Lingua   

Hou My Vas Korporaal!

James Phillips
Lingua: Afrikaans

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

پژمان مصلح
(Pezhman Mosleh)
Ndodemnyama Verwoerd!‎
(Miriam Makeba)
Au 22e
(Gaston Couté)


[1983]
Parole e musica di James Phillips (1959-1995), songwriter e rocker sudafricano, bianco.
Singolo che l’autore pubblicò sotto lo pseudonimo di Bernoldus Niemand
Poi nell’album “Wie Is Bernoldus Niemand?” del 1984
Testo trovato su Lyrics Translate

Hou My Vas Korporaal! Wie Is Bernoldus Niemand?


Poco prima di chiudere l’esperienza dei Corporal Punishment e aprire quella dei Cherry-Faced Lurchers, James Phillips, giovane rocker bianco sudafricano, anticonformista e antirazzista, attenzionato dalla polizia segreta del regime dell’Apartheid, attribuì al suo alter ego Bernoldus Niemand un disco il cui obiettivo dichiarato era “slaughter the Afrikaans sacred cows”, fare a pezzi i pilastri su cui si reggeva la società bianca sudafricana. E non solo la segregazione razziale che colpiva la maggioranza nera ma anche la coscrizione militare, il calvinismo, la soppressione di ogni dibattito politico e l’intolleranza verso il non-conformismo, che invece vessavano anche buona parte dei giovani bianchi.



In particolare, il Sudafrica segregazionista dell’epoca era strutturato più o meno come Israele oggi: i bantustan neri erano un po’ come il grande ghetto di Gaza e le aree controllate della West Bank. E ovviamente l’apartheid sudafricano, così come l’occupazione israeliana, richiedevano enormi risorse, anche umane, per il controllo della numerosa popolazione assoggettata. Sicchè i giovani bianchi erano chiamati fin dai 16 anni ad un lungo servizio militare (non so esattamente quanto durasse, ma nella biografia di James Phillips viene riportato che lui decise per l’obiezione di coscienza dopo due anni di ferma) che, nella migliore delle ipotesi, li costringeva ai pattugliamenti e alle operazioni di polizia nelle township nere, e nella peggiore a rischiare la vita nella interminabile guerra civile angolana, nella quale il Sudafrica fu coinvolto dal 1975 al 1989.

End Conscription Campaign


Nel 1983 – proprio l’anno in cui James Phillips incise questa canzone – l’United Democratic Front (UDF), la più importante organizzazione interrazziale anti-apartheid negli anni 80, promosse la “End Conscription Campaign” e due anni dopo la “Troops out of the Townships Campaign” alle quali aderirono migliaia di giovani bianchi.

Forces Favourites

Nel 1986 l’etichetta discografica per cui incideva James Phillips, la Shifty Records, realizzò un disco collettivo intitolato “Forces Favourites” contro il servizio militare obbligatorio ed il coinvolgimento nella guerra in Angola. Al progetto parteciparono lo stesso Phillips, con i suoi Cherry-Faced Lurchers, così come Roger Lucey, Warrick Sony e i suoi Kalahari Surfers e diversi altri artisti.

End Conscription Campaign


L’“End Conscription Campaign” scassò molto le palle al governo di Pretoria, che scatenò contro i suoi militanti il suo “Security Branch”: nel 1988 la campagna fu bandita, i suoi organizzatori arrestati, molti obiettori sottoposti a trattamenti psichiatrici forzati con la scusa che avevano rifiutato il servizio militare adducendo problemi psicologici.

La coscrizione obbligatoria fu abbandonata in Sudafrica tra il 1993 ed il 1994, (guarda caso) in coincidenza con la fine dell’Apartheid.
Hou my vas, korporaal
Ek’s ’n kind skoon verdwaal
Gaan ek weer my tjerrie sien
As ek van die trein afklim?
Ja, sowaar, korporaal
Dis mos swaar, korporaal
Ek speel oorlog met my beste dae
Ja ja ja, ek en al my maatjies
bymekaar
Bymekaar

Sal so doen, kolonel
Sal nie weier alhoewel
Elke dag is deurgekruis
Een dag nader aan my huis
Hot en haar, korporaal
Ek word naar, korporaal
My ou man se eerste kamp is klaar
Ja ja ja, amper al sy maatjies bymekaar, bymekaaar
Oogklappe bring die skoon gewete
Dis my plig dis nie my keuse
Hier sit ek, ek sit en vrek
Dis nie my skuld maar ek hou my bek
[korporaal voice: Hou jou bek!]

Sy’s my nooi en haar naam is “Min Dae”
Ja ja ja, ek en all my maatjies bymeekaar
Bymekaar, bymekaar
Ja ja ja ja ja ja ja ja
Ja ja ja ja ja ja ja ja, korporaal!

inviata da Bernart Bartleby - 19/11/2015 - 10:24



Lingua: Inglese

Traduzione inglese di GK-1 da Lyrics Translate
HOLD ME TIGHT CORPORAL

Hold me tight, Corporal
I'm a child completely lost
Am I going to see my girlfriend again
when I get off the train?
Yes, indeed, Corporal
It is hard, Corporal
I play war with the best of my days
Yes yes yes, all my friends and I
Together
Together

Will do so, Corporal
Will not refuse although
each day is checked
One day closer to my home
Here and there, Corporal
I feel nauseous, Corporal
My old man's first camp is done
Yes yes yes, almost all his friends together, together
Eye patches bring a clean conscience
It is my duty, not my choice
Here I sit, I sit and die
It isn't my fault but I shut my mouth
(Corporal voice: Shut your mouth!)

She's my girl and her name is "Few Days"
Yes yes yes, all my friends and I together
Together, together
yes yes yes yes yes yes yes yes
yes yes yes yes yes yes yes yes, Corporal!

inviata da Bernart Bartleby - 19/11/2015 - 10:29



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org