Lingua   

And What Shall You Say?‎

Joseph Seamon Cotter, Jr.‎
Lingua: Inglese

Lista delle versioni e commenti



‎[1910s]‎
Versi del poeta afroamericano Joseph Seamon Cotter, morto di tubercolosi a soli 24 anni nel 1919.‎
Musica per due voci e pianoforte di Gary Bachlund, cantante lirico e ‎compositore che vive tra Los Angeles e Berlino.‎
Testo trovato su ‎‎The Lied, Art Song and Choral Texts‎ Archive.‎

Brother, come!‎
And let us go unto our God.‎
And when we stand before Him
I shall say --‎
‎"Lord, I do not hate,‎
I am hated.‎
I scourge no one,‎
I am scourged.‎
I covet no lands,‎
My lands are coveted.‎
I mock no peoples,‎
My people are mocked."‎
And, brother, what shall you say?‎

inviata da Dead End - 23/10/2012 - 14:19




Lingua: Italiano

Tentativo di traduzione italiana di Dead End
E TU COSA DIRAI?‎

Fratello, vieni!
Andiamo fin dal nostro Dio.
E quando saremo al suo cospetto
io dirò:
‎“Signore, io non ho odio,
io sono odiato.
Io non opprimo nessuno,
io sono oppresso.
Io non ho brama di terre,
Sono le mie terre ad essere agognate.
Io non prendo in giro nessuno,
É la mia gente ad essere derisa”
E tu, fratello, cosa dirai? ‎

inviata da Dead End - 23/10/2012 - 14:19




Lingua: Finlandese

Traduzione / Translation / Traduction / Suomennos: Juha Rämö
ENTÄ MITÄ SINÄ SANOT?

Tule, veljeni,
menkäämme kohtaamaan Jumalamme.
Ja kun seisomme Hänen edessään,
minä sanon:
»Herra, minä en vihaa,
vaan minua vihataan.
En piinaa ketään,
vaan minua piinataan.
En himoitse toisen maata,
vaan minun maatani himoitaan.
En pilkkaa toisia kansoja,
vaan minun kansaani pilkataan.«
Entä mitä sinä sanot, veljeni?

inviata da Juha Rämö - 18/5/2016 - 09:59



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org