Lingua   

Un grido dalle gabbie

Rabbiassassina
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Uniti per sempre
(Rabbiassassina)
Les fusils
(Anne Vanderlove)
L'Oiseau blessé d'une flèche
(Jean de La Fontaine)


È ormai da tanto tempo che ci chiediamo perché non cessano queste torture,
questi ingiusti massacri,
la scienza stessa conferma che l’uomo e l’animale sono esseri diversi.
Ma continuano, continuano con questi esperimenti,
da loro considerati giusti per la salvezza dell’uomo,
giusti per poter conoscere antidoti e farmaci
per malattie da loro stessi create in laboratorio.

Ma loro credono solo nel denaro
pensano solo alla loro salvezza
non hanno ancora capito che l’animale
non è un oggetto da usare
per raggiungere uno scopo

Ma un essere vivente che prova sentimenti,
prova emozioni ma soprattutto prova dolore.
Un dolore immenso,
un dolore atroce
che alla fine porta solo alla morte.

Ma anche se tutti sono al corrente di queste ordinarie torture
nessuno muove un dito, nessuno cerca di salvare queste migliaia di animali
chiusi nella mano di una falsa scienza
che si chiama vivisezione.

Quanti animali volete ancora uccidere?

Quanti animali volete legare ancora a quel lettino?

Quel lettino ormai tinto di sangue,
macchiato di una colpa che non potrà mai svanire.

Quanti veleni vorrete ancora testare su quelle povere bestie?

Quante spine volete ancora saldare in quei piccoli crani?

Quante lacrime volete ancora far sciogliere
nel mare di sangue che riempie il laboratorio di tristezza,
di orrore e ripudio e di un’indicibile rabbia.

Noi chiediamo solo rispetto, rispetto per tutti gli esseri viventi
che convivono con noi sulla terra,
perché non abbiamo il diritto di distruggere la loro vita,
non abbiamo il diritto di decidere cosa fare di loro,
noi siamo padroni solo della nostra vita.

Ma questo l’uomo non lo capirà mai.
Fino a che continueranno questi ingiusti esperimenti.

inviata da DonQuijote82 - 5/7/2012 - 11:53



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org