Lingua   

Il peggio è passato

Fabrizio Moro
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Torino è la mia città
(Rough)
Non mi avete fatto niente
(Ermal Meta e Fabrizio Moro)
L'Italia è di tutti
(Fabrizio Moro)


2009
Barabba

FM Barabba

Una storia d'amore della mia generazione, con la precarietà e la disoccupazione, che poi diventano anche precarietà personale...
La Maleducazione, la disocuppazione,
le idee da realizzare e ogni tua reazione
ad un gesto di passione, la vita e la pensione
io resto qui a guardare
anzi ad osservare
e che credo che la calma
sia la virtù dei forti
che vogliono godersi la vita per bene
e il prestito col tasso
e intanto mi rilasso
guardo la champions league
e mi programmo un figlio
mettendo in discussione
la mia virilità
ma che rivoluzione
che tutti qui vorrebbero
ma nessuno ha mai il coraggio
di prendere il bastone
e darlo in bocca a chi
ci vende le illusioni
ci vende le illusioni
c vende le illusioni
mio suocero e sua figlia
che poi saresti tu
mi manda una bottiglia
e sputa sui miei tempi
mi dà una pacca in spalla
e non ci pensa più
e mentre il tempo scade
e il mondo si sta armando
in un monolocale noi
ci stiamo amando
nella precarietà
giuriamo eternità
a questo nostro amore grande e incondizionato
perchè ogni fantasia qui non sembra mai un reato
sorridi ancora amore che il peggio è passato
che il peggio è passato
LA LA LA LA LA LA LALALALAAA
(che il peggio è passato)
LA LA LA LA LA LA LALALALAAA
(che il peggio è passato)

inviata da DonQuijote82 - 31/8/2011 - 13:44



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org