Language   

Morning Thoughts

Gil Scott-Heron
Language: English

List of versions


Related Songs

The Klan
(Gil Scott-Heron)
B-Movie
(Gil Scott-Heron)
Gun
(Gil Scott-Heron)


[1981]
Parole e musica di Gil Scott-Heron
Nell'album “Reflections”

scottherefl


Una bellissima canzone d’amore, dedicata alla compagna Brenda Sykes e alla figlia Gia Louise, nata nel 1980, ma anche a tutti gli uomini che in ogni angolo della terra stavano lottando, soffrendo e morendo per la loro libertà.

Gil Scott-Heron e la figlia Gia sulla copertina dell’album “Real Eyes” del 1980
Gil Scott-Heron e la figlia Gia sulla copertina dell’album “Real Eyes” del 1980


“Mattino come principio di un nuovo giorno / con tutta la sua luminosa promessa / splende prima pallido poi brilla /sullo Zimbabwe / su El Salvador / sulla Namibia / sulla Polonia / ovunque un uomo osa protestare per un cambiamento. / Siamo nati alla mezzanotte del periodo più scuro / ma sicuramente il primo minuto di un nuovo giorno offre… nuova forza.”
(traduzione italiana da Potere alla Parola)
The sweet smell of my lady's love
her body blending with my own.
The time when the world is dark and quiet
and we're alone;
near the precipice that separates
noise form peace,
the hint of an ever-evolving magic;
a precious place
combines and still confirms the space
the oneness and togetherness.

And still a softer morning in March
a gift for me
from God with a darling face
and papa's eyes and Grandma's grace.
How there the light of
immortality shines
as wondrous fragile dreams taste light
and the slighest breeze for the first time.
And morning thoughts turn to smiles
to love to sunshine
to "Good morning"

Morning thoughts are of the storm
lightning flashing through the dawning sky
of Grandma's hands and younger days of life's
discovery from behind the veil of her guidance
of the music that forms our
historical biography - descriptive of previous heritage
of the aches and frustrations of city life blues
the threat of violence that provides the atmosphere
and observations from the balcony
of a "B movie"
as (thought) "all the world's a stage"

Morning thoughts begin
as Midnight black gives way
to morning cracks of sunshine
morning as a new day beginning
with all it's bright interpretive promise
shine down then sunshine
on Zimbabwe
on El Salvador
on Namibia
on Poland
wherever a man would dare stand up
for a change
we were born at Midnight in the darkest time,
but surely the first minute of a new day gives
a new strength.

Sometime near morning
there's a smile I really need
a chance to gather
our love together
and express everything we feel.

Contributed by Bernart Bartleby - 2016/1/4 - 19:10



Language: Italian

Traduzione italiana integrale di Riccardo Venturi
4 gennaio 2016

Due parole del traduttore. Per questo testo veramente arduo, la (parziale) traduzione esistente, menzionata anche da BB il contributore, oltre ad essere incompleta (ma aveva, senz'altro, carattere di citazione) presentava dei punti a mio parere problematici. Quindi mi sono deciso a rifarla di sana pianta, il che equivale in gran parte a una riscrittura. Non del tutto: si tratta di uno di quei tipici casi in cui una riscrittura totale non è possibile, ed occorre quindi, per il “traduttore”, chiudere gli occhi e lasciarsi guidare tentando di captare, per quanto possibile, una data atmosfera. Anche per questo motivo non inserisco note, lasciando a chi eventualmente legga questa “traduzione” la percezione di quel che ho scritto in dati punti.
PENSIERI DEL MATTINO

Il tenero profumo dell'amore della mia donna,
il suo corpo che si fonde col mio.
L'ora in cui il mondo è calma e tenebre,
soli siamo.
Vicini al baratro che divide
lo strepito dalla pace,
come fosse una magia che sempre si rinnova;
un luogo prezioso
racchiude in sé, ribadendo lo spazio,
l'essere unico e l'essere tra gli altri.

E una mattina di marzo ancor più lieve,
un dono che mi è fatto
da Dio con un volto amato,
e gli occhi di papà, e la grazia della nonna.
Quanto vi risplende
la luce dell'immortalità
mentre sogni fragili e mirabili gustano la luce
per la prima volta, e la brezza più soave.
E i pensieri del mattino si fanno sorrisi,
si fanno amore, splendere del sole,
si fanno un “buongiorno”.

I pensieri del mattino sono fortunale,
fulmini che guizzano nel cielo aurorale,
sono le mani della nonna, le scoperte dei giorni
più verdi della vita, velate dietro la sua guida,
sono la musica che forma la nostra
biografia storica, che descrive un patrimonio già esistente
sono i dolori e le frustrazioni del blues urbano,
sono la minaccia della violenza che fornisce l'atmosfera
e ciò che si vede dall'osservatorio
di un “film spazzatura”
così come (penso) “tutto il mondo è un palcoscenico”

I pensieri del mattino cominciano
quando il buio della notte lascia il posto
agli sprazzi di luce del mattino.
Mattino come inizio di un nuovo giorno,
con tutte le sue promesse luminose,
che prima barlumina per poi brillare
sullo Zimbabwe
sul Salvador
sulla Namibia
sulla Polonia
ovunque un uomo abbia il coraggio
di insorgere per un cambiamento
siamo nati alla mezzanotte dei tempi più bui,
ma certamente il primo minuto di un nuovo giorno
dà nuova forza.

A volte, avvicinandosi il mattino,
c'è un sorriso che mi occorre davvero,
un'occasione per raccogliere
tutti il nostro amore
ed esprimere ogni cosa che sentiamo.

2016/1/4 - 20:22


Grazie Riccardo, valeva proprio la pena tradurla!

Non so perchè la penultima strofa non sia stata chiusa... All'ascolto è evidente che Scott-Heron pronuncia "but surely the first minute of a new day gives a new strenght."

D'altra parte, sulla gran parte dei siti, per questa canzone non c'è nemmeno l'abbinamento corretto tra titolo e testo!

Saluti

B.B. - 2016/1/4 - 20:48


Accidenti se ne valeva la pena! Ad ogni modo, ho integrato il verso mancante (anche nella traduzione), e ne ho pure approfittato per una piccola modifica che -secondo me- rende meglio una cosa. Questa, e lo dico con convinzione, è poesia americana del XX secolo. Non sono un fanatico delle "antologie", anzi tutt'altro, ma trovare qualcosa di Gil Scott-Heron in un'eventuale florilegio dei poeti contemporanei americani non mi stupirebbe affatto.

PS. Ti devo ringraziare anche per una cosa che mi ha fatto sorridere. Non lo sai, ma in inglese esistono due parole il cui spelling, secondo le statistiche, è sbagliato da circa l'84% degli anglofoni. Una è weird (misterioso, soprannaturale), che tutti scrivono wierd; e l'altra è, giustappunto, strength, che tutti scrivono strenght (in inglese esistono molte più parole che terminano in -ght, eight, plight, sight, blight, flight...). Stesso destino per length, che diventa lenght nell'84% dei casi. Per essere nominato anglofono standard quindi ti manca solo di scrivere "Guiseppe" per "Giuseppe" (100% degli americani) e "masheen" per "machine" :-P

Dimenticavo. Un altro comunissimo misspelling è it's per its; tant'è vero che lo ha sbagliato anche Gil Scott-Heron nel suo testo. Però il testo è sacro è lo lascio :-P Ok, d'accordo, fine dell'accesso di pignoleria notturna prima che qualcuno mi spari...

Riccardo Venturi - 2016/1/5 - 03:25


Beh, io ho cercato il testo migliore reperibile in Rete e ho provato a controllarlo all'ascolto (cosa che non posso fare sempre, se non a posteriori... sai quali sono le condizioni in cui normalmente contribuisco!) ma non è detto che "it's" sia proprio di Scott-Heron...

Quanto al resto...

CHE LA STRENGHETE SIA CON TE, RICCARDO!

B.B. - 2016/1/5 - 11:31


Non è detto che sia ma potrebbe anche essere...ma come diceva Sant'Agostino d'Ippona (sic!!!), melius reprehendant nos grammatici quam non intelligant populi :-) E non c'è dubbio che il qui presente avrebbe fatto il pelo anche a Sant'Agostino, guadagnandosi immediatamente le fiamme dell'inferno. Tanto, poi, me le sono guadagnate lo stesso...

Riccardo Venturi - 2016/1/5 - 13:51



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org