Lingua   

Merica Merica

Angelo Giusti
Lingua: Italiano (Veneto)

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

Andemo in Transilvania [Domani se imbarchemo]
(anonimo)
Sloica del delta padano
(anonimo)
Che belo el mondo che'l sarìa
(Alberto D'Amico)


Si tratta di una delle più importanti canzoni dei migranti veneti che andavano a cercar fortuna in Brasile. Dal 2005 questa canzone è l'inno ufficiale della Colonizzazione Italiana nel territorio del Rio Grande do Sul. [fonte: http://italiasempre.com/verita/merica-...]
Dalla Italia noi siamo partiti
Siamo partiti col nostro onore
Trentasei giorni di macchina e vapore,
e nella Merica noi siamo arriva'.

Merica, Merica, Merica,
cossa saràlo 'sta Merica?
Merica, Merica, Merica,
un bel mazzolino di fior.

E alla Merica noi siamo arrivati
no' abbiam trovato nè paglia e nè fieno
Abbiam dormito sul nudo terreno,
come le bestie abbiam riposa'.

Merica, Merica, Merica,
cossa saràlo 'sta Merica?
Merica, Merica, Merica,
un bel mazzolino di fior.

E la Merica l'è lunga e l'è larga,
l'è circondata dai monti e dai piani,
e con la industria dei nostri italiani
abbiam formato paesi e città.

Merica, Merica, Merica,
cossa saràlo 'sta Merica?
Merica, Merica, Merica,
un bel mazzolino di fior.

Merica, Merica, Merica,
cossa saràlo 'sta Merica?
Merica, Merica, Merica,
un bel mazzolino di fior.

inviata da Lorenzo - 18/6/2014 - 21:24




Lingua: Italiano

Versione italiana
AMERICA AMERICA

Dall' Italia noi siamo partiti
Siamo partiti col nostro onore
Trentasei giorni di macchina e vapore,
ed in America siamo arrivati.

America, America, America,
cosa sarà questa America?
America, America, America,
un bel mazzolino di fiori.

E in America noi siamo arrivati
non abbiamo trovato né paglia e né fieno
Abbiamo dormito sul nudo terreno,
come le bestie abbiamo riposato.

America, America, America,
cosa sarà questa America?
America, America, America,
un bel mazzolino di fiori.

L'America è lunga e larga,
è circondata dai monti e dai piani,
e con l'industria dei nostri italiani
abbiamo formato paesi e città.

America, America, America,
cosa sarà questa America?
America, America, America,
un bel mazzolino di fiori.

America, America, America,
cosa sarà questa America?
America, America, America,
un bel mazzolino di fiori.

inviata da Lorenzo - 18/6/2014 - 21:27




Lingua: Francese

Version française – Mérique, Mérique – Marco Valdo M.I. – 2014
d'après la version italienne
d'une chanson en vénitien – Merica Merica – Angelo Giusti


Il s'agit d'une des plus importantes chansons des migrants vénitiens qui allaient chercher fortune à Brésil. Depuis 2005, cette chanson est l'hymne officiel de la Colonisation Italienne dans le territoire du Rio Grande do Sul.
MÉRIQUE, MÉRIQUE

D'Italie, nous nous en sommes allés
Nous sommes partis avec notre honneur
Trente-six jours de bateau et de vapeur,
Et en Amérique, nous sommes arrivés.

Mérique, Mérique, Mérique,
Que sera cette Mérique ?
Mérique, Mérique, Mérique,
Un beau bouquet de fleurs.

Et arrivés en Amérique, nous sommes
nous n'avons trouvé ni paille et ni foin
Nous avons dormi à même le terrain,
Comme les bêtes de somme..

Mérique, Mérique, Mérique,
Que sera cette Mérique ?
Mérique, Mérique, Mérique,
Un beau bouquet de fleurs.

L'Amérique est longue et large,
Entourée de montagnes et de plaines,
Et par notre industrie nous, les Italiens
Nous avons bâti des villes et des villages.

Mérique, Mérique, Mérique,
Que sera cette Mérique ?
Mérique, Mérique, Mérique,
Un beau bouquet de fleurs.

Mérique, Mérique, Mérique,
Que sera cette Mérique ?
Mérique, Mérique, Mérique,
Un beau bouquet de fleurs.

inviata da Marco Valdo M.I. - 28/6/2014 - 20:34


La canzone fu composta nel 1875.
L’autore Angelo Giusti emigrò in Brasile.

“Angelo Giusti faz parte da primeira geração de imigrantes da então Colônia Caxias (Rio Grande do Sul, Brasil). Morava então no atual território de Flores da Cunha, no travessão Rondelli, à beira da Estrada que vai de Flores da Cunha a Antônio Prado, onde faleceu aos 81 anos, em 23 de fevereiro de 1929. Antes de sua morte, depositou um conto de réis no Banco Pelotense para serem rezadas missas em seu sufrágio, depois da morte, e elaborou também o epitáfio para seu túmulo, com o seguinte verso:

Qui giace Angelo Giusti,
Fu poeta di poco valore.
La sua anima è partita
A render conto a Nostro Signore.

[Aquí jaz Angelo Giusti,
Foi poeta de pouco valor
A sua alma partiu
A dar contas a Nosso Senhor.]


(dal sito della Famiglia Vaccaro)

Bernart Bartleby - 22/12/2015 - 14:44



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org