Lingua   

Patrone te la lasse la cunzegn'

anonimo
Lingua: Italiano (Pugliese Foggiano Cerignolano)


Ti può interessare anche...

E cume vogghie fè?
(Savino Totaro)
Roll the Union On
(Pete Seeger)
Chi vuo' venì a fategà
(anonimo)


Canzone che Franco Coggiola raccolse nel 1973 a Cerignola, Foggia, dalla voce di Vincenzo Debono, un bracciante del posto, classe 1914.
La registrazione fu poi inclusa nel disco “Il sole si è fatto rosso. Giuseppe Di Vittorio” pubblicato da I Dischi del Sole nel 1978.
Testo trovato sull’Archivio sonoro della Puglia

Il sole si è fatto rosso. Giuseppe Di Vittorio

“[…] È da notare che queste strofette venivano inserite in maniera casuale all’interno di lunghissime sequenze che venivano cantate spesso per ore, quasi a voler mimetizzare i versi "contestativi" tra quelli apparentemente simili ma innocui. In alcuni casi la violenza verbale invece si faceva invettiva e promessa di vendetta e rivolta…” (da “Il canzoniere di Giuseppe Di Vittorio. Canti sociali e politici di Capitanata”, di Giovanni Rinaldi, nella rivista “Sudest”, numero 1, novembre 2004.)
Patrone te la lasse la cunzegn'
pigghj' i chigghiuni e ti li mett''n maine
m'ha’ fatt' mangè lu ppain' di li caine
m'ha’ fatt' veve l'acque du pantaino
Oh menenna no
oinè che bella cosa

inviata da Bernart Bartleby - 30/9/2015 - 10:09



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org