Lingua   

Io canto perché (Aspettando la giustizia)

Nomadi
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Il Libero
(Nomadi)
La ballata della borga
(anonimo)
Auschwitz (Canzone del bambino nel vento)
(Francesco Guccini)


1988
Ancora Nomadi

AncoraNomadi
Perché non tema né sole né neve,
perché non si spezzi come un giunto al vento,
perché abbia forza seppure lieve,
perché non dimentichi un solo momento,
perché il grano sia sempre più alto,
io canto e aspetto te...

Perché sia festa infondo ai suoi occhi,
perché non sia guerra,
perché non sia fame,
perché non ci siano confini bugiardi,
perché ci siano giorni lontani,
perché questa terra non sia paradiso,
io canto e aspetto te...

Ed è festa, su giochiamo,
ed è festa, su balliamo,
ed è festa, per questo
io canto e aspetto te...

Perché i giorni belli durino anni,
perché non conosca la cattiveria,
perché ogni zingaro non metta radici,
perché ogni gioco non sia cosa seria,
perché i suoi capelli sian sempre più belli ,
io canto e aspetto te...

Ed è festa, su giochiamo,
ed è festa, su balliamo,
ed è festa, per questo
io canto e aspetto te...

inviata da DonQuijote82 - 22/11/2011 - 20:02



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org