Lingua   

Come faremo girare la Francia

La Cantarana
Lingua: Francese

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

L’automne va renaître
(La Cantarana)
Le premier de l’an nous allons partir
(La Cantarana)


Raccolta dalle voci di cinque cantori (Riccardo Blanc, del 1924, Sigfrido Galliano, del 1915, Sergio ‎Gilli, del 1937, Querino Ughetto, del 1930 ed Enrico Vinçon, del 1934) a Pinasca, frazione ‎Dubbione, bassa Val Chisone, Piemonte. Registrazione del marzo 1986.‎ Si trova nella raccolta intitolata “Tin Tun Teno - Registrazioni dal vivo di cantori e suonatori delle Valli ‎Chisone e Germanasca” pubblicata nel 1989

Purtroppo la collezione citata, come gli altri contenuti originari del sito de La Cantarana ‎‎(www.lacantarana.it), non sono più consultabili on line, salvo far uso della ‎‎Macchina del Tempo…‎

Canto di protesta, diffuso in bassa Val Chisone, contro le condizioni di vita nelle valli piemontesi, ‎che costringevano la gente ad emigrare, in permanenza o stagionalmente, al di là delle Alpi.‎ La volontà di trasferirsi In Francia è qui associata pure al rifiuto del servizio di leva e il riferimento ‎alla ferma di 30 mesi consente di datare il canto agli anni a cavallo fra l’800 e il ‘900, in cui il ‎servizio militare durava appunto due anni e mezzo e il fenomeno della renitenza alla leva, anche per ‎il duro trattamento riservato alle reclute, era abbastanza esteso.‎
Come faremo girare la Francia
senza carte
senza carte della nostra nazion

Faremo fare un gran passaporto
vivo e morto
vivo e morto in Italia mai più

E scriveremo al re d’Italia
qualche cosa
qualche cosa ci manderà a dir

Ci manda a dire tornate in Italia
trenta mesi
trenta mesi a fare il soldà

inviata da Bernart - 9/8/2013 - 11:02



Lingua: Italiano

O cielo cielo / come faremo a girare la Francia

Il tema di questo canto - la diserzione - si intreccia con quello dell'emigrazione verso la Francia, fenomeno molto diffuso tra gli abitanti delle vallate alpine. Il canto sembra essere originario della bassa val Chisone e il riferimento alla ferma di leva di 30 mesi, permette di datarlo tra la fine dell'800 e l'inizio del 900. C'è anche chi attribuisce questa canzone al Trentino Alto Adige ma, come sempre, il canto popolare non ha padroni e ne troviamo versioni raccolte in Val Vigezzo e nella bergamasca - con una significativa variante di testo in cui il disertore viene arrestato.
Dal sito Viaggiatori ignoranti



Versione della Val Vigezzo cantata da Lorenzo Valera, Valentina Volonté e Laila Sage, dell'Associazione PassAmontagne


Come faremo a girare la Francia


Come faremo girare la Francia senza carte
senza carte della nostra nazion
Faremo fare un gran passaporto
vivo e morto
vivo e morto in Italia mai più
E scriveremo al re d’Italia
qualche cosa
qualche cosa ci manderà a dir
Ci manda a dire tornate in Italia
trenta mesi
trenta mesi a fare il soldà

O cielo cielo

O cielo cielo sta pure sereno
O cielo cielo sta pure sereno
Che questa notte che questa notte
Noi dovremo partir
Traverseremo pianure e colline
Sulle montagne della Savoja
Disertori sarem
Come faremo a girare la Francia
Senza aver soldi e senza scarpe
Per poter camminar
Domanderemo ‘la nostra regina
Che qualche cosa che qualche cosa
Lei ci manderà a dir
Ci manda a dire tornate in Italia
Turné In Italia turné In Italia
lalalalalala

inviata da adriana - 7/11/2015 - 09:53



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org