Lingua   

Luglio

Officina Finistère
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Non dimentiCarlo
(La Resistenza)
Genova
(Mirco Menna)
Mi ricordo una città
(Redshadow)


[2012]

Album : Il guscio
il-guscio
Calpesterò il tuo diritto a respirare, calpesterò la tua voce fino a sera e il tuo sorriso da animale, il tuo coraggio, la tua miseria.
Calpesterò ciò che conservi in fondo al cuore, poi colpirò il tuo bracciale e la criniera.
Calpesterò qualcosa in cui potrei cadere, che non conosco, che fa rumore.
Calpesterò il tuo livore da accanito, calpesterò il tuo estintore, a mani alzate e senza rimorso il tuo vestito.
Calpesterò per non lasciarmi calpestare.
Calpesterò senza paura il tuo cognome, perché il tuo nome non riesco più a scordarlo.
Calpesterò se sarà il caso anche tuo padre, avrò abbastanza piedi e l’animo per farlo.
Calpesterò il tuo diritto a respirare.
Calpesterò, com’è vero che ti guardo.
La mia divisa mi dà questo diritto e la paura mi rende più gagliardo.

inviata da adriana - 10/7/2013 - 13:46



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org