Lingua   

Με κόκκινο

Katerina Gogou / Κατερίνα Γώγου

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

Parangelia (per Katerina Gogou)
(Cesare Basile)
Α ρε Σύντροφε
(Martha Frintzila / Μάρθα Φριντζήλα)
Εμένα οι φίλοι μου
(Katerina Gogou / Κατερίνα Γώγου)


Me còkkino
Στίχοι: Κατερίνα Γώγου
Μουσική και πρώτη ερμηενεία: Βάσω Αλλαγιάννη
Δίσκο: «Πάνω κάτω η Πατησίων», 2012


Col rosso
Testo di Caterina Gogou
Musica e prima interpretazione di Vasso Alaghianni
Disco: «Pano cato i Patissìon/Su e giù per via Patissia», 2012

Pano cato i Patissìon
Με το κεφάλι θρύψαλα
από τη μέγγενη των παζαριών σας
την ώρα της αιχμής
και κόντρα στο ρεύμα
θ’ ανάψω μια μεγάλη φωτιά.

Κι εκεί θα ρίξω
όλα τα Μαρξιστικά βιβλία
έτσι που να μη μάθει ποτέ η Μυρτώ
τα αίτια του θανάτου μου.

Μπορείτε να της πείτε
πως δεν άντεξα την άνοιξη
ή πως πέρασα με κόκκινο
ναι.. αυτό είναι πιο πιστευτό.

Με κόκκινο αυτό να πείτε
με κόκκινο..με κόκκινο
αυτό να πείτε...

Αυτό είναι πιο πιστευτό
με κόκκινο.. αυτό να πείτε
με κόκκινο, με κόκκινο
αυτό να πείτε.

Με κόκκινο, με κόκκινο,
με κόκκινο.

inviata da Gian Piero Testa - 30/7/2013 - 13:40



Lingua: Italiano

Versione italiana di Gian Piero Testa
COL ROSSO

Con la testa in frantumi
per la morsa delle vostre contrattazioni
nell'ora di punta
e contromano
darò fuoco a un gran falò.

E lì ci butterò
tutti i libri di marxismo
in modo che Mirtò non sappia mai
le cause della mia morte.

Potete dirle
che non ho retto alla primavera
o che sono passata col rosso
sì...questo è più credibile.

Col rosso questo dovete dire
col rosso...col rosso
questo dovete dire...

Questo è più credibile
col rosso...questo dovete dire
col rosso, col rosso
questo dovete dire.

Col rosso, col rosso,
col rosso.

inviata da Gian Piero Testa - 30/7/2013 - 13:41


Che meraviglia, potente e struggente...
Grazie GPT, come al solito.

Bernart - 30/7/2013 - 14:10


Mirtò Tasiou, il cui pensiero occupa questa drammatica poesia, è la figlia, vivente, di Caterina Gogou. La sua presenza di bambina nell'opera della madre è importante, e di importanza cresce e mi si rivela via via che mi addentro nel labirinto in cui quella donna, a un tempo fragile e coraggiosa, si perse. La chiave principale di questo benemerito sito ci costringe spesso a scegliere là dove i testi sono più marchiati dal fuoco delle lotte, delle quale tuttavia l'ansia di umanità e la felicità della tenerezza sono il presupposto di chi sogna un mondo umano e non si piega. Abbiamo sinora, necessariamente, conosciuto una Caterina Gogou che passa e ripassa la raspa sulle piaghe proprie e della società: ora la citazione della figlioletta mi dà l'occasione - nella quale speravo - di mostrarne un'altra faccia. Lo speravo, non solo perché i nostri visitatori ne fossero edotti, ma anche perché la canzone in cui si sono trasformati questi versi nel disco "Su e giù per via Patissia" riesce a toccare le più tenere corde di chiunque. Merito di una bravo compositore, Panos Hatsimihas, che anche la interpreta. Ascoltatela, prego.


ΠΟΙΗΜΑ

Πάμε, όμορφή μου
εκεί που χαράζει στις κορυφές αχνογαλάζιο ροζ
πάμε εκεί όπου κορίτσια γυμνά
απάνω σ´άγρια άλογα καλπάζοντας
τα μαλλιά τους ανεμίζουνε
και πάνω τους σκαλώνουνε
άνθια ροδακινιάς και κόκκινα αστέρια.
Εκεί
στην άκρη του κλαδιού της κερασιάς
ο φιλντισένιος πρίγκιπας αποκοιμήθηκε
και βλέπει εσένα στ´όνειρό του...

Εσύ με Πέγασο θ´αχνογελάς
με διαμαντένιο σταυρό στον υάκινθο λαιμό σου
θ´αστράφτεις, θα λαμποκοπάς...
Αχ Παναγία Μυρτώ μου, ποτέ πια Αχ...

Κανείς δεν σ´έχει αγαπήσει πιο πολύ
όπως μια Κατερίνα το παιδί.

Ακούω μόνο τη βροχή
ακούω τη σιωπή
σε μια καμένη γη.

POESIA

Andiamo, mia bella
là dove contro un rosa sottile si stagliano le cime
andiamo là dove nude fanciulle
scalpitando su cavalli selvaggi
abbandonano al vento i loro capelli
trapuntati
di fiori di pesco e di rosse stelle.

in capo al ramo del ciliegio
il principe di madreperla è addormentato
e nei suoi sogni è te che vede.

Tu lieve riderai insieme a Pegaso
con una croce di diamante al tuo collo di giacinto
sarai luminosa sarai sfolgorante...
Ahi Mirtò, Madonnina mia, un ahi non ci sarà mai più...

Nessuno ti amato di più
di quanto una Caterina abbia amato la sua bimba.

Solo ascolto la pioggia
ascolto il silenzio
sopra una terra bruciata.

Gian Piero Testa - 2/8/2013 - 20:24



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org