Lingua   

La terra del fuoco

Andrea Sigona
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Sotto la neve il pane
(Andrea Sigona)
Ne valeva la pena
(Andrea Sigona)
Meldunek
(Jacek Kaczmarski)


[2011]
Inedito
Mi è difficile andare lontano
E non è facile restarti vicino
Qui non bisogna mai del tutto confondere
Il bianco col nero,la sera il mattino

Quando arrivai vicino al confine
C’erano truppe. sembrava la fine
E quando arrivai e toccai questa terra
Non era l’Italia, non era la guerra

Stregati dal cielo. sofferti nel viso
imploravano fame, un po’ d’acqua ,un sorriso
E quando la pace donò loro un regalo da poco
Fecero grande una terra : La terra del fuoco

Mi è difficile andare lontano
E non è facile restarti vicino
Qui non bisogna mai del tutto confondere
Il bianco col nero la sera , il mattino

Quando arrivai sulla spiaggia al confine
Anche in quegli anni topi morti , latrine
E allora penso che infondo a quegli occhi
Così timidi e veri , si nasconde un’ Italia
L’Italia di ieri


Quando arrivai vicino al confine
C’erano truppe. sembrava la fine
E allora penso che infondo a quegli occhi
Così timidi e veri , si nasconde un’ Italia
L’Italia di ieri

inviata da adriana - 17/12/2011 - 10:14



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org