Lingua   

Muro

Flavio Oreglio e Luf
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Cervelli in fuga
(Luca Bassanese)
La fiera delle fole
(Flavio Oreglio e Luf)


Testo e musica di Flavio Oreglio e Dario Canossi

2008
Giù Non è stato facile cadere così in basso
giu-oreglio
Metro su metro hai costruito il tuo muro
mattone su mattone per sentirti più sicuro
pietra su pietra adesso è tutto scuro

Un angelo appeso ai miei sogni nel cielo
dondola leggendo il tuo nuovo vangelo
si ferma mi guarda e dice "Non è vero"

Ma fuori c'è il sole era venuto per te
fuori c'è il sole non sai più dov'è
ma fuori c'è un fiore era nato per te
fuori c'è un fiore non ricordi cos'è

Quello che sprechi lo rubi a chi ha fame
ma quello che ha fame aspetta il tuo pane
e fiuta nel vento, come fosse un cane

Il tempo è tempo non è una partita
e scivola lento tra le tue dita
il tempo è tempo e poi diventa vita

Ma fuori c'è il sole era venuto per te
fuori c'è il sole non sai più dov'è
ma fuori c'è un fiore era nato per te
fuori c'è un fiore non ricordi cos'è

Un muro non basta, non basta un muro
a tenere lontano il tuo nuovo futuro
se chiudi gli occhi è davvero tutto scuro

Hanno cambiato più paesi che scarpe
e il mare è una tomba di angeli neri
strappati al deserto dei figli di ieri

Ma fuori c'è il sole era venuto per te
fuori c'è il sole non sai più dov'è
ma fuori c'è un fiore era nato per te
fuori c'è un fiore non ricordi cos'è

Ma fuori c'è il sole era venuto per te
fuori c'è il sole non sai più dov'è
ma fuori c'è un fiore era nato per te
fuori c'è un fiore non ricordi cos'è

inviata da dq82 - 3/9/2016 - 16:30


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org