Lingua   

The Ballad of 1891‎

Helen Palmer
Lingua: Inglese


Ti può interessare anche...

Il treno del sole
(Mau Mau)
Padroni e religiosi
(Dodi Moscati)
Tramonta o sole
(Dodi Moscati)


‎[1951]‎
Parole di Helen Palmer (1917-1979), militante socialista australiana, responsabile della rivista ‎politica “Outlook”.‎
Musica di Doreen Bridges.‎

Quella che molti ancora oggi considerano una ballata politica ottocentesca ‎‎fu in realtà scritta nel 1951 da due attiviste ‎e militanti socialiste australiane.‎

Nel 1891 il Queensland fu turbato da un violento scontro sociale che rischiò di degenerare in guerra ‎civile. Gli “Squatters” – così in Australia erano chiamati i grandi proprietari terrieri ed allevatori – ‎sobillarono uno scontro tra “Shearers” (gli operai tosatori di pecore), tra quelli non sindacalizzati e ‎quelli che invece si riconoscevano nell’Union di categoria. Quando gli operai portuali ‎solidarizzarono con gli unionisti rifiutandosi di caricare la lana prodotta senza il rispetto delle ‎condizioni sindacali, gli “Squatters” formarono una loro “confindustria” e dichiararono guerra la ‎sindacato. I tosatori s’incazzarono di brutto e scesero in sciopero. Naturalmente il Governo prese le ‎parti dei proprietari, la repressione fu brutale e si cercò di far fallire la protesta inondando le fattorie ‎di crumiri, molti dei quali di provenienza cinese, disposti (ieri come oggi) a lavorare a costi ‎bassissimi. ‎



Gli Shearers si organizzarono in campi allestiti nel “bush” intorno alle città, presidiati in armi. La ‎violenza crebbe di giorno in giorno, e l’arresto dei leader dello sciopero non fece che gettare ‎benzina sul fuoco. Il 1 maggio 1891 centinaia di Shearers marciarono su Barcaldine sventolando ‎l’Eureka Flag, il vessillo della grande rivolta anticoloniale del 1854. Non fu sufficiente. Il ‎prolungarsi della situazione di stallo, di fronte alla sordità assoluta dei padroni e del Governo, ‎ridusse gli scioperanti alla fame e all’impotenza. Alcuni leader sindacali furono processati per ‎sedizioni e spediti per anni in colonie penali. Lo sciopero fallì, ma in quegli stessi giorni venne ‎costituito l’Australian Labor Party.‎

La Palmer e la Bridges scrissero questa ballata nel 1951 e non a caso. Erano infatti gli anni in cui il ‎Governo conservatore di Robert Menzies cercava di varare tutta una serie di leggi contro i diritti dei ‎lavoratori. E “The Ballad of 1891” divenne uno dei loro inni, sessantanni dopo la vicenda che ‎racconta.‎
The price of wool was falling in eighteen ninety one
The men who owned the acres saw something must be done
‎"We’ll break the Shearers' Union, and show we're masters still
And they'll take the terms we give them, or we'll find the men who will."

From Claremont to Barcaldine, the shearers' camps were full,
Ten thousand blades were ready to strip the greasy wool,
When through the west like thunder, rang out the Union's call:
‎"The sheds'll be shore Union or they won't be shorn at all."

Oh, Billy Lane was with them, his words were like a flame;
The flag of blue above them, they spoke Eureka's name.
‎"Tomorrow," said the squatters, "they'll find it does not pay.
We're bringing up free labourers to get the clip away"

‎"Tomorrow," said the shearers, "they may not be so keen
We can mount three thousand horses, to show them what we mean"
‎"Then we'll pack the west with troopers, from Bourke to Charters Towers.
You can have your fill of speeches but the final strength is ours!"

‎"Be damned to your six-shooters, your troopers and police.
The sheep are growing heavy, the burr is in the fleece!"
‎"Then if Nordenfeldt and Gatling won't bring you to your knees,
We'll find a law," the squatters said, "that's made for times like these!"

To trial at Rockhampton the fourteen men were brought;
The judge had got his orders, the squatters owned the court,
But for every one that's sentenced, ten thousand won't forget.
When they jail a man for striking, it's a rich man's country yet.‎

inviata da Bernart - 23/7/2013 - 11:55



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org