andato e poi chi l’ha visto più

Adesso anch’io vivo da solo
certo è più che naturale
mi han detto prenditi un cane
ma non voglio fare da padrone
e non perché non sia in grado
di prendermene cura
ma solo perché sono un gatto io
ed un gatto padroni non ne ha

Una guerra mondiale ancora
per cominciare una nuova era
per capire chi è il nemico
per vederlo dritto in viso
una guerra mondiale ancora
per vedere che fareste ora

voi che parlate di fucili
di calci in culo ed esplosivi
una guerra mondiale ancora
una vera e non su una tastiera
la terza guerra mondiale
la terza guerra mondiale
la terza guerra mondiale
la terza guerra mondiale


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org