Lingua   

Zamba del Che

Rubén Ortiz Fernández
Lingua: Spagnolo

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

Chiudi gli occhi e spara
(BeFolk)
A los mineros de Bolivia
(León Gieco)
La Toma
(Víctor Jara)




Che


La Zamba del Che was written in November 1967 by Rubén Ortiz Fernández. It premiered at the Auditorio de la Facultad de Medicina of the UNAM and was played at the demonstrations held during the 1968 student movement in Mexico. It was premiered end recorded by Víctor Jara in Chile in 1970.

From This page


Il testo è ripreso da: Meri Lao, Al Che, poesie canzoni dal mondo, Edizioni Erre Emme, 1995, pp.48-49. [RV]
Vengo cantando esta zamba
con redoble libertario:
mataron al guerrillero
Che Comandante Guevara.

Selvas, pampas y montañas
patria o muerte su destino
Selvas, pampas y montañas
patria o muerte su destino

Que los derechos humanos
los violan en tantas partes
en América Latina
domingo, lunes y martes.

Nos imponen militares
para sojuzgar los pueblos
dictadores asesinos
gorilas y generales.

Explotan al campesino
al minero y al obrero
cuanto dolor su destino,
hambre miseria y sudor.

Bolivar le dió el camino
y Guevara lo siguió
liberar a nuestros pueblos
del dominio explotador.

Ya Cuba le dió la gloria
de la nación liberada.
Bolivia también le llora
su vida sacrificada.

San Ernesto de la Higuera
te llaman los campesinos
selvas, pampas y montañas
patria o muerte su destino.

inviata da Riccardo Venturi - 4/12/2006 - 21:38




Lingua: Italiano

Versione italiana di Meri Lao
da "Al Che - Poesie e canzoni dal mondo"
Edizioni Erre Emme, 1995,p. 49-51
ZAMBA AL CHE

Sto cantando una zamba
con accenti libertati :
hanno ucciso il guerrigliero
comandante Che Guevara

Salve, pampas e montagne,
patria o morte è il destino.
Selve, pampas e montagne,
patria o morte è il destino.

In ogni dove si calpestano
i diritti umani,
ma nell’America Latina
la lotta è quotidiana.

Per soggiogare la gente
si servono di militari,
dittatori, assassini,
gorilla e generali.

Sfruttano il contadino,
l’operaio e il minatore.
Buio è il loro destino :
fame, miseria e dolore.

Bolívar segnò il cammino
e Guevara lo seguì :
liberare la nostra gente
da chi domina e sfrutta.

A Cuba diede la gloria
del paese liberato.
Poi la Bolivia lo pianse
per il suo sacrificio :

Sant’Ernesto de la Higuera
lo invoca il contadino.
Selve, pampas e montagne,
patria o morte è il suo destino.

inviata da Riccardo Venturi - 4/12/2006 - 23:13




Lingua: Inglese

Versione inglese di Alice Bellesi
SONG TO CHE

I keep on singing this song
with drumbeat of freedom:
they killed the guerrilla fighter
Che Commander Guevara.

Jungles, pampas and mountains -
homeland or death his destiny.
Jungles, pampas and mountains -
homeland or death his destiny.

They violate human rights
in many places
in Latin America
on Sundays, Mondays and Tuesdays.

They impose military on us
to subjugate people
murderers dictators
gorillas and generals.

They exploit the farmer
the miner and the worker
how much pain in their destiny,
hunger misery and sweat.

Bolivar gave him the path
and Guevara followed it
free our people
from exploitative domination.

Cuba has given him glory yet
from the freed nation.
Bolivia too cries for him,
his sacrificed life.

“Saint Ernesto of the Fig Tree”
the peasants call him.
Jungles, pampas and mountains -
homeland or death his destiny.

inviata da Alice Bellesi - 22/11/2015 - 19:57




Lingua: Italiano

Traduzione italiana / Traducción italiana / Italian translation / Traduction italienne / Italiankielinen käännös: Alice Bellesi

Invio un'altra versione della traduzione in italiano, meno "fantasiosa" ma più fedele all'originale.
ZAMBA DEL CHE

Sto cantando una zamba
con clangore libertario:
hanno ucciso il guerrigliero
Comandante Che Guevara

Selva, pampa e montagne,
patria o morte è la sua meta.
Selva, pampa e montagne,
patria o morte è la sua meta.

I diritti umani,
vengono violati dappertutto
in America Latina
ogni giorno ddella settimana.

Ci impongono milizie
per soggiogare la gente
dittatori assassini
gorilla e generali.

Sfruttano il contadino,
il minatore e l’operaio.
Quanto dolore nel loro destino,
fame, miseria e sudore.

Bolívar indicò il cammino
e Guevara lo seguì:
liberare la nostra gente
dal dominio sfruttatore.

A Cuba diede la gloria
del paese liberato.
Anche la Bolivia lo piange
per il sacrificio della sua vita.

Sant’Ernesto de la Higuera
lo chiamano i contadini.
Selva, pampa e montagne,
patria o morte è la sua meta.

inviata da Alice Bellesi - 19/8/2019 - 00:51



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org